Cistatina C: a cosa serve l’esame? quali sono i valori normali?

reni rientrano tra gli organi più importanti del nostro organismo ed è indispensabile tenerli sotto stretto controllo, soprattutto in situazioni particolari.

Oggi ti illustriamo il significato clinico della cistatina C, una proteina importantissima per il corretto funzionamento del nostro corpo che può essere utilizzata anche come indicatore della funzionalità renale.

Andiamo a vedere di cosa si tratta e come funziona l’esame per valutarne i valori.

Che cos’è la Cistatina C? A che cosa serve?

Dunque, quando parliamo di cistatina C ci riferiamo ad una particolare proteina dal peso molecolare piuttosto basso, che ha il compito di inibire la cisteina proteasi.

In parole povere, la funzione più importante svolta dalla cistatina C è quella di andare a bloccare l’azione di tutti quegli enzimi che sono coinvolti nella distruzione di proteine e/o cellule anomale.

Infatti, se questi enzimi iniziassero ad attaccare anche le proteine o le cellule sane del nostro organismo, potrebbero diventare anche molto pericolosi.

Questa proteina viene prodotta dalle cellule nucleate, in maniera praticamente costante. Di conseguenza è possibile trovarla nella porzione plasmatica del sangue.

Negli ultimi anni questa proteina ha assunto un certo tipo di valore in ambito medico. Infatti, sta pian piano sostituendo l’esame della creatinina nella determinazione e nel monitoraggio di eventuali disfunzioni renali, soprattutto nel caso di pazienti affetti da malattie che colpiscono i reni.

Andiamo a vedere in modo più dettagliato, nei paragrafi di seguito, come funzionano questi esami per valutare il funzionamento dei reni e a cosa serve la cistatina C.

Voltiamo pagina per approfondire tutti i dettagli. 

1
2
3

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO