Aricept: Effetti Collaterali, Posologia e Prezzo

Aricept® è un medicinale che viene prodotto e commercializzato dalla casa farmaceutica Pfizer Italia Srl. Svolge la sua azione grazie al donepezil cloridrato, un principio attivo che viene utilizzato per il trattamento della demenza che si manifesta nel caso del morbo di Alzheimer sia di grado lieve che di grado moderato.

Forme farmaceutiche e dosaggio

Le forme farmaceutiche autorizzate per il commercio in Italia dall’Agenzia del Farmaco sono le seguenti:

  • Aricept® 5 mg compresse per uso orale in confezione da 28 compresse;
  • Aricept® 10 mg compresse per uso orale in confezione da 28 compresse.

Le compresse da 5 mg sono di color bianco con inciso il nome del farmaco su un lato e il numero 5 sull’altro lato.

Le compresse da 10 mg sono di color giallo con inciso il nome del farmaco su un lato e il numero 10 sull’altro lato.

Meccanismo d’azione

Aricept® fa parte dei farmaci anti-demenza e anticolinesterasici. Il principio attivo donepezil cloridrato è un inibitore degli enzimi della acetilcolinesterasi e della colinesterasi. Nei pazienti affetti da Alzheimer l’inibizione di questi enzimi aiuta ad arginare la degenerazione di neuroni dovuta alla malattia.

Posologia e modalità di impiego

Il trattamento con Aricept® inizia con la dose di 5 mg al giorno con un’unica somministrazione giornaliera. Il farmaco va assunto per via orale prima di andare a dormire. La dose di 5 mg al giorno va mantenuta per circa un mese prima di cambiare il dosaggio. In questo modo il medico potrà valutare la risposta clinica del paziente al trattamento. Solo dopo la valutazione clinica la dose di farmaco potrà essere aumentata a 10 mg al giorno, sempre in un’unica somministrazione giornaliera. Anche in questo caso il farmaco va assunto la sera, prima di andare a letto.

La dose massima giornaliera raccomandata è di non più di 10 mg al giorno. Durante il trattamento il paziente dovrà essere monitorato da un medico specializzato sia nella diagnosi che nel trattamento dell’Alzheimer. La terapia deve essere consigliata e seguita solo da un medico. La cura può essere effettuata unicamente se il paziente ha a disposizione una persona che possa aiutarlo nel seguire la terapia. L’assistente dovrà controllare che il paziente abbia effettivamente assunto la dose quotidiana di farmaco. Si consiglia di comunicare al medico o al farmacista il nome della persona che si occupa dell’assistenza.

La terapia di mantenimento prosegue fin quando il paziente presenta un beneficio, per questo l’effetto del donepezil deve essere sempre controllato e rivalutato dal medico. Se l’effetto terapeutico dovesse svanire o ridursi bisogna considerare la possibilità che il paziente debba interrompere il trattamento con Aricept®. La stessa posologia può essere applicata anche ai pazienti con danno renale. Bisogna però fare attenzione alla tollerabilità del paziente, il dosaggio del farmaco deve quindi essere deciso sempre e solo dal medico a seguito di controlli sulla risposta del paziente. Aricept® è indicato per il trattamento di pazienti adulti e anziani. La somministrazione di questo farmaco nei bambini è controindicata.

Sovradosaggio

Non bisogna mai prendere più di una compressa di Aricept® al giorno. Se il paziente prende più di una compressa deve contattare il medico o recarsi al più vicino pronto soccorso. Bisogna portare in ospedale anche la confezione di compresse affinché il medico di Pronto Soccorso possa controllare quanto medicinale il paziente ha effettivamente assunto.

sintomi del sovradosaggio da Aricept® sono:

  • nausea;
  • vomito;
  • sudorazione eccessiva;
  • emissione di bava dalla bocca;
  • battito cardiaco rallentato;
  • pressione bassa;
  • senso di smarrimento;
  • giramenti di testa;
  • difficoltà a respirare;
  • perdita di conoscenza;
  • convulsioni.

Se il paziente dimentica di assumere il farmaco la compressa va assunta il giorno seguente alla sera. Non bisogna compensare le dosi di farmaco e non bisogna prendere una dose doppia. Se il paziente dimentica di assumere il medicinale per un periodo di tempo più lungo di una settimana deve informare il medico prima di riprendere ad assumere il medicinale.

Controindicazioni

Non è indicata la somministrazione di Aricept® nel caso in cui il paziente soffra di ipersensibilità nota, anche se risalente nel tempo al donepezil. Non bisogna prendere Aricept® se il paziente è allergico o ipersensibile anche solo ad uno degli eccipienti o dei componenti del farmaco come: i derivati piperidinici, il magnesio stearato, il lattosio monoidrato, l’idrossipropilcellulosa, la cellulosa microcristallina, l’amido di mais, iprolosa, il talco, il titanio diossido E 171 e l’ossido di ferro giallo sintetico E172 (contenuto solo nella compressa da 10 mg).

Precauzioni per l’uso

Faccia attenzione con Aricept® e informi il suo medico o il suo farmacista di fiducia, prima di iniziare ad assumere il farmaco, se ha sofferto o soffre ancora di:

  • ulcere allo stomaco;
  • ulcere duodenali;
  • convulsioni;
  • spasmi convulsivi;
  • asma;
  • patologie cardiache;
  • patologie polmonari;
  • patologie al fegato;
  • problemi al sistema urinario;
  • problemi ai reni;
  • epatiti.

I pazienti che soffrano di gravi malattie del fegato non devono assumere il farmaco. Anche in caso di gravidanza o sospetta una gravidanza e in allattamento bisogna informare il medico. Nel paragrafo seguente le informazioni in caso di gravidanza e allattamento.

Gravidanza e allattamento

Aricept® non deve essere assunto in gravidanza né durante il periodo dell’allattamento. In caso di gravidanza, sospetta gravidanza o nel caso in cui si stia tentando di avere una gravidanza, bisogna chiedere consiglio al medico prima di iniziare ad assumere qualsiasi medicinale, compreso Aricept®.

Interazioni con altri farmaci

Sono diverse le interazioni di Aricept® con altri medicinali e prima della somministrazione è necessario prendere nota di quelli che sono gli effetti che possono essere utilizzati dalla combinazione di donepezil con eventuali altre terapie.

Assumere Aricept® assieme ad altri medicinali potrebbe avere effetti negativi sulla terapia, avverta il medico o il suo farmacista se sta prendendo o se ha assunto di recente qualsiasi altro farmaco. Avverta subito il medico se sta assumendo ulteriori farmaci per la cura dell’Alzheimer, come ad esempio la galantamina.

Avverta il medico anche se sta assumendo medicinali per la cura dell’artrite, antiinfiammatori non steroidei (conosciuti anche come FANS), aspirina, antidolorifici, anticolinergici, antidepressivi, antibiotici, farmaci per il trattamento delle patologie cardiache, farmaci per il rilassamento dei muscoli. Consulti il medico anche se sta assumendo farmaci che possono essere acquistati senza ricetta o preparati erboristici.

Se deve subire un intervento chirurgico informi il medico e l’anestesista che sta seguendo una terapia a base di Aricept®. Il farmaco non interagisce con cibi e bevande, ma non bisogna assumere alcolici perché potrebbero modificare l’effetto del farmaco.

Effetti collaterali

Utilizzare Aricept® può causare effetti avversi, anche gravi, che nel caso in cui si presentino devono essere necessariamente sottoposti all’attenzione del medico curante.

Deve contattare subito il medico se nota anche solo uno tra gli effetti indesiderati gravi per cui potrebbe risultare necessario un controllo medico urgente. Avvisi il medico se nota i sintomi di una epatite come: nausea, vomito, inappetenza, senso di malessere, prurito, ittero, febbre, urine scure. Avvisi il medico se accusa i sintomi della presenza di ulcere come: forte dolore allo stomaco, malessere, presenza di sangue nelle feci, feci catramose e indigestione.

Effetti collaterali molto comuni (1 paziente su 10): diarrea, vomito, nausea, mal di testa.

Effetti collaterali comuni (da 1 a 10 pazienti su 100): crampi ai muscoli, stanchezza, allucinazioni, insonnia, inappetenza), aggressività, svenimenti, capogiri, mal di stomaco, prurito ed eruzione cutanea, incontinenza.

Effetti collaterali non comuni (da 1 a 10 pazienti su 1.000): battito rallentato

Effetti collaterali rari (da 1 a 10 pazienti su 10.000): tremori, rigidità, movimenti involontari dei muscoli, del viso, della lingua.

Considerato che il medicinale può causare capogiri, stanchezza, crampi muscolari e movimenti involontari (qualora il medico abbia accordato il permesso di guida e utilizzo macchinari) il paziente non deve guidare o utilizzare macchinari in presenza di questi sintomi.

Ricetta, Regime di Dispensazione e Prezzo

Aricept® è catalogato come farmaco di classe A ed è totalmente rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale. Si acquista con ricetta ripetibile limitativa. Per acquistare Aricept® dovremo spendere: 39,95 euro.

Il farmaco dispone di una nota AIFA: la prescrizione del farmaco a carico del Sistema Sanitario Nazionale è consentita a seguito di una diagnosi e della preparazione di un piano terapeutico. Alle Unità di Valutazione Alzheimer (UVA) viene affidato il compito di effettuare e/o confermare la diagnosi e di stabilire il grado di gravità della malattia in accordo con la scala MMSE.

La terapia deve essere formulata in base alla diagnosi e la risposta clinica dovrà essere controllata dal medico ad intervalli regolari sin dall’inizio della terapia. Dopo 1 mese il controllo va effettuato per valutare gli effetti collaterali sul paziente e per l’eventuale aggiustamento del piano terapeutico. Dopo 3 mesi il controllo va fatto per valutare la prima risposta del paziente e per il controllo della tollerabilità al farmaco. Ogni 6 mesi deve essere effettuato un esame clinico per le valutazioni della risposta del paziente e della tollerabilità al farmaco.

LASCIA UN COMMENTO