Farmaci per Dimagrire: quali sono? come agiscono?

Per molte persone perdere peso non è fondamentale solo per il loro modo di apparire, ma è importante anche per la propria salute. Infatti, quando iniziamo a mettere su dei chili di troppo questi possono influenzare negativamente la nostra vita, non solo dal punto di vista estetico.

Ma quali sono i migliori farmaci per dimagrire? Come funzionano? Ci sono delle controindicazioni o dei rischi associati ai farmaci per dimagrire? Come vanno assunti questi farmaci? Quando dobbiamo chiedere aiuto al nutrizionista? Oggi risponderemo a queste e a tante altre domande.

Cosa sono i farmaci per dimagrire? Quante tipologie esistono?

Quando parliamo di farmaci per dimagrire ci riferiamo ad una particolare categoria di farmaci che hanno trovato largo utilizzo nel trattamento di condizioni di sovrappeso e di obesità.

Quindi non stiamo parlando di medicinali che possiamo assumere anche per perdere qualche chilo di troppo, certamente possiamo farlo in alcuni casi, ma, come abbiamo detto, sono più indicati per condizioni più gravi.

In linea di massima possiamo fare una distinzione tra due categorie principali, ossia:

  • I farmaci da banco e preparati erboristici che possono essere tranquillamente acquistati senza il bisogno della ricetta medica e comprendono altre sottocategorie che comprendono pillole per dimagrire (generalmente a base di erbe) che possono avere, come vedremo svariate azioni;
  • I farmaci che sono venduti solo ed esclusivamente con la prescrizione medica che comprendono farmaci con la chiara indicazione terapeutica del trattamento dell’obesità. Si tratta per lo più di medicinali che sono stati ritirati dal mercato a causa degli effetti collaterali che comportavano. Attualmente è disponibile in commercio l’Orlistat con il nome di Xenical®.

Oltre ad essere consigliati e prescritti nel caso in cui siamo in una condizione di sovrappeso e/o di obesità, i farmaci dimagranti hanno trovato largo utilizzo anche nel caso in cui bisogna smaltire sbarazzarsi dei chili in eccesso ad esempio prima di sottoporsi ad un intervento chirurgico.

Come funzionano i farmaci per dimagrire?

Prima di occuparci delle varie tipologie di prodotti dimagranti che possiamo trovare in commercio, dobbiamo soffermarci sul meccanismo d’azione che, intuibilmente, varia proprio in base al prodotto ma anche in relazione all’effetto che vogliamo ottenere.

I prodotti per dimagrire, quelli erboristici e da banco, possono avere diversi meccanismi d’azione, di seguito ti mostriamo i più comuni:

  • L’azione del farmaco sui grassi e sugli zuccheri consiste nell’andare a ridurre il loro assorbimento con l’alimentazione, così che il nostro organismo possa utilizzare le fonti di grasso presenti all’interno del corpo per produrre energia. Queste sostanze si combinano con i grassi a livello intestinale e li allontanano dal processo digestivo;
  • L’azione sui liquidi corporei, anche detta drenante, si esplica attraverso l’aumento dell’eliminazione dei liquidi in eccesso, così da facilitare la perdita di peso. Tra i principi che svolgono questa azione abbiamo una serie di estratti vegetali;
  • L’azione sulla fame, o meglio, sul controllo del senso di fame. In questo caso i preparati sono in grado di regolare la sazietà, così da limitare l’apporto di cibo e, quindi, anche delle calorie. I prodotti che agiscono sulla fame lavorano direttamente sul sistema nervoso, o gonfiando le fibre dello stomaco e aumentando, appunto, il senso di sazietà;
  • L’azione sul metabolismo, come si può facilmente evincere dal nome, prevede di agire direttamente sul nostro sistema metabolico, ad esempio intervenendo sulla tiroide oppure svolgendo un’azione termogenica. Tutte queste funzioni favoriscono l’aumento del metabolismo che si traduce in perdita di peso e aumento del dispendio calorico.

Quali sono i migliori farmaci da banco per dimagrire?

Come abbiamo già detto in precedenza, i farmaci dimagranti da banco sono quei medicinali che servono per perdere peso e che possono essere tranquillamente acquistati senza la ricetta del medico. In genere si considerano tali anche i prodotti erboristici a base di piante dall’azione dimagrante o i dispositivi medici ad azione cattura grassi.

Per funzionare davvero, ed è il caso di ribadirlo fin da subito, questi prodotti devono essere necessariamente combinati con una alimentazione sana ed equilibrata supportata dalla giusta attività fisica.

  • I preparati antifame da banco consistono soprattutto in integratori alimentari che hanno un particolare effetto dimagrante a causa di alcune sostanze naturali in essi contenute, ad esempio il Guaranà, la teina del Té, la Caffeina. Il meccanismo d’azione di questi prodotti consiste nell’aumentare il metabolismo basale, stimolando il nostro corpo a bruciare più calorie stando a riposo;
  • I farmaci cattura grassi sono preparati che aiutano, grazie a delle speciali molecole, ad assorbire meno grassi e zuccheri con l’alimentazione riducendo così il carico calorico giornaliero e la quantità di zuccheri assimilata.

Quali sono i principali effetti collaterali di questi prodotti?

Così come accade per qualsiasi altra categoria di farmaci, però, anche nel caso dei farmaci antifame e dei cattura grassi, potrebbero verificarsi degli effetti collaterali più o meno gravi.

Nel primo caso, ossia per quanto riguarda i farmaci antifame, ricordiamo soprattutto i seguenti effetti collaterali:

  • Insonnia;
  • Nervosismo;
  • Ipereccitabilità;
  • Stati d’ansia;
  • Assuefazione.

Proprio a causa dell’ultimo punto, ossia l’assuefazione, i medici e gli esperti nutrizionisti consigliano di usare i farmaci antifame per un periodo che non superi per 4 settimane di trattamento.

Inoltre, questi medicinali sono fortemente sconsigliati per coloro che soffrono di diabete in quanto potrebbero verificarsi delle complicazioni più o meno gravi.

Nel secondo caso, ossia per quanto riguarda i farmaci dimagranti cattura grassi, bisogna citare i seguenti effetti collaterali:

  • riduzione dell’assorbimento di alcuni importanti farmaci (gli anticoagulanti ad esempio);
  • carenze vitaminiche, specie quelle a struttura lipofila come la vitamina E e la vitamina D;
  • flatulenza.

Quali sono i farmaci dimagranti che necessitano della prescrizione medica?

Non tutti i farmaci dimagranti possono essere acquistati al banco della farmacia senza la ricetta del medico. Infatti, ce ne sono alcuni che necessitano della prescrizione medica.

Tra questi ricordiamo sicuramente quelli citati in seguito:

  • Le anfetamine;
  • I farmaci anoressizzanti (che hanno comunque effetti simili alle anfetamine).

A causa dei molteplici effetti collaterali che sono stati registrati in seguito all’assunzione di tali farmaci, però, sia le anfetamine sia i medicinali anoressizzanti, sono stati ritirati dal mercato e sono stati sostituiti da farmaci più sicuri ed efficaci di cui parleremo nel prossimo paragrafo.

Farmaci per dimagrire: l’Orlistat

Il farmaci che ha sostituito le anfetamine e i medicinali anoressizzanti (attualmente revocati dal commercio e considerati illegatli) per il trattamento di obesità e sovrappeso è l’orlistat commercializzato con il nome di Xenical® o Alli®.

L’orlistat è un farmaco largamente diffuso ed utilizzato per il trattamento delle condizioni di diagnosticata obesità. Il suo meccanismo d’azione consiste nell’andare a bloccare le lipasi gastroenteriche, ossia gli enzimi responsabili della digestione e del riassorbimento dei grassi.

Così facendo, l’orlistat contribuisce a ridurre del 30% l’assimilazione dei grassi e, quindi, anche del peso corporeo. Si tratta di un medicinale che consente la perdita di peso in maniera rapida ed efficace. Questo medicinale è disponibile in commercio in due formati:

  • dosaggio da 120 mg acquistabile solo dietro prescrizione medica;
  • dosaggio da 80 mg come farmaco da banco e acquistabile sia nelle farmacie fisiche sia in quelle on-line.

Ci sono delle controindicazioni relative ai farmaci per dimagrire?

Talvolta l’assunzione dei farmaci dimagranti potrebbe rappresentare un pericolo per il nostro organismo e, prima di assumerli, sarebbe opportuno tener conto delle controindicazioni di ognuno di essi.

In linea di massima possiamo dire che le controindicazioni più comuni di questi farmaci sono le seguenti:

  • Insufficienza renale;
  • Presenza di alcune patologie intestinali;
  • Scompensi ormonali, come nel caso dell’ipertiroidismo;
  • Problemi coronarici.

Tuttavia, ricorda che questi non sono le uniche controindicazioni che interessano questi medicinali e, soprattutto, che ogni farmaco specifico può averne di altre. Perciò sarebbe opportuno confrontarsi con il proprio medico curante prima di intraprendere qualsiasi tipo di terapia dimagrante.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO