Amplifon: Opinioni e Recensioni degli Apparecchi Acustici più Utilizzati

Soffrire di problemi all’udito può incidere negativamente sulla qualità della vita, esattamente come avviene quando si hanno difetti visivi. Tuttavia, se gli occhiali sono un accessorio molto conosciuto e usato, lo stesso discorso spesso non vale per gli apparecchi acustici. Oggi facciamo chiarezza su questo tema, parlando di una delle aziende più conosciute in questo settore: Amplifon.

I dubbi su questo argomento sono moltissimi ed è bene essere consapevoli del fatto che esistono molte soluzioni per garantire un udito ottimale senza rinunciare all’eleganza. L’azienda offre infatti un’offerta abbastanza ampia, in grado di rispondere alle esigenze di moltissimi.

Sul catalogo Amplifon puoi trovare sia servizi indispensabili (come il controllo dell’udito), che prodotti efficienti ma anche esteticamente belli, se non invisibili.

La richiesta di questi ausili è crescita: negli ultimi anni la qualità della vita è migliorata a tal punto che la prospettiva di vita media si è alzata fino a far aumentare incisivamente la richiesta di apparecchi uditivi, eppure c’è ancora molta confusione e ci sono molti dubbi in giro.

Vediamo insieme l’offerta dell’azienda e cerchiamo di trovare delle risposte.

Chi è Amplifon? Recensioni dei prodotti

Tutti ne abbiamo sentito parlare: si tratta dell’azienda multinazionale italiana leader in tutto il mondo nel settore dell’hearing care.

Si occupa di ricerca in campo audioprotesico, audiologico, otorinolaringoiatrico e anche foniatrico che permette la creazione di strumenti molto precisi e di qualità, fino a conseguire la certificazione di qualità del British Standard Institution, ossia uno dei maggiori enti per l’adattamento e la personalizzazione delle soluzioni acustiche.

Inoltre, Amplifon detiene la certificazione di qualità ISO 9001:2000. Ciò significa che il disegno, la produzione, la commercializzazione, la fornitura e la riparazione degli apparecchi acustici Amplifon rispettano le norme europee vigenti specifiche per i dispositivi medicali e per l’apposizione del marchio CE.

I clienti che decidono di affidarsi ad Amplifon possono contare su anni di esperienza e sul lavoro dei migliori specialisti, oltre che su prodotti innovativi e tecnologici e sull’assistenza anche dopo l’acquisto.

Soluzioni Acustiche Cochlear

Amplifon collabora con Cochlear, offrendo una serie di servizi pensati per soddisfare diverse necessità. Infatti, potrai:

  • Ricevere gratuitamente assistenza sui prodotti Cochlear e su tutti gli accessori;
  • Avvalerti della consulenza gratuita sulla manutenzione degli impianti;
  • Controllare il corretto funzionamento degli impianti grazie ad un veloce controllo dell’udito gratuito;
  • Scoprire se possiedi i requisiti per usufruire di contributi all’acquisto da ASL;
  • Trovare gli accessori e i ricambi;

Due tipi di impianto

Vediamo che tipi di impianti puoi scegliere, descrivendone una prima differenziazione.

Impianto cocleare

Questo dispositivo è impiantabile chirurgicamente ed è pensato per soggetti affetti da ipoacusia neurosensoriale monolaterale o bilaterale, con conseguente perdita di udito da moderatamente severa o profonda.

In questi casi, le soluzioni tradizionali non sono abbastanza efficienti, e quindi tale soluzione è ideale.

Impianto BAHA

La sigla sta per “bone-anchored hearing aid” ed indica una soluzione pensata nei casi in cui la naturale trasmissione del suono all’orecchio interno è ostacolata da un errato funzionamento dell’orecchio esterno o medio.

Questo apparecchio non prevede necessariamente un intervento chirurgico: tramite l’applicazione di un archetto o di un’apposita fascia elastica è possibile testare la reale efficacia dell’impianto BAHA.

Ampli Mini: apparecchi acustici quasi invisibili

Uno dei maggiori problemi di chi deve indossare gli apparecchi acustici è quello legato al lato estetico. Infatti, in molti si vergognano a indossarli. Questo prodotto però risolve la questione, poiché sono quasi invisibili e si prestano alle esigenze di chi è attento al look.

Gli ampli-mini sono infatti caratterizzati da una tecnologia miniaturizzata, e sono dotati di leggerezza e comfort, quindi adatti all’utilizzo quotidiano.

Ecco quale modello puoi scegliere:

  • Endoauricolari (ITE): comodi e quasi invisibili, sono da inserire all’interno dell’orecchio;
  • Ricevitore nel canale (RIC): rappresentano il connubio tra efficienza ed estetica, adattabili a ogni condotto uditivo.

Ampli-connect: Apparecchi acustici con tecnologia innovativa

Il secondo modello Amplifon permette di connettersi allo smartphone, per garantirti una connessione costante: grazie alla loro tecnologia innovativa, questi strumenti si connettono in modo semplice e alla portata di tutti alla televisione, allo smartphone e allo stereo, in modo da poter ascoltare direttamente l’audio.

Ovviamente, bisogna verificare la compatibilità degli apparecchi acustici con i dispositivi ai quali vuoi connetterli. Ecco i modelli:

  • Ricevitore nel canale (RIC): elegante e gradevole alla vista, si adatta ad ogni orecchio;
  • retroauricolari potenti (BTE): questa componente è disponibile in più colori, per soddisfare le tue preferenze.

Puoi anche sfruttare l’Amplifon App, disponibile per smartphone iOS e Android. L’app è progettata per essere adoperata unitamente all’apparecchio acustico attraverso la connessione Bluetooth. È possibile così cambiare i programmi del dispositivo o modificare il livello del volume.

Ampli-energy: apparecchi acustici ricaricabili

Per chi è attento all’ambiente e alla praticità, sono stati ideati questi dispositivi: si ricaricano con semplicità, è sufficiente rimetterli nell’apposito supporto e collegarli ad una fonte di alimentazione.

Hanno 24 ore di autonomia, in questo modo non vi è più bisogno di batterie o di portare con sé ricambi: come avviene con i cellulari, si ricaricano la notte. Volendo, esiste una modalità di ricarica rapida e si può caricare in auto, tramite un apposito cavo.

Anche in questo caso troviamo le caratteristiche del ricevitore nel canale (RIC), efficiente ed esteticamente bello.

Ampli-easy: Apparecchi acustici con funzionalità essenziali

Questi apparecchi sono dotati di pratici retroauricolari: sono essenziali e si adattano alla vita di tutti i giorni. Sono gli apparecchi acustici Amplifon più economici, ma offrono funzionalità e efficienza.

Si tratta di dispositivi maneggevoli, facili da indossare e da regolare.

La prova gratuita fino a 30 giorni e i servizi di prevenzione

Se temi di non saper scegliere il dispositivo da solo, sappi che puoi sfruttare la possibilità di ottenere un controllo dell’udito e prova gratuita fino a 30 giorni, senza impegno di acquisto.

L’azienda offre supporto e assistenza in ogni fase del percorso, permettendoti di usufruire di un servizio a 360 gradi pienamente soddisfacente. Inoltre, gli esperti sono disponili per il controllo periodico dell’udito gratuito: grazie agli oltre 600 centri presenti in Italia, in 29 Paesi e in tutti i continenti, Amplifon offre il migliore servizio di assistenza in ogni occasione.

Ricorda l’importanza della prevenzione e recati in un centro per chiedere un consulto, se hai dubbi sulla qualità del tuo udito. Puoi anche sfruttare, come primo step, un test dell’udito online, ovviamente meramente indicativo.

Presso i centri, poi, sarai sottoposto ad un semplice esame audiometrico, non invasivo, della durata di pochi minuti: grazie alla strumentazione avanzata e alla formazione dei nostri esperti, puoi fare un test approfondito, completamente gratuito.

Cos’è l’esame audiometrico?

Tramite questo test, puoi stabilire la soglia uditiva, ossia la minima intensità sonora che riesci a percepire. Con l’ausilio di una cuffia posizionata su entrambe le orecchie, l’audiometrista invia dei suoni (toni puri), a diverse frequenze e intensità nelle due orecchie, in momenti separati.

Non appena avverti la minima intensità sonora, devi alzare la mano o schiacciare un pulsante. Se vi è un calo uditivo, l’esame deve essere completato dall’audiometria per via ossea, in modo da stabilire se il problema è da ricondurre al sistema di trasmissione del suono (orecchio esterno e medio), al sistema sensoriale (coclea e vie acustiche centrali), oppure ad entrambi.

I valori di soglia emersi per ogni frequenza all’audiometria tonale vengono poi riportati su un grafico, il cosiddetto audiogramma, che rappresenta, frequenza per frequenza, anche la minima intensità sonora in decibel che hai udito.

I tecnici Amplifon sono professionisti certificati e altamente: ogni anno in Italia svolgono oltre 300 mila test dell’udito e si aggiornano con costanza, in modo da offrire sempre professionalità di altissimo livello.

Conclusioni

Quali sono le opinioni su Amplifon? Coloro che vi si sono rivolti sono stati soddisfatti, sia per il miglioramento della qualità della vita che per l’aspetto estetico.

Sebbene non sentire sia una condizione di disagio, molta gente non ricorre agli apparecchi acustici per timore di sentirsi osservato. Per fortuna la qualità anche estetica dei dispositivi migliora di giorno in giorno.

Alcune difficoltà possono riscontrarsi nella “comodità” degli auricolari, a cui bisogna abituarsi allo stesso modo in cui bisogna abituarsi alla montatura degli occhiali. Tuttavia non bisogna lasciarsi scoraggiare, e soprattutto non bisogna trascurare sintomi legati al calo dell’udito, seppur lievi. Il medico saprà sempre consigliare la strada giusta da seguire.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO