Rinazina Antiallergica: composizione, posologia ed effetti collaterali

    Rinazina antiallergica® è un farmaco a base di azelastina cloridrato, un principio attivo che appartiene alla classe terapeutica degli antistaminici. Questo medicinale si utilizza per trattare i sintomi della rinite allergica a breve termine e può essere usata dagli adulti, adolescenti e bambini a partire dai 6 anni d’età.

    La rinite allergica è un disturbo di natura infiammatoria che colpisce la mucosa nasale e rappresenta la risposta secondaria ad una sostanza estranea che in immunologia prende il nome di allergene o antigene esogeno. Il rilascio di istamina, citochine e leucotrieni causano i sintomi tipici dell’allergia: vasodilatazione, aumento della permeabilità vascolare, aumento della secrezione nasale e stimolazione delle terminazioni nervose.

    L’azelastina, il principio attivo di Rinazina antiallergica® spray, esplica la sua azione in tre modi diversi. Ha attività antistaminica bloccando i recettori H1 dell’istamina e al tempo stesso riduce la liberazione di quest’ultima dai mastociti (le cellule che la producono). Inoltre, questo principio attivo ha anche la capacità di agire come antinfiammatorio in quanto è capace di contrastare l’azione di molti mediatori chimici infiammatori come leucotrieni, istamina, serotonina e fattore attivante le piastrine. Grazie a queste azioni Rinazina antiallergica® spray nasale è capace di agire in poco tempo, circa 15 minuti alleviando tutti i sintomi connessi alla rinite.

    Rinazina antiallergica® è un OTC cioè un farmaco che non necessita di ricetta medica per essere acquistato. Il prezzo è di circa 11 euro e può variare a seconda della farmacia dove lo si acquista.

    Cosa sapere prima di usare Rinazina antiallergica®?

    Pur trattandosi di un farmaco che si può acquistare senza ricetta medica esistono una serie di informazioni che è bene conoscere prima di assumere il farmaco. Innanzitutto, non bisogna utilizzare questo medicinale se si è allergici al principio attivo e/o ad uno degli eccipienti presenti all’interno della formulazione. Il prodotto non è indicato nei bambini al di sotto dei 6 anni d’età, nelle donne in gravidanza ed allattamento. Se durante il trattamento con Rinazina antiallergica® dovesse presentarsi un peggioramento dei sintomi è necessario rivolgersi prontamente al medico e sospendere l’utilizzo del prodotto. Questo farmaco contiene benzalconio cloruro, un conservante che può provocare un rigonfiamento della mucosa nasale e dare origine a manifestazioni allergiche anche gravi. Molto spesso questo farmaco può causare broncospasmo, un restringimento dei bronchi che ostacola il passaggio dell’aria e quindi difficoltà respiratorie.

    Posologia e modalità di utilizzo di Rinazina antiallergica®

    La dose raccomandata del farmaco deve essere stabilita dal medico o dal farmacista ed è bene osservarla scrupolosamente in modo da ridurre al minimo la comparsa di effetti collaterali o reazioni avverse. Negli adulti e nei bambini di età maggiore di 6 anni la posologia prevede uno spruzzo per ogni narice da ripetere 1 o 2 volte al giorno, che corrisponde rispettivamente a 0,28-0,56 mg di principio attivo.

    Rinazina antiallergica uso e posologia
    Fonte foto: gsk.it

    Durante l’erogazione del prodotto la testa va mantenuta in posizione eretta e le operazioni da eseguire sono le seguenti:

    1. Rimuovere il cappuccio protettivo dall’erogatore quando si sta per utilizzare il farmaco;
    2. Nebulizzare uno spruzzo di prova all’aria quando si utilizza il farmaco per la prima volta;
    3. Procedere con l’erogazione per ogni singola narice;
    4. Rimettere il cappuccio protettivo e conservare. 

      Possibili effetti collaterali di Rinazina antiallergica®

      Gli effetti collaterali di questo farmaco possono essere minimizzati se ci si attiene strettamente alle dosi riportate dal foglio illustrativo o quelle fornite dal medico in fase di prescrizione. L’effetto collaterale più diffuso è la sensazione di bocca amara che è strettamente correlato all’errata erogazione del prodotto, se il capo è rivolto all’indietro il farmaco può giungere facilmente in gola durante la somministrazione. Raramente si è osservata l’irritazione della mucosa nasale con casi sporadici di sanguinamento. Per ogni altro effetto collaterale è consigliato rivolgersi al medico o al farmacista.

      Leggi Anche:

      LASCIA UN COMMENTO