Dolore ai Capezzoli: Cause e Cure

Avvertire dolore ai capezzolo è un evento piuttosto comune e, in quanto tale, di norma non è indice di un processo patologico ma piuttosto un semplice fenomeno passeggero che non deve destare paura e ansia.

Il capezzolo è una zona del corpo delicata e molto sensibile a causa della forte vascolarizzazione e della fitta rete di terminazioni nervose che lo raggiungono, pertanto anche una piccola stimolazione viene percepita con facilità. Al tempo stesso un dolore al seno o ai suoi annessi cutanei, nei soggetti più ansiosi può destare particolare preoccupazione perché riconduce immediatamente il sintomo alla possibilità di un tumore, esacerbando la sensazione dolorosa anche quando è di minima entità.

Detto ciò, è certo utile dire che il tumore al seno non è un’evenienza rara, anzi, per la sua diffusione nella popolazione si consiglia sempre di sottoporsi a controlli periodici di screening (mammografia). Tuttavia, al tempo stesso è doveroso rassicurare per evitare inutili timori ed allarmismi preventivi senza fondamenti diagnostici.

Difatti nella maggior parte dei casi il dolore al capezzolo è causato da fisiologiche modificazioni della ghiandola mammaria o per un piccolo trauma o ancora per lo sfregamento con tessuti o sostanze irritanti.

Dolore ai capezzoliTalvolta, invece il dolore ai capezzoli può rappresentare un vero e proprio campanello di allarme per una patologia di entità più grave e che necessita di adeguate terapie. Il discorso vale sia per l’uomo che per la donna.

Prima di passare ad approfondire il problema, risulta utile fornire qualche cenno di anatomia al fine di illustrare la struttura del capezzolo e di comprendere meglio le possibili cause che si possono nascondere all’origine del dolore, e dunque la stretta connessione con la ghiandola mammaria.

Voltiamo pagina. 




1
2
3
4
5
6
Condividere su:

Leggi Anche

LASCIA UN COMMENTO