Rinazina® Spray Nasale: Prezzo, Posologia ed Effetti Collaterali

Rinazina® è un prodotto medicinale distribuito in Italia dalla casa farmaceutica Glaxosmithkline il cui principio attivo è la nafazolina nitrato. Si tratta di un principio attivo ad azione decongestionante che trova impiego nel trattamento delle seguenti

Rinazina® è un medicinale che viene tipicamente utilizzato per il trattamento di:

  • riniti acute catarrali;
  • riniti allergiche;
  • faringiti acute catarrali;
  • sinusiti acute.

Aiuta a decongestionare il naso e a fluidificare il catarro.

Quanto costa?

Le forme farmaceutiche di Rinazina® attualmente autorizzate in Italia sono le seguenti:

  • Rinazina® 0,1%, spray nasale, flacone da 15 mL al prezzo di 9,10 euro;
  • Rinazina® 0,1% gocce nasali, flacone da 10 mL al prezzo di 9,20 euro.

Acquistando questo farmaco direttamente dalle farmacie on-line autorizzate dal Ministero della Salute è possibile risparmiare fino al 30%. Qui ti riporto le migliori offerte attualmente in corso.


Vuoi ricevere gli sconti migliori per l'acquisto dei tuoi farmaci ed integratori?
Riceverai i migliori sconti direttamente nella tua e-mail personale!

La tua privacy è al sicuro!


Come agisce?

Rinazina® è un medicinale che appartiene alla categoria dei simpaticomimetici con elevata azione vasocostrittrice. Il farmaco applicato localmente agisce come decongestionante delle mucose rinofaringee, agisce in genere entro pochi minuti e la sua azione dura circa 4-6 ore.

Posologia e Modalità d’Impiego

Per il trattamento con Rinazina® spray nasale  bisogna attenersi alla seguente posologia. 1 o 2 nebulizzazioni in ciascuna narice per 2 o 3 volte al giorno. Il farmaco è controindicato nei bambini con una età inferiore ai 12 anni.

Per la prima applicazione premere due o tre volte il dosatore per attivare la pompa. Il flacone va tenuto in posizione verticale. Non seguire il trattamento per oltre una settimana.

Per il trattamento con Rinazina® gocce nasali bisogna utilizzare il farmaco come segue. Negli adulti: 2 o 3 gocce in ciascuna narice per 2 o 3 volte al giorno.

I pazienti che soffrono di insufficienza renale e nel caso di presenza di insufficienza epatica non ci sono istruzioni specifiche. È comunque consigliabile consultare il medico prima di assumere il farmaco.

Sovradosaggio

Come gli altri farmaci anche Rinazina® può causare i sintomi di un sovradosaggio. In caso di sovradosaggio possono comparire sintomi come:

  • ipertensione;
  • tachicardia;
  • mal di testa;
  • fotofobia;
  • senso di pesantezza toracica.

Nei bambini i sintomi di un sovradosaggio sono:

  • ipotermia;
  • depressione del Sistema Nervoso Centrale severa;
  • sedazione;

Fare attenzione alle dosi consigliate riduce il rischio di sovradosaggio. Un sovradosaggio del farmaco, anche se si tratta di un prodotto somministrato per via topica e per periodi di tempo previ, può dare origine ad effetti sistemici seri. In caso di ingestione accidentale del farmaco consultare il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

Gravidanza e allattamento

Per quanto riguarda l’utilizzo del prodotto durante la gravidanza e l’allattamento bisogna chiedere il parere del medico. I farmaci, in gravidanza e allattamento, devono essere assunti solo a seguito di assenso del medico.

Se sospetta una gravidanza o se ne sta cercando una deve avvisare il medico prima di assumere il farmaco. In gravidanza e allattamento anche i comuni farmaci da banco possono causare danni al feto o al lattante e devono essere assunti solo a seguito della richiesta di un parere medico.

Per qualsiasi dubbio sull’utilizzo del farmaco Rinazina® in gravidanza e allattamento si consiglia di consultare prima il medico.

Controindicazioni

L’utilizzo del farmaco è sconsigliato in tutti i casi di ipersensibilità al principio attivo o agli eccipienti contenuti all’interno della formulazione.

Gli eccipienti contenuti nel farmaco sono:

  • Per le gocce nasali: sodio cloruro, sodio fosfato monobasico diidrato, benzalconio cloruro, disodio edetato, acido fosforico concentrato, acqua depurata;
  • Per lo spray nasale: sodio cloruro, sodio fosfato monobasico diidrato, disodio edetato, acido fosforico concentrato, aroma balsamico, benzalconio cloruro, acqua depurata.

Il medicinale è controindicato in caso di malattie cardiache severe ed ipertensione arteriosa grave, in caso di glaucoma e di ipertiroidismo. Non deve essere utilizzato nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Non deve essere assunto durante e/o nelle due settimane successive ad una terapia a base di farmaci antidepressivi. Per qualsiasi dubbio sulle controindicazioni del farmaco Rinazina® si consiglia di consultare il medico.

L’uso prolungato di farmaci vasocostrittori potrebbe andare ad alterare la normale funzionalità delle mucose del naso e/o dei seni paranasali. Un uso prolungato potrebbe causare anche assuefazione al farmaco.

Il benzalconio cloruro, il conservante contenuto nel medicinale, può causare un rigonfiamento della mucosa nasale, soprattutto se viene utilizzato per lunghi periodi.

L’uso dei prodotti topici può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione soprattutto in seguito ad un uso prolungato. In questi casi è necessario interrompere il trattamento e consultare il medico per scegliere una terapia idonea.

Interazione con altri farmaci

Se il paziente ha assunto, dovrà assumere o sta assumendo qualsiasi altro farmaco deve consultare il medico. Il farmaco Rinazina® interagisce con i farmaci antidepressivi.

Effetti collaterali

Come per tutti i farmaci anche Rinazina® può dare origine ad effetti indesiderati anche se non tutti i pazienti li manifestino. Il farmaco potrebbe provocare a livello locale dei fenomeni di rimbalzo con congestione e/o con sensibilizzazione delle mucose.

Potrebbero verificarsi effetti sistemici come bradicardia riflessa, mal di testa, ipertensione arteriosa e disturbi della minzione. Gli effetti indesiderati sono transitori, ma se si presentano è consigliabile consultare il medico. Il medicinale può causare broncospasmo. Nel caso in cui si presenti un grave mal di testa sospendere il trattamento e consultare il medico.

Non sono noti effetti sulla capacità di guidare o sulla capacità di usare macchinari. L’uso del farmaco costituisce doping e può dare origine a positività ai test antidoping negli sportivi.

Seguire con attenzione le istruzioni del medico o del farmacista o quelle contenute nel foglio illustrativo riduce notevolmente il rischio di andare incontro effetti indesiderati.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO