ACTH: Valori, Sintomi e Test

Quali sono i valori normali di ACTH?

In un soggetto sano e in buona salute, i valori normali di ACTH devono trovarsi nei seguenti range di concentrazione espressi in picomoli/millilitri di sangue:

  • Uomini: tra 7 e 50 pg/mL;
  • Donne: tra 5 e 27 pg/mL;
  • Fase pre-adolescenziale: 7-28 pg/mL;
  • Adolescenza: 2-49 pg/mL.

Questi valori sono indicativi e possono variare da laboratorio a laboratorio a seconda dei parametri che esso sceglie di fissare.

Come interpretare un valore alto o basso di ACTH? Innanzitutto, dobbiamo fare alcune precisazioni per cercare di capire quando e come si considerano anormali i valori di ACTH.

Il solo valore di questo ormone non può essere utile per stilare una diagnosi accurata da parte del medico, ma sarà necessario associare sempre il dosaggio del cortisolo anche perché, come detto precedentemente, le due secrezioni vanno di pari passo e variano nell’arco della giornata.

Cause dell’alterazione della produzione di cortisolo ed ACTH

Esistono numerose situazioni ed altrettante patologie che sono caratterizzate da un’alterazione della produzione di questi due ormoni.

In sostanza, quello che può accadere e che si verifichi uno squilibrio dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene, infatti alterazioni funzionali dell’ipofisi o delle stesse ghiandole surrenali possono aumentare oppure diminuire la quantità di ormoni prodotta con conseguenze sui meccanismi fisiologici regolati dal cortisolo.

ACTH alto e basso sintomi

Quali sono le cause possibili di questo squilibrio? Le malattie ipofisarie che interferiscono con la sintesi dell’ACTH oppure quelle dovute ad un’alterazione funzionale delle ghiandole surrenali possono provocare un aumento o una diminuzione della quantità di ormoni prodotta.

Anche alcun tumori secernenti ACTH che si localizzano a livello dell’ipofisi, del surrene oppure di zone completamente diverse possono produrre ACTH e quindi far aumentare la concentrazione di cortisolo.

Vediamo in dettaglio queste situazioni:

  • Ipopituitarismo. Questa condizione è caratterizzata da un’alterazione nel funzionamento dell’ipofisi. Quest’ultima non produce ACTH o lo produce in quantità insufficienti da consentire la produzione di cortisolo: sia l’ACTH che il cortisolo hanno un livello sanguigno basso;
  • Produzione ectopica di ACTH. In questi casi accade che si formi un focolaio di cellule tumorali che iniziano a produrre ACTH facendo aumentare la sua concentrazione sanguigna che di conseguenza stimola la produzione di cortisolo. Entrambi gli ormoni hanno una concentrazione elevata;
  • Tumore alla ghiandola surrenale. Nel tumore surrenalico, invece, le cellule producono cortisolo e l’aumento della sua produzione riduce di conseguenza quella dell’ACTH: l’ACTH è basso mentre il cortisolo ha livelli elevati.

Esistono, tuttavia, sindromi e condizioni clinicamente note e studiate in cui si registra un aumento del cortisolo e/o dell’ACTH come ad esempio: la sindrome di Cushing e il morbo di Addison.

1
2
3
4
5

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO