Benexol B12: a Cosa Serve e Quando Prenderlo?

Benexol® è un farmaco prodotto dalla casa farmaceutica Bayer S.p.A. ed approvato per il trattamento di tutti quei casi in cui vi è una carenza di vitamine del gruppo B: vitamina B1, vitamina B6 e vitamina B12.

Benexol b12

La carenza di queste vitamine è associata alla manifestazione di serie patologie come polinevriti di origine carenziale oppure dovute alla somministrazione di farmaci che antagonizzano l’effetto della vitamina B6 come l’isoniazide, un antibiotico antitubercolare.

A cosa serve Benexol®? 

Benexol® B12 trova impiego anche nella cura delle nevriti di origine non carenziale ma infiammatoria ed in corso di radioterapia, infatti avrete sicuramente sentito parlare di questo farmaco se avete sofferto di sciatalgia.

Benexol® è un’associazione di tre principi attivi che sono sostanzialmente tre vitamine: in Benexol® compresse gastroresistenti sono presenti tiamina (vitamina B1), piridossina (vitamina B6) e cianocobalamina (vitamina B12), mentre in Benexol® fiale sia alto che basso dosaggio vitamina B1 come cocarbossilasi, vitamina B6 come piridossina cloridrato e vitamina B12 come idroxocobalamina.

Quanto costa?

Benexol® compresse è un SOP, ovvero un farmaco senza obbligo di ricetta medica ed il prezzo è di circa 12,00 euro.

Mentre il prezzo di Benexol® fiale è di 11,80 euro per il dosaggio basso e di 13,30 euro per il dosaggio alto.

Per poter acquistare Benexol® fiale, è però, necessario esibire una ricetta medica.

Nota. Benexol® è un farmaco che spesso è difficile trovare in tutte le farmacie: se cerchi un prodotto analogo ti consiglio Neuraben®.

Posologia, interazioni ed effetti indesiderati

Benexol® B12 è un farmaco che può essere somministrato nella popolazione adulta e in quella adolescenziale a partire dai 12 anni d’età.

Per quanto riguarda Benexol® compresse, la posologia prevede l’assunzione di una compressa al giorno.

Le compresse sono gastroresistenti quindi vanno deglutite intere con un bicchiere d’acqua; non vanno sciolte nè frantumate nè masticate.

Invece, per Benexol® fiale la è di una fiala al giorno sia per il basso dosaggio sia per quello alto.

L’iniezione di Benexol® va effettuata per via intramuscolare profonda con un’infusione quanto più lenta possibile.

La soluzione di Benexol® da iniettare deve essere preparata al momento miscelando la polvere liofilizzata con l’acqua sterile per preparazione iniettabili (ppi) e va preparata al momento.

In genere, il trattamento con Benexol® sia in fiale che compresse dura 1-2 settimane, ma si può arrivare anche a mesi di trattamento a seconda dei casi.

Non bisogna superare le dosi consigliate in quanto un sovradosaggio o un periodo di trattamento superiore a quello raccomandato possono essere responsabili di gravi fenomeni di neurotossicità.

Benexol® non va somministrato nei bambini al di sotto dei 12 anni d’età e in tutti quei pazienti che soffrono di insufficienza epatica o/renale.

Il farmaco può dare interazioni con se assunto con altri farmaci. Particolare attenzione è rivolta a chi assume levodopa, farmaco che si usa in caso di terapia anti-parkinsoniana, in quanto la piridossina (vit. B6) contenuta in Benexol® antagonizza gli effetti della levodopa.

Inoltre, interagiscono sempre con la vitamina B6: la cicloserina (antibiotico a largo spettro e antitubercolare), idralazina (antipertensivo), isoniazide (antitubercolare), desossipiridossina (antagonista della piridossina), D-penicillamina (chelante ed antinfiammatorio di alcune forme di artrite), contraccettivi orali, altretamina (anittumorale), fenobarbital (anticonvulsivante), fenitoina (antiepilettico) e amiodarone (anti-aritmico). Farmaci che inteagiscono con la vitamina B1 sono l’acetazone (un sulfamidico) e 5-fluorouracile (antitumorale).

Invece, farmaci come gli aminoglicosidi, gli antistaminici (anti-H2), la metformina e altre biguanidi, i contraccettivi orali, l’acido aminosalicilico e gli inibitori di pompa protonica possono ridurre l’assorbimento della vitamina B12 a livello della mucosa gastrointestinale. Il cloramfenicolo, inoltre, può ritardare oppure interrompere la risposta dei reticolociti (forme immature dei globuli rossi) alla vitamina B12.

Controindicazioni

Benexol® B12 è controindicato sia in gravidanza che in allattamento.

I suoi principali effetti collaterali sono: nausea, vomito, diarrea, reazioni anafilattiche, reazioni di ipersensibilità inclusa l’asma, edema ed angioedema. In caso di ipervitaminosi per assunzione eccessiva del prodotto, possono manifestarsi: neuropatia periferica e sensitiva, cefalea, parestesie, sonnolenza e diminuzione della concentrazione sierica dell’acido folico.

Prima di assumere Benexol® è necessario chiedere consiglio al proprio medico che sceglierà per voi il dosaggio e la forma farmaceutica più indicata.

Leggi Anche:

11 COMMENTI

  1. perché benexol compresse non viene più distribuito nelle farmacie da un anno a questa parte?
    come posso acquistarlo’?
    grato di una vs. risposta

    • Ciao Silvano. Il farmaco sembra non sia reperibile dalle farmacie italiane in quanto l’azienda da un anno non rifornisce le farmacie. In alternativa puoi assumere Neuraben: trovi la scheda completa qui.

  2. non riesco più a trovare il benexol dosaggio alto b1+b2+b12 in fiale (punture) è ancora in produzione e come faccio a reperirlo ? grazie se possibile una risposta

    • Purtroppo è un farmaco che necessita di ricetta medica e pertanto non può essere venduto dalle farmacie on-line. I siti che dispensano questo farmaco lo fanno in maniera illegale. Il mio consiglio è quello di recarsi nella sua farmacia di fiducia e chiedere un farmaco che sostituisca il Benexol.

LASCIA UN COMMENTO