Fitostimoline® Crema, Ovuli e Garze: A cosa serve?

Fitostimoline® è medicinale prodotto e distribuito in Italia dalla casa farmaceutica Farmaceutici Damor SpA, che deve la sua azione all’estratto acquoso di Triticum vulgare, il principio attivo che è specificatamente indicato per il trattamento delle affezioni flogistiche e distrofiche di varia natura dei genitali femminili (per i prodotti specifici) e per incoraggiare la riparazione dei tessuti (per i prodotti per le piaghe da decubito).

Forme Farmaceutiche e Prezzo

Esistono le seguenti forme farmaceutiche di Fitostimoline® in commercio nel nostro paese.

  • Fitostimoline® soluzione vaginale, flacone, flaconi da 140 mL: prezzo 18,00 euro;
  • Fitostimoline® crema vaginale, 20%, tubo, confezione da 32 g: prezzo 17 euro;
  • Fitostimoline® ovuli, 600 mg, ovuli, confezione da 6 ovuli: prezzo 17 euro;
  • Fitostimoline® garze, 15%, garze, confezione da 10 garze: prezzo 20 euro;
  • Fitostimoline® crema (per piaghe da decubito), 15%, tubo, confezione da 32 grammi: prezzo 18,00 euro.

Indicazioni Terapeutiche

Fitostimoline® è consigliato per incoraggiare i processi riparativi dei tessuti nella sua formulazione per le piaghe da decubito. Per le formule con utilizzo vaginale viene utilizzato per il trattamento delle affezioni flogistiche e distrofiche di varia natura dei genitali femminili. Per qualsiasi dubbio sulle indicazioni terapeutiche del farmaco Fitostimoline® si consiglia di consultare il proprio medico.

Come agisce?

Fitostimoline® è un medicinale che appartiene alla categoria dei farmaci per il trattamento delle affezioni flogistiche e distrofiche di varia natura dei genitali femminili e nelle formule contro le piaghe da decubito in quanto agisce incoraggiando il processo di riparazione dei tessuti danneggiati.

Fitostimoline® è un medicinale che basa la sua azione sul Triticum vulgare che accelera i processi riparativi dei tessuti, va a stimolare la chemiotassi e la maturazione fibroblastica e migliora l’indice fibroblastico, in sintesi agisce positivamente sui punti cruciali dei processi di riparazione dei tessuti.

Posologia e Modalità d’Impiego

Assumere il prodotto secondo la seguente posologia. Per la lavanda vaginale in flacone 1 o 2 irrigazioni vaginali al dì inserendo la cannula in vagina e premendo leggermente ai lati del flacone.

Per gli ovuli è sufficiente inserire un ovulo direttamente in vagina e in profondità la sera prima di coricarsi, questo per permettere al principio attivo di agire con efficacia.

La crema vaginale al 20% va applicata 1 o 2 volte al giorno salvo diverso parere medico. La crema al 15% va applicata 1 o 2 volte al giorno salvo diverso parere medico. La crema vaginale va applicata nella zona intima, mentre la crema al 15% non è per il trattamento intimo, ma per la cura delle piaghe da decubito.

Le garze sono per il trattamento delle piaghe da decubito e vanno applicate 1 o 2 volte al giorno sulla parte da trattare che sarà stata preventivamente pulita e disinfettata.

I pazienti che soffrono di insufficienza renale e per i pazienti che soffrono di insufficienza epatica non ci sono particolari accorgimenti da prendere, ma è comunque consigliabile rivolgersi ad un medico prima di iniziare la terapia a base di Fitostimoline®.

Sovradosaggio

Al momento non si conoscono gli effetti per l’assunzione in alte dosi di Fitostimoline®. Non sono al momento noti i sintomi di un possibile sovradosaggio dato anche il basso assorbimento.

Nonostante sia difficile il sovradosaggio, è comunque consigliabile evitare di utilizzare dosi massicce di farmaco e di prendere due dosi per compensare una dimenticanza. In caso di ingestione accidentale consultare subito il più vicino ospedale.

Si può usare in gravidanza e allattamento?

Si può assumere Fitostimoline® durante la gravidanza? E durante l’allattamento? Nessun prodotto e nessuna formula di Fitostimoline® è controindicata in gravidanza o allattamento, ma è comunque necessario consultare il medico prima di assumere il farmaco.

Non assuma alcun medicinale e nessun integratore in gravidanza e allattamento senza che ce ne sia effettiva necessità e senza prima aver chiesto il parere del medico.

Avverta il medico se sta allattando o se è gravida, se pensa di esserlo o se sta cercando una gravidanza, prima di assumere qualsiasi medicinale o integratore, anche quelli senza obbligo di prescrizione del medico. Per qualsiasi dubbio sull’utilizzo del farmaco Fitostimoline® in gravidanza e allattamento si consiglia di consultare il proprio medico.

Controindicazioni

L’utilizzo di Fitostimoline® è controindicato nel caso di conclamata ipersensibilità a Triticum vulgare o ad uno qualunque degli eccipienti presenti nel farmaco.

Negli ovuli gli eccipienti sono: 2-fenossietanolo, macrogol 1500, macrogol 12000 e macrogol 400.

Nella crema vaginale al 20% gli eccipienti sono: 2-fenossietanolo, vaselina bianca, glicerina, sodio cetil stearil solfato, alcool cetil stearilico, metile paraidrossibenzoato e decil oleato.

Nella soluzione vaginale al 4% gli eccipienti sono: 2-fenossietanolo, benzalconio cloruro e acqua depurata.

Nella crema al 15% gli eccipienti sono: 2-fenossietanolo, macrogol 3000, macrogol 400, macrogol 1500, macrogol 4000, paraffina liquida, alcool cetilico, glicerina, alcool stearilico e acqua depurata.

Nelle garze gli eccipienti sono: macrogol 400, macrogol 600, macrogol 1500,  2-fenossietanolo, macrogol 4000, glicerina e acqua depurata.

Al momento non ci sono altre controindicazioni da segnalare relative all’utilizzo del farmaco Fitostimoline®. Il farmaco non deve essere utilizzato sui bambini salvo diverso parere del medico.

Per qualsiasi dubbio sulle possibili controindicazioni del farmaco Fitostimoline® si consiglia di consultare il proprio medico di fiducia.

Interazione con altri farmaci

Al momento non sono note interazioni di altri farmaci assunti in contemporanea con Fitostimoline®, ma è comunque importante avvertire il medico se si sono assunti, si dovranno assumere o se si stanno assumendo altri farmaci assieme alla terapia con il farmaco.

Effetti collaterali

Potrebbero presentarsi, in rari casi, reazioni di ipersensibilità. Al momento non sono noti effetti collaterali associati all’utilizzo del farmaco Fitostimoline®, ma è comunque consigliabile rispettare la posologia del farmaco per evitare che si manifestino.

Utilizzare in maniera continuata e per lungo periodo il prodotto potrebbe dare origine a fenomeni di sensibilizzazione che devono essere opportunamente trattati. In questo caso si consiglia di consultare il medico o il più vicino ospedale.

Se il paziente nota degli effetti collaterali associabili a Fitostimoline® e non riportati sul foglietto illustrativo, deve contattare il medico o il farmacista di fiducia che lo aiuteranno a segnalare gli effetti collaterali fino ad allora non noti. È anche possibile segnalare direttamente gli effetti collaterali fino ad allora non noti sul sito ufficiale dell’Agenzia Italiana del Farmaco.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO