Capillari Gambe: Rimedi della Nonna Contro la Fragilità Capillare

Poter mettere in mostra gambe sane e prive di inestetismi è uno di desideri più diffusi tra le donne, in inverno ma soprattutto d’estate. Tra i difetti meno amati troviamo i capillari sulle gambe. Rimedi della nonna e rimedi naturali possono esserci d’aiuto nel cercare di contenere questo problema?

La risposta è sì: esistono molti rimedi naturali che possono contrastare efficacemente questo disturbo della circolazione, permettendoci di indossare gonne e pantaloncini senza alcun imbarazzo.

In questo articolo ti proporrò una serie di soluzioni, sia in commercio che fai da te, che potrai mettere in pratica sin da subito, continua a leggere.

Pepe di Cayenna: alleato della circolazione

Un primo rimedio molto efficace contro la fragilità dei capillari è l’utilizzo di Pepe di Cayenna. È un prodotto ricco di vitamina C, nota per le sue proprietà antiossidanti in grado di stimolare la produzione di collagene e favorire quindi la riparazione e la riproduzione delle cellule.

Inoltre, questa tipologia di pepe è una fonte naturale validissima di bioflavonoidi inestimabile, i quali migliorano l’integrità della parete venosa.

Assumerlo vuole dire aumentare la circolazione sanguigna e diminuire il dolore causato dalle vene varicose.

Come usufruire dei suoi benefici? Dovrai aggiungere un cucchiaino di pepe di Cayenna, ovviamente in polvere, ad una tazza di acqua calda. Mescola e bevi l’infuso, ciò per tre volte al giorno per uno o due mesi.

Prezzemolo: fonte naturale di vitamina C

Non solo il pepe di Cayenna, ma anche il prezzemolo è una fonte di vitamina C. Inoltre, in questa piantina aromatica, troviamo la rutina, sostanza che svolge un ruolo molto importante nel rafforzamento dei capillari.

Come ottenere i benefici? Puoi portare ad ebollizione acqua contenete una manciata di prezzemolo fresco tritato, lasciando bollire per cinque minuti.

Lascia raffreddare filtra, aggiungendo una goccia di olio essenziale di rosa e una di olio essenziale di calendula, per poi lasciar riposare il tutto in frigo.

Questo infuso va intinto su un dischetto di cotone che va applicato nei punti maggiormente colpiti dai capillari rotti.

Olio di Oliva per favorire l’afflusso di sangue

Massaggiare la pelle con l’olio di oliva significa stimolare la circolazione sanguigna e favorire l’afflusso di sangue negli arti inferiori (o nelle zone massaggiate), con la conseguenza che i capillari verranno irrorati dal flusso e massaggiati dalle tue mani, mentre l’olio, penetrando nella pelle, renderà i tessuti più elastici.

Per un effetto più efficace, puoi mescolare sta medesima quantità di olio di oliva e olio alla vitamina E (antiossidante), eventualmente aggiungendovi alcune gocce di olio essenziale di cipresso. Massaggia questo olio profumato sulle gambe ogni giorno per due mesi.

Aceto di mele

Infine, bere l’aceto di mele (due cucchiaini in una tazza di acqua) per due volte al giorno è un ottimo rimedio, soprattutto se, allo stesso tempo, applichi un batuffolo di cotone all’aceto di mele sulle zone più fragili e delicate delle gambe, massaggiando con dolcezza.

Conclusioni, come combattere naturalmente i capillari rotti?

I capillari rotti possono metterci in imbarazzo in estate e non solo, per questo cercare rimedi, possibilmente naturali, è molto importante per rimediare ai danni e prevenire quelli futuri.

In questo articolo abbiamo esaminato alcuni rimedi fai da te per contrastare la debolezza e la poca elasticità dei vasi sanguigni.

È comunque bene dire che i capillari che si rompono possono essere legati al nostro stile di vita: alcool e fumo sono tra i principali responsabili, poiché il primo dilata i vasi sanguigni e può portare alla comparsa di capillari visibili, mentre il fumo distrugge la vitamina C, alleata della circolazione e dei vasi sani.

Anche la vita sedentaria è causa della loro rottura. Attenzione a non trascurare il problema, perché potrebbe sfociare nelle più fastidiose e dolorose vene varicose, che talvolta possono richiedere l’intervento chirurgico.

E’ normale vederli comparire, soprattutto in presenza di elementi ereditari, tuttavia è bene non sottovalutare il problema e correre ai ripari, anche con rimedi naturali, prima di dover intervenire con maniere più drastiche e meno piacevoli.

Eliminare le cattive abitudini è il primo passo da svolgere per la bellezza della gambe, ma, soprattutto per il nostro benessere.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

LASCIA UN COMMENTO