Brufoli sulla Fronte: Quali sono le Cause? Come Eliminarli?

I brufoli sulla fronte sono una problematica estetica e funzionale che, al contrario di quello che si potrebbe credere, non colpisce soltanto durante l’adolescenza ma può protrarsi nel tempo.

I brufoli e i comedoni (ovvero i punti neri) possono infatti presentarsi anche successivamente, quando si è già adulti e quando, almeno a rigor di logica, dovremmo averli messi finalmente alle spalle.

Nella guida di oggi scopriremo quali sono le cause, quali sono le manifestazioni più tipiche e quali sono eventuali terapie per rimediare alla presenza dei brufoli sulla fronte e tornare ad avere una pelle liscia, vellutata e non più infiammata.

I prodotti che ti proporrò nel corso dell’articolo si possono acquistare in farmacia e non richiedono una ricetta medica. Tuttavia, ti consiglio sempre di effettuare una visita dermatologica per valutare con l’aiuto del medico la gravità della situazione e curarla nel migliore dei modi.

L’acne, infatti, può lasciare cicatrici nel tempo se vengono adoperati rimedi poco opportuni.

Brufoli sulla fronte: quali sono le cause?

I brufoli possono comparire sulla fronte, così come su ogni altra parte del corpo, a causa di diversi fattori, che possono essere anche concorrenti tra loro:

  1. il fattore ormonale è uno dei più comuni: gli squilibri ormonali dell’adolescenza alterano la produzione di sebo e favoriscono la comparsa delle condizioni ideali per la proliferazione dei brufoli;
  2. infiammazioni cutanee di qualunque genere e tipo;
  3. alterazioni del ciclo di produzione del sebo: se se ne produce troppo, i brufoli trovano le condizioni ideali per comparire;
  4. la dieta può essere altrettanto coinvolta nella comparsa dei brufoli: carni particolarmente grasse, cibi fritti o troppo zuccherini possono favorire infatti gli stati infiammatori e finire per peggiorare un problema innescato da qualche altra causa;
  5. igiene personale inadeguata: questo non vuol dire che non ci si lava abbastanza, ma che piuttosto si seguono delle pratiche di igiene sbagliate, come l’utilizzo di saponi troppo aggressivi o che non possono pulire in profondità.

Una pelle particolarmente grassa può inoltre favorire, grazie alla presenza di sebo in eccesso, sia gli stati infiammatori, sia l’ostruzione dei pori, entrambe condizioni sufficienti per la comparsa di brufoli sulla fronte in gran numero.

A prescindere da quali siano però le cause, ci sono comunque rimedi efficaci (fatta forse eccezione, nei limiti, per i brufoli di origine ormonale).

Brufoli sulla fronte cause

Vediamo insieme come procedere per liberarci una volta per tutte di questo fastidioso inestetismo.

I brufoli andrebbero toccati il meno possibile!

Quello che ci ripetevano con insistenza le nostre nonne e le nostre mamme è vero: i brufoli non andrebbero affatto toccati, perché spremendoli si aggrava l’infiammazione cutanea che in genere li accompagna, rendendo il problema di portata ancora più estesa.

Ci sono prodotti specifici, di cui avremo modo di parlare più avanti, per la rimozione dei brufoli, che permettono di attaccare il problema senza aggravarlo.

Inoltre le mani sono raramente pulite a sufficienza e rischiano di infettare quelle che sono ferite aperte (ovvero i brufoli esplosi) causando problemi se possibile ancora più gravi dei brufoli sulla fronte, perpetuando uno stato infiammatorio e infettivo poi difficilissimo da curare.

Come eliminare i brufoli sulla fronte?

Bisogna cambiare stile di vita, andando a modificare le proprie abitudini alimentari e di igiene.

La dieta, come dovrebbe essere chiaro dai precedenti paragrafi, dovrebbe eliminare cibi particolarmente grassi o zuccherini: i vantaggi non saranno soltanto per la nostra cute, ma più in generale per il nostro organismo.

In aggiunta dovremmo modificare le nostre abitudini di igiene, andando a scegliere saponi che possono pulire in profondità pur senza aggredire eccessivamente la pelle: i migliori saponi per la pulizia viso sono quelli che sono a base di acidi della frutta, in grado di idratare e rinnovare le cellule durante la pulizia del volto.

Per situazioni particolarmente gravi, si può pensare anche di intervenire con lozioni esfolianti, scelte sempre però con l’aiuto di un bravo dermatologo, in quanto sono prodotti che, anche quando venduti per l’utilizzo a casa, presentano dei profili di rischio molto importanti.

Ci sono, inoltre, dei prodotti che ti permettono di rimuovere brufoli e punti neri sulla fronte e sul naso senza eccessivi patemi, che costano poco e che possono garantirti una pelle liscia e vellutata già dalla prima applicazione. Ne parliamo tra pochissimo, continua a leggere.

Punto numero 1: usare un sapone specifico è fondamentale

La prima operazione a cui prestare attenzione quando si parla di inestetismi della cute come i brufoli riguarda la detersione cutanea che deve avvenire con cura e più volte al giorno.

Scegliere un buon detergente di farmacia è senza dubbio il consiglio preliminare che il dermatologo ti darà in quanto senza una buona e profonda detersione ogni altro prodotto applicato sulla pelle non agirà nel modo sperato.

In genere in farmacia possiamo trovare diversi prodotti, con diversi ingredienti:

La scelta deve ricadere esclusivamente su prodotti che la tua pelle tollera e che riescono a rimuovere in profondità le impurità che causano i brufoli sulla fronte e sul resto del viso.

I saponi specifici per la pelle grassa ed acneica non dovrebbero mai mancare nella routine di detersione quotidiana di chi soffre di questi problema. Sono formulazioni molto specifiche che hanno lo scopo di detergere a fondo la pelle ed evitare la produzione eccessiva di sebo.

Punto numero 2: applicare la crema giusta

La vera differenza riguarda proprio la tipologia di crema che utilizziamo per per contrastare sia la comparsa che la cura dei brufoli spuntati sulla fronte. Una buona crema che senza dubbio ti verrà consigliata dal dermatologo deve avere due funzioni: antibatterica e sebonormalizzante.

Prevenire la proliferazione batterica aiuta ad impedire l’infiammazione del bulbo pilifero e conseguenti arrossamenti cutanei. Infatti, a causa della presenza del Propionibacterium acnes i follicoli possono facilmente infettarsi e dare origine alle manifestazioni acneiche.

L’azione sebonormalizzante, invece, è necessaria per evitare che il follicolo si riempi di sebo causando la formazione dei punti neri. In farmacia puoi trovare diversi prodotti che puoi applicare sulla pelle per risolvere il problema, ma ti consiglio di effettuare sempre una visita dermatologica per valutare la gravità della situazione ed evitare la comparsa di fastidiose cicatrici.

Punto numero 3: adotta un corretto stile di vita alimentare

Prendersi cura della propria alimentazione è fondamentale per arginare il problema della pelle grassa quando alla base non vi sono cause di origine ormonale. Le regole essenziali da seguire sono:

  • consumare sufficienti quantità di frutta e verdura fresche e di stagione ricche di vitamine e sali minerali;
  • bere almeno 2 litri d’acqua al giorno per mantenere idratata la pelle e favorire l’eliminazione delle scorie;
  • detergere la pelle a fondo ogni giorno.
Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

LASCIA UN COMMENTO