Pomata per Brufoli: Qual è la più Efficace?

Per molte persone i brufoli, oltre ad essere un problema cutaneo molto fastidioso, possono essere una fonte di vergogna, soprattutto nel momento in cui si manifestano sul nostro volto.

In questo articolo andremo a vedere insieme se esistono delle pomate efficaci per il trattamento dei brufoli, come funzionano questi prodotti e se, effettivamente, si tratta di creme efficaci che ci aiutano ad eliminare questo problema spesso disagiante.

Perché e come si formano i brufoli?

I brufoli sono il sintomo per eccellenza dell’acne, un disturbo della pelle che interessa tutte le culture, soprattutto le persone con un età compresa tra i dieci e i trenta anni, anche se adolescenti e giovani adulti sono maggiormente soggetti all’acne.

Gli antiestetici brufoli possono comparire su diverse parti del corpo, ad esempio:

  • sul torace;
  • sul viso;
  • sulle spalle;
  • sulla schiena;
  • sul collo.

Si tratta del disturbo della pelle più diffuso e, anche se non costituisce una vera e propria minaccia per il nostro organismo, talvolta possono rimanere cicatrici permanenti nei punti in cui si trovavano questi brufoli.

Il processo di crescita dei brufoli parte dalle ghiandole sebacee e si completa nel momento in cui i pori della pelle si ostruiscono facendo in modo che il sebo non raggiunga lo strato superficiale della pelle.

Il sebo che rimane intrappolato nei pori, insieme alle cellule andrà a favorire la proliferazione batterica dando luogo ad un punto bianco che si trasformerà in punto nero non appena entrerà in contatto con l’aria. Con il passare del tempo, il punto nero si trasformerà in brufolo.

Tra le principali cause della crescita dei brufoli ricordiamo le abitudini igieniche dell’individuo e le sue abitudini alimentari. Tuttavia, come abbiamo già visto, anche l’età gioca un ruolo fondamentale, soprattutto durante la pubertà in cui si verifica un notevole aumento degli ormoni.

Proprio gli ormoni prendono parte all’aumento delle dimensioni di queste ghiandole sebacee, favorendo, così, anche un aumento della produzione del sebo.

Alcuni studi hanno dimostrato il fatto che persone stressate possono spesso sono soggette all’acne, anche se queste ricerche non sono accompagnate da sufficienti dati empirici per dimostrare questa correlazione.

Ci sono dei fattori che possono incentivare la comparsa dei brufoli?

Oltre alle principali cause di cui abbiamo parlato sopra, possono anche subentrare dei fattori che incentivano la comparsa dei brufoli. Tra questi ricordiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • Le abitudini igieniche, infatti sarebbe opportuno detergere il viso almeno due volte al giorno con detergenti specifici che non siano troppo aggressivi in quanto andrebbero a peggiorare la situazione;
  • La tipologia di cosmetici che si usa, infatti sarebbe meglio non usare prodotti troppo oleosi perché andrebbero ad ostruire i pori. Esistono infatti dei prodotti specifici in cui è riportata la dicitura Non Comedogeni”, ossia non ostruenti;
  • Il modo in cui ci si strucca. Il trucco andrebbe, infatti, rimosso la sera prima di andare a dormire con gli appositi prodotti;
  • Lo stress;
  • La fase del ciclo mestruale in cui ci si trova nel momento in cui l’acne dovesse peggiorare in quanto, come abbiamo detto, l’insorgenza dei brufoli è influenzata anche dalla produzione degli ormoni;
  • Lo stress;
  • L’utilizzo di creme oleose o, comunque, oli per la pelle che ostruiscono i pori;
  • Il vizio di stare sempre lì a toccare, strizzare, pungere i brufoli;
  • Le abitudini alimentari, ad esempio nel caso in cui si consumano parecchi cibi grassi.

Nel caso in cui i brufoli sono eccessivamente numerosi e/o dolorosi, ti consigliamo comunque di chiedere un parere al medico, o ad un bravo dermatologo, in modo tale da indirizzarti verso la scelta dei migliori prodotti per la cura dell’acne.

Infatti, i brufoli più profondi, soprattutto se non sono trattati adeguatamente e se vengono spesso stuzzicati, tenderanno a lasciare delle brutte cicatrici sul viso.

Come possiamo prevenire i brufoli?

Come spesso accade in ambito medico, anche in questo caso la prevenzione rappresenta la via migliore da intraprendere per affrontare meglio il problema dei brufoli.

Per questo motivo abbiamo pensato di fornirti alcune dritte fondamentali per prevenirli nel miglior modo possibile, ad esempio:

  • Evita di toccare i brufoli che sono già spuntati, non li spremere né schiacciare altrimenti rischi che questi evolvano in brutte cicatrici;
  • Prima di andare a dormire ricordati di rimuovere accuratamente il trucco dal viso, optando per un prodotto astringente o, comunque, che non ostruisca i pori;
  • Evita di prendere il sole senza la giusta protezione solare. Infatti, il fatto che il sole possa aiutare a ridurre problemi come l’acne è solo una convinzione sbagliata. Devi sempre applicare dei filtri solari, anche se minimi, prima di esporre la tua pelle al sole;
  • Informa sempre il tuo medico riguardo eventuali peggioramenti in modo tale da intervenire in modo tempestivo;
  • Ricorda che la pelle va sempre pulita con prodotti non aggressivi, e senza sfregarla altrimenti potresti peggiorare la situazione;
  • Scegli sempre i detergenti e i saponi che fanno proprio per la tua pelle e utilizzali almeno un paio di volte al giorno;
  • Dopo aver praticato attività fisica ricorda di lavare accuratamente il tuo viso con saponi leggeri e delicati, assicurandoti di raggiungere ogni punto, dall’attaccatura dei capelli fino a sotto la mandibola;
  • Cerca di usare prodotti cosmetici che non contengano grassi o che, comunque siano “Non Comedogeni”;
  • Anche i capelli vanno lavati regolarmente, soprattutto se sono troppo grassi.

Talvolta il medico potrebbe anche prescriverti dei farmaci o delle lozioni per il trattamento dei brufoli o comunque dell’acne. Ricorda di usare questi prodotti secondo le indicazioni del medico, tenendo conto del fatto che potrebbero sensibilizzare la pelle ai raggi del sole.

Per questo è di fondamentale importanza cercare  di non esporre la cute al sole, o comunque di usare dei filtri solari appositi. In questo modo non solo non andrai a favorire la crescita dei brufoli, ma diminuirai anche il rischio di contrarre un tumore della pelle a causa dei raggi UV.

Come funzionano le pomate per i brufoli?

Arriviamo quindi all’argomento centrale del nostro articolo: esistono delle pomate per il trattamento dei brufoli? Quali sono i principi attivi più efficaci in questi casi? Andiamo a vedere bene di cosa si tratta

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, il medico potrebbe ritenere necessario somministrarti dei prodotti per il trattamento dell’acne. Tra questi prodotti puoi trovare dei detergenti, dei medicinali e delle pomate, che fanno parte principalmente delle seguenti categorie:

  • I farmaci retinoidi sono una categoria di farmaci che, nel corso degli anni, ha trovato largo utilizzo per il trattamento di questo genere di problemi. In questo caso abbiamo a che fare con dei farmaci che necessitano della prescrizione medica, questo perché sono costituiti da sostanze abbastanza potenti e aggressive. Pertanto possono manifestarsi anche degli effetti collaterali, ad esempio la desquamazione del tessuto cutaneo. Anche se si tratta di farmaci efficaci, dovrai avere pazienza per vedere i primi risultati che di solito si manifestano anche dopo mesi di trattamento;
  • I farmaci antimicrobici: i principi attivi di questa categoria sono soprattutto l’acido azelaico e il benzoile perossido che vengono spesso utilizzati al posto degli antibiotici per il trattamento di problemi come l’acne, soprattutto quando l’organismo inizia ad abituarsi ai farmaci antibiotici o, comunque, per evitare che resista ad essi. In questo caso la pomata andrebbe applicata un paio di volte al giorno, direttamente sul tessuto cutaneo lesionato. E’ importante iniziare questo tipo di trattamento partendo da un prodotto a bassa concentrazione, per poi aumentare gradualmente. Questa categoria di farmaci, infine, è particolarmente adatta per le situazioni in cui l’acne è piuttosto lieve, per evitare di aggredirla direttamente con i farmaci antibiotici;
  • I farmaci antibiotici servono invece per i casi più gravi, in cui l’acne è particolarmente aggressiva. Anche per quanto riguarda questa categoria sono state formulate delle apposite pomate per il trattamento dei brufoli che vanno applicate direttamente sulla pelle del viso. Tali pomate sono perfette soprattutto quando la tollerabilità delle compresse antibiotiche è praticamente inesistente.

Ovviamente, sarà il medico a decidere qual è la pomata migliore che fa al caso tuo, in base ai principi attivi di cui si compongono e in base anche alle tue esigenze.

Come ultima cosa, ma non meno importante, in erboristeria puoi anche trovare molte pomate a base di ingredienti naturali che sono principalmente vegetali e devono avere delle proprietà antinfiammatorie, purificanti e depurative.

Tra questi ingredienti ricordiamo soprattutto le seguenti piante:

  • La fumaria;
  • La betulla;
  • La bardana;
  • L’echinacea;
  • Il tarassaco;
  • La calendula. 

Si tratta di prodotti validi che possono essere utilizzati anche come sostituzione della terapia farmacologica. In ogni caso, però, sarebbe meglio consultare il medico, o comunque il dermatologo, prima di utilizzare qualsiasi pomata per il trattamento dei brufoli.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO