Sangue nelle feci dei bambini: Quando Preoccuparsi?

Il sangue nelle feci nei bambini può essere sicuramente motivo di estrema preoccupazione per il genitore, dato anche l’enorme impatto emotivo (e spesso ingiustificato) che il sangue ha nel nostro immaginario.

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, soprattutto negli stati di panico indotti dalla scoperta di sangue nelle feci del nostro piccolo, si tratta di un fenomeno molto comune e che spesso non dovrebbe destare alcun tipo di preoccupazione.

Certo, sarà importantissimo registrare la frequenza con la quale il fenomeno in questione si presenta, nonché la quantità di sangue che viene espulsa insieme alle feci al momento del cambio del pannolino al bambino, che sarà un po’ la chiave di volta diagnostica per individuare la necessità o meno di proseguire con ulteriori test. Questo però non vuol dire che il sangue deve necessariamente trasformarsi in un’occasione di panico e di preoccupazione.

Quando rivolgersi immediatamente al medico?

Il grosso dei bambini che presentano rettorragia minima (che come vedremo più avanti è la causa più comune di presenza di sangue nelle feci) non hanno patologie importanti collegate al fenomeno.

Dato che però la causa non è facile da determinare a partire dal singolo episodio, sarebbe comunque più che consigliato rivolgersi al proprio pediatra e lasciar determinare a lui se sia il caso o meno di intraprendere percorsi diagnostici specifici.

Il sangue vivo è segno di problemi che riguardano la parte terminale dell’intestino

Il sangue vivo, ovvero quello che riusciamo a vedere ad occhio nudo, può essersi aggiunto agli escrementi soltanto, per ragioni fisiologiche, nell’ultimo tratto dell’intestino. Quello che infatti si aggiungerebbe prima, verrebbe in parte metabolizzato e non sarebbe riconoscibile ad occhio nudo, né tantomeno lascerebbe tracce visibili.

Quando il sangue è dunque vivo, così come nella definizione medica, bisognerà necessariamente andare ad indagare l’ultimo tratto dell’intestino e lì mettersi alla ricerca di quale possa essere stata la causa del problema.Sangue nelle feci nei bambini

I diversi tipi di sangue nelle feci

Il sangue nelle feci può assumere forme e colorazioni diverse e questo è in seguito a quelle che sono le cause che hanno portato alla comparsa del fenomeno:

  • si può avere sanguinamento che trova la sua origine nella parte superiore del tratto digerente: in questo caso specifico le feci non appariranno coperte da sangue rosso vivo, ma piuttosto avranno un colorito particolarmente scuro, che è segno del fatto che il sangue si è aggiunto nella parte superiore (stomaco principalmente ma anche l’intestino tenue), e che è stato ovviamente digerito e elaborato da parte della flora batterica;
  • si può avere invece sanguinamento nella parte inferiore dell’intestino, e qui dato che il sangue non viene metabolizzato e elaborato, si presenterà di colore rosso vivo e non frammisto alle feci.

La prima tipologia è inoltre più spesso rilevabile con analisi specifiche piuttosto che a occhio nudo ed è un’eventualità abbastanza rara nei bambini.

Le cause più comuni della presenza di sangue nelle feci del bambino

Le cause più comuni che provocano la presenza di sangue nelle feci del bambino sono:

  • ragadi e lesioni anali: si tratta di tagli, anche di piccolissima entità, a ridosso dell’ano. Possono essere causati da diversi problemi, come feci troppo dure in seguito ad una dieta povera di fibre, oppure dall’utilizzo di prodotti specifici per l’igiene personale;
  • proctocolite indotta dai latticini: si tratta di una condizione che in genere colpisce i bambini in più tenera età ed è causata dalla particolare sensibilità nei confronti di alcune proteine contenute tipicamente nel latte vaccino. Si tratta di un problema che tende a sparire oltre il primo di età. Al sanguinamento rettale si aggiungono altri tipi di sintomi, come ad esempio vomito e diarrea. Può verificarsi anche nei bambini allattati al seno, che assumono le proteine per tramite della madre.

Ci sono anche altri tipi di cause, che sono però in genere molto meno comuni:

  • patologie infiammatorie a carico dell’intestino: può essere il caso del morto di Crohn e delle coliti ulcerose. L’infiammazione in questione, oltre a causare la presenza di sangue nelle feci, può anche causare diarrea, inappetenza e anche perdita di peso;
  • diarrea: accompagnata inoltre nel caso in cui sia dovuta ad infezioni di carattere batterico o virale da febbre e dolore addominale;
  • polipi giovanili: possono essere presenti nel colon dei bambini, anche di tenerissima età. Sono in genere condizioni mediche ereditarie. Anche talune forme tumorali (estremamente rare) possono essere talvolta causa del sanguinamento;
  • ostruzione intestinale;
  • alcune patologie rare che hanno tra gli effetti più comuni la formazione anomala dei capillari e del sistema venoso dell’intestino.

L’importanza della diagnosi

Nonostante il più delle volte ci troviamo di fronte a problemi di entità minima, che non hanno bisogno di alcun tipo di intervento, soprattutto nel caso in cui il sanguinamento fosse frequente, sarà necessario seguire il percorso diagnostico indicato dal pediatra.

Oltre all’esame ad occhio nudo dell’area, talvolta si potrebbe richiedere il ricorso alla colonscopia, una procedura che per quanto foriera di preoccupazioni in capo ai genitori, non è eccessivamente invasiva e può, al tempo stesso, fornire elementi importantissimi per la diagnosi dello stato di salute del nostro bambino.

Si tratta di condizioni curabili? Come si cura il sangue nelle feci nel bambino?

Il sangue nelle feci dei bambini è generalmente segnale di problemi di entità minima, che spesso non necessitano neanche di specifiche terapie. Ad ogni modo è fortemente sconsigliato procedere per conto proprio, dato che potrebbero essere necessarie terapie specifiche, che soltanto il medico è in grado di stabilire e spesso di somministrare.

La condizione è tra le altre cose diversa da quella che colpisce gli adulti, in quanto nel secondo caso si tratta spesso di emorroidi, caso che per i bambini è molto raro, per non dire impossibile.

Come abbiamo detto inoltre in apertura, è completamente inutile dare campo libero al panico, che sicuramente non può aiutarci ad affrontare quello che è un problema spesso di lieve entità con lo spirito e con la lucidità di cui abbiamo bisogno.

Il sangue, che nel nostro immaginario è spesso associato ad eventi di estrema gravità per la nostra salute, non è sempre motivo di preoccupazione.

14 COMMENTI

  1. Buonasera,sono il nonno di una bambina di 16 mesi e non le nascondo la mia preoccupazione per il fenomeno sangue rosso nelle feci…di solito succede quando si sforza e caccia delle palline…a volte dure altre volte semidure…ultimamente gli episodi stanno avendo una frequenza maggiore rispetto a qualche tempo fa..visitata dalla pediatra,aspettiamo i risultati delle analisi delle feci.Io,penso che potrebbe essere il latte vaccino?….oppure qualche alimento da sconsigliare come le uova.Si possono dare fermenti lattici per facilitarle la fuoriuscita delle feci?Oppure altro?Mi dia qualche consiglio per favore.Mia figlia dice di attendere i risultati delle feci prima di decidere il da farsi…ma io sono cmq.preoccupato.Grazie e distinti saluti

    • Buongiorno, in questi casi consiglio sempre una visita dal pediatra: è l’unico professionista in grado di fornirle il supporto e le risposte necessarie.

  2. Salve sono la mamma di un bambino di quasi 10 anni.capita qualche volta che dopo la defecazione gli esca il del sangue. l’altra sera in modo più copioso. Non so cosa fare! soffre un po di stipiti, però nell’ultimo periodo sembra andare bene. Mi aiuti per favore. grazie

    • Buongiorno Signora, la stitichezza nei bambini è una cosa molto frequente specie se consumano poca frutta e verdura e tendono a non bere abbastanza. Se suo figlio rientra in questa categoria allora le consiglio di intervenire su questo punto, in alternativa le consiglio una visita medica.

  3. Buonasera dottoressa, mia figlia di 8 Anni oggi ha fatto la cacca, lei dice senza sforzo e poi non ha scaricato…io ho guardato per caso ed ho visto dopo alcune ore che intorno alle feci, immerse nella pipì c’era un alone rosa, rossastro…. Con i guanti ho preso le feci e né dentro né fuori c’era sangue. Quello intorno nella pipì poteva essere sangue o una reazione con la pipì e se era sangue devo preoccuparmi? Grazie mille

    • Gentile paziente, se le feci sono state a contatto con l’acqua oppure con l’urina non si può essere certi di ciò che si vede.

  4. Buonasera, sono il papà di un bimbo di 7 anni.
    Per la seconda volta, e a distanza di un paio di mesi circa, il bimbo che spesso non è regolare nelle feci, ha avuto sanguinamento abbondante e rosso vivo al momento delle feci. Lui dice di non aver avuto dolore durante la defecazione. Controllato visivamente l’ano, dopo averlo pulito e lavato, non vi è piu sanguinamento.
    Gia per la prima volta, avendo avuto un consulto con la nostra pediatra disse di controllare se si fosse ripetuto imminentemente per riferirglielo. Adesso é ricapitato e sicuramente appena rientra dalle ferie la ricontatteremo.
    Saprebbe dirmi se dobbiamo trattare la cosa con più urgenza?
    Grazie.

    • Salve, fossi in lei farei delle indagini più approfondite. Magari il bambino ha solo una piccola ragade che sanguina al momento dello sforzo. Mi toglierei ogni dubbio possibile portandolo da un altro medico se il suo è in ferie.

  5. Salve, sono la mamma di un bimbo di 8 anni.
    Per la terza volta,nell’arco di 10 giorni, mio figlio (che ultimamante non è regolare nelle feci), ha avuto un leggero sanguinamento e rosso vivo al momento delle feci. Lui dice di non aver avuto dolore durante la defecazione. Controllato visivamente l’ano, dopo averlo pulito e lavato, non vi è piu sanguinamento.
    La pediatra mi ha consigliato una pomata “connettivina”. Oltre questa pomata…sarebbe opportuno fare altro?
    Grazie

    • Salve Signora, questa domanda poteva tranquillamente rivolgerla alla sua pediatra nel momento in cui le ha consigliato connettivina. Dovrebbe provare a sentirla per capire se ci sono i presupposti per fare altre analisi come quelle delle feci o analisi del sangue specifici. Le consiglio di rivolgersi nuovamente a lei.

  6. salve Dottoressa sono il padre di un bambino di 20 mesi , sono due giorni che troviamo piccole tracce di sangue nelle feci, sono molto preoccupato……..Lui non dimostra nessun dolore , da un paio di giorni non ha molto appetito e preferisce bere solo latte,noi pensavamo che sia causato dalla crescita di molari ma ora non le nascondo la mia preoccupazione ………….spero che mi possa fornire qualche consiglio la ringrazio anticipatamente

  7. Salve sono la mamma di un bimbo di 10 anni, stasera mio figlio ha avuto lo stimolo di andare in bagno, si è sforzato ma alla fine non ha fatto nulla se non un piccolo grumetto rosso che mi sembrava una buccia di pomodoro. L ho asciugato e mi sono resa conto che era sangue perché la salviettina si è sporcata di rosso. Sono molto preoccupata. Non era mai successo prima di ora. Cosa devo fare?

LASCIA UN COMMENTO