MCH Alto: Cosa Significa?

La sigla MCH sta per Mean Corpuscolar Hemoglobin ovvero indica il contenuto medio di emoglobina corpuscolare presente all’interno dei nostro globuli rossi o emazie.

Come ben sappiamo, l’emoglobina è una proteina importantissima per la nostra vita in quanto la sua funzione è quella di trasportare l’ossigeno a tutti i nostri distretti corporei, senza il quale le nostre cellule morirebbero.

MCH Alto

Cosa indica il valore di MCH? Quando può essere considerato alterato?

Il valore di MCH fa parte, insieme all’MCV e all’MCHC, dei cosiddetti indici corpuscolari che si possono valutare effettuando un semplice prelievo di sangue.

È possibile conoscere il valore degli indici corpuscolari effettuando l’analisi emocromocitometica, il quale oltre a valutare la composizione del nostro sangue ci fornisce informazioni dettagliate anche sulla forma e sulla funzionalità dei nostri globuli rossi.

Ma quando l’MCH si considera alto? Valori normali di MCH sono compresi tra 27 e 31 picogrammi (pg)/cellula anche se c’è da dire che questi parametri sono molto indicativi e possono cambiare in base al laboratorio in cui effettuate le analisi oppure in base alla vostra età.

Infatti, per stabilire se l’MCH è alto è bene confrontarlo con i range di valori riportati sulle analisi che vi sono state consegnate. Normalmente, il valore si considera alterato se è maggiore di 32 pg/cellula.

Cosa significa avere l’MCH alto? Se il valore di MCH è alto, mentre il numero totale di globuli rossi è basso, vuol dire che il nostro corpo sta producendo globuli rossi in numero minore ma di dimensioni maggiori e più “ricchi” di emoglobina per sopperire alla loro mancanza numerica.

Questa condizione è detta anemia macrocitica che indica un’alterazione nel numero di globuli rossi (anemia) associata all’aumento delle dimensioni delle emazie.

La forma più pericolosa di questo tipo di anemia è quella perniciosa che si manifesta in seguito ad una carenza di vitamina B12 ed acido folico che risultano essenziali per la corretta sintesi dell’emoglobina.

L’MCH alto può essere dovuto anche ad altre condizioni come: disfunzioni tiroidee ed in particolare ipotiroidismo, malattie epatiche croniche, casi di anemia aplastica oppure anemia emolitica. L’abuso di alcool è un altro fattore che può provocare l’aumento dell’MCH.

MCH alto: cosa fare?

Avere l’MCH alto è una condizione molto più rara rispetto all’MCH basso.

Tuttavia, resta compito del medico quello di dare un significato clinico al valore di MCH alto alla luce anche dell’alterazione o meno di altri parametri dell’emocromo come l’emoglobina e l’ematocrito.

Possedere globuli rossi più grandi della norma ma con un buon livello intracellulare di emoglobina, in genere, non è motivo di preoccupazione.

Il solo valore di MCH non è tuttavia discriminante per la formulazione di una diagnosi, ma il vostro medico si avvarrà del supporto di tutto il quadro emocromocitometrico.

Un’altra condizione che dovrà valutare il medico riguarda, appunto, la funzionalità dell’emoglobina ed accertare la presenza o meno di alterazioni a carico delle sua struttura proteica.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

6 COMMENTI

  1. Salve dottoressa Maria varrano le volevo chiedere un suo consiglio xche ho fatto degli esami e mi e uscito questo valore alto contenuto medio di HB (mch) ha 31,8pg debbo preoccuparmi

    • Ciao Barbara in genere questo valore elevato non è segno di particolare preoccupazione ma spetta al medico alla luce dei valori di altri esami (emoglobina ed ematocrito) valutare la situazione.

  2. Buon giorno dottoressa sono Lucia ed a mio marito gli sono stati riscontrati i globuli bianchi A3,71 il contenuto medio diHGB a34,1e l,amilasi a188 questi tre valori possono essere collegati tra loro in qualche modo? E può essere pericoloso avere l’amilasi così alta?la ringrazio X la sua disponibilità e buona giornata

    • Buongiorno Lucia, è difficile stabilire una connessione senza conoscere il caso clinico specifico. Meglio mostrare le analisi ad un medico.

  3. Buongiorno Dottoressa.Nel mio esame EMOCROMO è tutto normalissomo, aparte il MCH a 32.2 devo preocuparmi ? Lo so che il parere del mio medico di famiglia è importante pero’ mi piacerebe sentire il suo parere.La ringrazio per la sua disponibilità

    • E’ difficile darle una risposta in quanto è probabile che questo valore sia stato sempre alterato. Il suo medico conosce la sua storia clinica quindi è giusto che veda le sue analisi.

LASCIA UN COMMENTO