Glicemia Bassa: Cause, Sintomi e Valori

Cosa succede quando l’esame riporta dei livelli di glicemia troppo bassi?

In gergo medico si utilizza il termine “ipoglicemia” per indicare una condizione di bassi livelli di glicemia nel sangue. Questa diminuzione si manifesta con sintomi specifici, come quelli citati in seguito:

  • Condizione di ansia persistente;
  • Intensità della sudorazione;
  • Fame costante;
  • Offuscamento della vista;
  • Stato di confusione;
  • Tremori.

In un paziente adulto un abbassamento della glicemia può essere causato da diverse condizioni, sia patologiche sia non patologiche.

Tra le più frequenti abbiamo soprattutto:

  • Abuso di alcol;
  • Malattie metaboliche;
  • Eccessiva attività fisica;
  • Digiuno;
  • Malattie croniche;
  • Presenza di una gravidanza;
  • Tumori;
  • Malattie endocrine;
  • Assunzione di certi farmaci;
  • Recente intervento chirurgico.

Quali sono le conseguenze di un abbassamento dei livelli di glicemia?

Come per la maggior parte degli esami medici, un abbassamento di questo valore potrebbe avere delle conseguenze più o meno gravi sull’individuo. In questo caso, la conseguenza più grave è costituita dal cosiddetto “coma glicemico”, che può avere luogo nei pazienti di tutte le età.

L’individuo può andare incontro al coma glicemico quando la condizione di ipoglicemia si prolunga nel tempo e si ha l’assenza continua dell’apporto di glucosio al cervello. Questa condizione è così grave che se non viene adeguatamente trattata potrebbe portare alla morte.

Un’altra conseguenza dell’ipoglicemia è la perdita improvvisa di coscienza da parte del paziente che è stato colpito da un repentino calo della glicemia. In questo caso la gravità dipende molto dal momento in cui si verifica lo svenimento.

Cosa fare in caso di glicemia bassa? Voltiamo pagina per scoprirlo. 




1
2
3
4
Condividere su:

Leggi Anche

LASCIA UN COMMENTO