D-dimero Alto: Cause e Valori Normali

Cos’è il D-dimero? Come influenza lo stato della coagulazione del sangue? A cosa serve andare ad esaminare i suoi valori all’interno del sangue? Quali sono i valori di cui preoccuparci e come possiamo contribuire per la normalizzazione di questi parametri?

La coagulazione è un processo molto importante per il nostro organismo. Diversi sono i fattori che vanno ad influenzare i meccanismi di questo funzionamento. Tra questi troviamo anche il D-dimero.

Nei prossimi paragrafi andremo a vedere in modo più dettagliato di cosa si tratta e quali sono i valori di riferimento, fornendovi altre utili informazioni.

Come avviene la coagulazione e che ruolo ha il D-dimero?

Se il nostro organismo subisce un danno, ad esempio un’ustione o una ferita, si verificherà l’attivazione di determinate proteine che hanno il compito fondamentale di porre rimedio al problema. È proprio in questo momento che si verifica la coagulazione.

La fibrina è una delle proteine che intervengono con questo scopo. Attraverso la fibrinolisi la coagulazione viene controbilanciata in modo da non creare dei coaguli nel sangue. Tuttavia, durante questo processo si ottengono dei prodotti di degradazione della fibrina, tra cui anche il D-dimero.

Come si fa effettua l’esame? 

Il test per la valutazione della presenza (o assenza) di D-dimero, avviene tramite un semplice prelievo ematico che non necessita di alcun tipo di preparazione.

D-dimeroQuesto esame serve soprattutto perché la presenza di D-dimero sarebbe un buon indicatore per riconoscere un coagulo trombo. Nel prossimo paragrafo andremo ad esaminare in modo più dettagliato quali sono i motivi principali per cui sottoporsi a un esame di questo tipo.

1
2
3
4
5
6
Condividere su:

Leggi Anche

LASCIA UN COMMENTO