Shampoo Antigiallo: Funziona? Guida ai Migliori Prodotti

Se hai i capelli bianchi oppure grigi, o la tua chioma è stata decolorata, ma anche se sfoggi capelli naturalmente rossi o biondi, potresti dover fare i conti con un fastidioso riflesso giallino. Per questo potresti avere molte domande e dubbi su un prodotto di cui certamente hai sentito parlare: lo shampoo antigiallo. Funziona? Cosa contiene? In che modo agisce?

Prima di intervenire su una chioma magari già stressata da trattamenti aggressivi e che hanno causato il fastidioso riflesso giallastro, è bene informarsi con attenzione sui vari altri prodotti che potremmo andare ad applicare sul capello, poiché il rischio potrebbe essere quello di danneggiarlo ulteriormente.

In questo articolo troverai quindi tutte le informazioni sugli shampoo contro l’ingiallimento della chioma e alcuni consigli sui prodotti più validi, naturali ed efficaci.

Continua a leggere!

Riflessi gialli dei capelli: le cause

Per prima cosa è bene approfondire quali possono essere le cause che portano ad avere questo fastidioso effetto dei capelli gialli. Una delle motivazioni principali, come anticipato, è legata ai trattamenti schiarenti, i quali agiscono ossidando le molecole di melanina presenti nei capelli, eliminando, in altre parole, il colore naturale degli stessi.

Eliminando la melanina, sarà la cheratina a emergere: essa compone al 90% il capello ed è proprio una proteina giallina. In particolare esistono 3 tipi di melanina:

  • eumelanina che conferisce ai capelli il colore bruno castano;
  • feomelanina che conferisce al capello il colore rosso;
  • invece, hai i capelli chiari se hai poca quantità di melanina.

È facile intuire perché la decolorazione e lo schiarimento portano ad avere questo effetto paglierino tanto sgradito.

Questo ingiallimento, tuttavia, non si manifesta soltanto in chi si è recato dalla parrucchiera per schiarire la capigliatura: le cause sono legate anche all’utilizzo di prodotti contenenti oli, conservanti, coloranti e così via, per questo è consigliabile controllare l’effetto che il nostro attuale shampoo causa.

Inoltre, anche i raggi UV possono causare un opacizzazione del colore, così come l’eccessiva sudorazione del cuoio capelluto (due effetti presenti soprattutto in estate) e l’acqua ricca di cloro della piscina.

Infine, asciugare i capelli con temperature eccessivamente alte comporta l’aumento della porosità del capello ed il suo conseguente ingiallimento.

Gli effetti dello shampoo antigiallo

Abbiamo quindi visto cosa causa questo sgradevole effetto sulla nostra capigliatura. Esistono degli shampoo antigiallo in grado di contrastare questo risultato?

Nei prossimi paragrafi ti indicherò alcuni prodotti tra i più validi sul mercato, ma prima è bene capire come agisce tale shampoo. Si tratta di prodotti delicati dotati di principi attivi e degli pigmenti per capelli leggermente coloranti che andranno ad agire sui capelli biondi con meches e sui capelli trattati in genere.

Il risultato sarà quello di contrastare l’opaco e rivitalizzare il naturale riflesso dei capelli, reidratando i capelli sfibrati dai trattamenti e da prodotti aggressivi.

Come usare questo prodotto?

Attenzione, non dovrai usarlo ad ogni lavaggio, questo perché potresti ottenere un effetto opposto, ossia quello di dover poi contrastare l’effetto grigio.

Detto questo, naturalmente ogni shampoo riporta le sue istruzioni sulla confezione, da seguire accuratamente: tuttavia, in linea di massima, dovrai lasciarlo agire qualche minuto, come se si trattasse di una maschera ristrutturante, per poi risciacquare abbondantemente.

Ma veniamo al punto saliente: qual è il migliore shampoo antigiallo presente in commercio? Vediamolo nei prossimi paragrafi, cominciando con un prodotto made in Italy.

1# No Yellow: lo shampoo antigiallo italiano

La Fanola è un marchio del nostro Paese e per questo molto apprezzato. Ovviamente non è soltanto questa caratteristica a renderlo particolarmente amato, bensì la sua comprovata efficacia. Questo prodotto funziona sia sui capelli decolorati che sulle chiome bionde con tendenza a sviluppare (ad esempio in estate) riflessi meno gradevoli.

C’è da dire, come abbiamo già anticipato, che è bene non esagerare con l’utilizzo di No Yellow (né di altri prodotti analoghi) perché tendono a seccare il capello e il cuoio capelluto. Dunque, è necessario seguire le istruzioni per non incorrere in effetti indesiderati di sorta. Il consiglio è comunque abbinarvi una buona maschera ricostituente o un buon balsamo.

A seconda dell’effetto che si desidera ottenere, potrai applicarlo a partire da una volta a settimana fino a una volta al mese.

Inoltre, bisogna adoperare i guanti durante l’applicazione: questo genere di shampoo tende ad avere colori che sfumano dal blu al viola, sfumature che non restano ovviamente sui capelli, ma possono macchiare le mani e anche il viso, qualora il tempo di posa fosse superiore ai 5 minuti.

Si può acquistare al prezzo di 13 euro per ben 1000 mL.

2# Shampoo Maria Nila Sheer Silver: la linea vegana

Il secondo prodotto di cui voglio parlarti è lo shampoo Maria Nila Sheer Silver, un prodotto particolarmente apprezzato, oltre che per l’efficacia, per il fatto che è cruelty free, ossia non è testato sugli animai e quindi si adatta anche alle esigenze di chi è attento a questi aspetti più etici e meno cosmetici.

Infatti, si tratta della prima linea professionale per la cura e la protezione dei capelli in cui ogni ingrediente presente è vegano.

Si tratta di prodotti senza parabeni e quindi particolarmente delicati sul cuoio capelluto. In particolare, le sue caratteristiche sono:

  • neutralizzazione degli inestetismi dei capelli decolorati e biondi;
  • 100% vegano;
  • non contiene parabeni né solfati.

Il costo di questo shampoo è di 15-16 euro per un flacone da 100 mL.

3# Dr. Severin® Silver per capelli bianchi e grigi

Infine, ecco il terzo prodotto tra i più amati. Si tratta di uno shampoo che si rivolge a chi ha i capelli bianchi o grigi e che quindi non vuole trattarli o colorarli, ma semplicemente evitare che il capello risulti opaco e giallognolo.

Uno dei vantaggi di questo shampoo è che è costituto da pigmenti naturali vegetali in grado di contrastare l’azione ossidativa e opacizzante degli agenti esterni, rendendo il capello lucente. Inoltre, non è stato sperimentato sugli animali, così come quello della linea Maria Nila.

Il suo costo è leggermente più elevato, ma a fronte di un’ottima qualità: costa infatti circa 40 euro, per 250 mL, tuttavia spesso si possono sfruttare degli sconti.

Conclusioni

L’invecchiamento, il sole e lo stress, oltre a trattamenti particolarmente aggressivi, possono rovinare la nostra chioma.

Per contrastare questo risultato spiacevole è possibile usare appositi shampoo antigiallo, cercando di non abusarne per non seccare e sfibrare i capelli e cercando di preferire prodotti naturali e di ottima qualità per conseguire i migliori effetti.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO