Camminata veloce per dimagrire: quali benefici per la nostra forma fisica?

    La camminata veloce per dimagrire è uno dei metodi low-cost che abbiamo a disposizione per snellire il nostro corpo in modo semplice ed apportare numerosi benefici non solo alla nostra silhouette ma anche al nostro corpo in generale. È un’attività che mette in moto il nostro sistema cardiovascolare aumentando le capacità metaboliche del soggetto. Questo vuol dire che effettuando un allenamento costante potremo accelerare il nostro metabolismo e bruciare più grassi. Se avete deciso di mettervi a dieta ma non volete rinchiudervi in una palestra la camminata veloce fa al caso vostro: bastano 45 minuti al giorno, eseguiti con costanza, per apprezzarne i benefici in poche settimane. Camminare all’aria aperta ha anche il vantaggio di scaricare lo stress e dare una sferzata positiva al nostro umore soprattutto nelle calde giornate primaverili. Andiamo con ordine però e cerchiamo di capire quale livello di allenamento occorre sostenere per avere dei risultati tangibili e visibili.

    Consigli per sfruttare al meglio la camminata veloce per dimagrire in maniera efficace

    Il primo consiglio è quello di dedicarvi alla camminata all’aperto, compatibilmente alle condizioni meterologiche: scegliete una zona ben esposta al sole ma non eccessivamente soleggiata. Attenzione alle zone in cui si alternano zone d’ombra a zone soleggiate, durante la camminata potreste sudare e prendere un colpo di freddo. La camminata veloce all’aria aperta consente: di respirare aria pulita, di “resistere” al vento, di distrarsi guardando i paesaggi e per tale ragione può risultare meno noiosa. Inoltre, la camminata outdoor offre la possibilità di misurare con precisione distanza percorsa, calorie spese, frequenza del battito cardiaco, di pianificare l’allenamento e di intensificare lo sforzo sia in termini di velocità che di inclinazione della superficie da percorrere. A prescindere dalla scelta che farete, sappiate che la camminata veloce permette una buona tonificazione dei muscoli della parte inferiore del corpo e di far lavorare l’apparato cardiovascolare dando una sferzata al nostro cuore ottenendo una buona riduzione dei livelli di colesterolo. Da non trascurare sono anche gli effetti psicologici: la camminata veloce aiuta infatti a ridurre lo stress in quanto vengono prodotte grandi quantità di endorfine che contribuiscono al raggiungimento di un buono stato di benessere psico-fisico.

    Leggi anche: Come trovare le giuste motivazioni per dimagrire

    L’importanza di un programma per la camminata veloce: solo così si può dimagrire!

    la camminata veloce fa dimagrire?Una volta chiariti i principali benefici della corsa passiamo a stilare un vero e proprio programma di allenamento adatto a tutti coloro che vogliono dimagrire con la camminata veloce. Per prima cosa è bene iniziare ogni sessione con una fase di riscaldamento. Oltre ai tradizionali esercizi di stretching per allungare i muscoli si può passeggiare per un paio di minuti lentamente, per poi aumentare la velocità e ritornare alla passeggiata lenta ripetendo questa sequenza per 3-4 volte. Una volta preparato il corpo si potrà passare all’allenamento vero e proprio. Allenatevi gradualmente, così da riuscire a sostenere 15 minuti di camminata a passo regolare e 15 minuti a passo veloce per poi concludere con altri 15 minuti di camminata regolare. Questi 45 minuti totali di allenamento, ripetuti con costanza quotidiana, consentono di bruciare circa 1.300 calorie alla settimana, dando una sferzata positiva al nostro metabolismo e al tempo stesso sfruttare tutti i vantaggi dell’esposizione all’aria aperta. Tuttavia, il solo allenamento non basta. Infatti, è necessario seguire un regime alimentare controllato, vario ed equilibrato se il nostro obiettivo è quello di dimagrire qualche chiletto accumulato. Seguire un regime alimentare sano ed equilibrato vuol dire evitare cibi eccessivamente grassi, evitare zuccheri semplici facendo attenzione a tutto lo zucchero “nascosto” come le bibite gassate, evitare un consumo eccessivo di alcool ma largo spazio a frutta fresca e secca, verdura, cereali, proteine nobili di carne, pesce, uova e formaggi magri. Se queste indicazioni generali sono ormai note a tutti (o quasi), può essere più utile parlare in questa sede di cosa mangiare per prepararsi alla camminata veloce.
    Per prima cosa è bene assicurare al corpo la corretta idratazione. Bere almeno due litri d’acqua al giorno è fondamentale per consentire un giusto ricambio di acqua intra ed extracellulare ed eliminare gran parte delle tossine accumulate. Reintegrate i sali minerali con degli ottimi centrifugati o premute di frutta. È importante assumere una buona fonte proteica dopo l’allenamento in maniera tale da riparare le fibre muscolari. Durante la camminata, specialmente nei mesi estivi, potrà essere necessario reintegrare i liquidi persi, ricordate quindi di portare con voi una bottiglietta di acqua.

    Ma come bisogna vestirsi per dedicarsi a questa attività sportiva? 

    L’abbigliamento deve essere naturalmente comodo e traspirante. Potete scegliere tra tute di felpa e accessori traspiranti, ma non privilegiate la moda a discapito della comodità che deve essere sempre garantita. Ai piedi se avete deciso di seguire con costanza questo allenamento, indossate delle scarpe da walking comode e leggere. La scarpa deve essere sempre leggera, un modello a scarponcino può essere adatto se avete una caviglia debole o la tendenza a slogature e distorsioni. Evitate di utilizzare per questa attività le stesse scarpe che avete usato per correre: la corsa infatti provoca una distribuzione diversa del peso corporeo e sulle articolazioni. Attenzione anche alle calze, che devono essere aderenti e non stringere alla caviglia per consentire la facile risalita del sangue durante l’esercizio fisico.

    LASCIA UN COMMENTO