Agpeg® e Agpeg® Plus Bustine: Prezzo e Opinioni

Agpeg® è un dispositivo medico prodotto dalla casa farmceutica AG PHARMA che risulta utile come lassativo nei casi di stipsi prolungata e per favorire la regolarità intestinale.

È indicato in tutti i casi in cui il transito intestinale sia rallentato, rendendo difficile lo svuotamento, con tutte le fastidiose conseguenze correlate prime fra tutte gonfiore e dolore addominale.

Foto tratta dal sito ufficiale del produttore agpharma.eu

Il principio attivo responsabile di quest’azione è il Macrogol 3350 che garantisce, alle concentrazioni presenti in Agpeg®, l’effetto lassativo agendo con un meccanismo di tipo osmotico.

Nella composizione non è presente il glutine e cioè rende adatto questo prodotto a tutti coloro che soffrono di celiachia o presentano una qualche forma di ipersensibilità verso questa molecola.

Andiamo a chiarire tutte le caratteristiche di questo dispositivo medico, in modo da rispondere alle domande più prevedibili che potrebbero sorgere, in chi deve assumerlo, soprattutto per la prima volta.

Quanto costa?

La casa farmaceutica mette a disposizione una confezione costituita da 30 bustine, contenenti 5 g di Macrogol, al costo di 12,50 euro.

Inoltre alla stessa linea appartiene anche Agpeg Plus® che contiene 60 g di Macrogol al prezzo di 18,30 euro per una confezione da 4 bustine.

Agpeg®Agpeg Plus® possono essere acquistati in farmacia, parafarmacia e nelle numerose farmacie on-line che molto spesso dispensano questo prodotto con degli sconti molto vantaggiosi.

Voltiamo pagina per approfondire la composizione del prodotto e l’azione svolta dai singoli componenti.

Cosa contiene?

Ogni bustina contiene Macrogol 3350, sostanza che conferisce l’efficacia a questo dispositivo medico per quanto riguarda la risoluzione dei problemi di stitichezza ostinata e cronica.

È formulato in granuli per soluzione orale, quindi vanno aggiunti alla lista tutti gli eccipienti necessari per allestire la forma farmaceutica.

Come già sottolineato in precedenza, Agpeg® è privo di glutine ed è presente la saccarina come edulcorante, che lo rende adatto anche alle persone con problemi nella gestione della glicemia, in particolare ai diabetici.

Come funziona il principio attivo?

L’azione lassativa di Agpeg® è conferita dalla presenza del Macrogol 3350, una sostanza appartenente alla famiglia dei polietilenglicoli, che funziona con un meccanismo ti tipo osmotico grazie alla sua capacità di richiamare acqua nel lume intestinale.

Questo va ad ammorbidire le feci favorendone il transito nell’intestino e quindi il suo svuotamento. Viene in questo modo stimolata anche la peristalsi in modo meccanico. Non viene assorbito e pertanto non provoca effetti di tipo sistemico. Esso agisce a livello dell’intestino e viene eliminato con le feci, in forma non modificata.

Come assumere questo dispositivo medico?

Lo schema posologico di Agpeg® varia in base all’età e ad una eventuale cura concomitante. Nelle occasioni in cui occorre il parere del medico, vanno seguite minuziosamente tutte le direttive di quest’ultimo. In generale si consiglia la somministrazione di 1 o 2 bustine al giorno nei bambini dai sei mesi ai due anni.

Dai due agli undici anni si consigliano dalle 2 alle 4 bustine al giorno.

La somministrazione nell’età pediatrica va effettuata solo dopo aver sentito il parere del pediatra, con il quale si concorderà lo schema terapeutico più consono al caso.

Per i bambini con età al di sopra degli undici anni e per gli adulti la posologia consigliata è costituita dalle due alle sei bustine al giorno, in base alle diverse caratteristiche fisiche del soggetto.

Ogni bustina di Agpeg® va sciolta in mezzo bicchiere di acqua e la dose giornaliera può essere anche distribuita nell’arco di tutta la giornata, accompagnata dall’assunzione della giusta quantità di acqua, corrispondente almeno ad un litro e mezzo.

Un altro consiglio: meglio assumere questo dispositivo medico lontano dai pasti, in modo da non appesantire l’intestino da ulteriore materiale solido.

Agpeg® e Agpeg Plus®: quali sono le differenze? 

La casa farmaceutica produce anche un altro prodotto: Agpeg Plus®, in cui la concentrazione di Macrogol è nettamente superiore rispetto a quella che si può trovare in ®, ed è proprio questo che ne giustifica l’uso che se ne fa. Mentre in Agpeg® troviamo 5 g di Macrogol, nell’altro ben 60 g.

Agpeg Plus® viene usato per liberare le basse vie intestinali, rimuovendo i residui solidi in vista di un esame diagnostico endoscopico (la colonscopia), che richiede che l’intestino sia pulito in modo da non falsare i risultati.

Foto tratta dal sito ufficiale del produttore agpharma.au

La posologia viene stabilita e seguita dal medico che deve effettuare l’esame, ed è bene seguire con precisione tutte le direttive. Ad ogni modo, salvo diverse disposizione, si procede sciogliendo il contenuto di due buste in un litro di acqua, agitando bene fino ad ottenere una sospensione omogenea.

Questa va assunta tutta nell’arco di un’ora, assumendo 250 mL di prodotto, che corrispondono a due bicchieri, ogni dieci minuti circa. A questo va aggiunta l’assunzione di ulteriori 500 mL di acqua. Dopo un’ora vanno ripetute tutte le operazioni appena descritte.

Trattandosi di un effetto piuttosto drastico, Agpeg Plus® non può essere assunto se si soffre di patologie intestinali, per evitare che si verifichi la rottura delle pareti, con conseguenti sanguinamenti e dolore.

Inoltre non va assunto in concomitanza di altri farmaci, in quanto potrebbe modificarne l’assorbimento.

Vi sono avvertenze? Controindicazioni?

Per evitare che la polvere contenuta nelle bustine subisca variazioni nella forma, Agpeg® va conservato ad una temperatura non superiore ai 25 gradi centigradi, lontano da fonti dirette di luce e di calore.

Poiché la motilità intestinale subisce delle variazioni con l’assunzione di macrogol, va evitata l’assunzione in concomitanza di altri farmaci, in quanto può esserne difficilmente controllata la concentrazione assorbita e quindi efficace.

In caso di gravidanza ed allattamento va sentito il parere del medico prima di muoversi.

A causa della sua azione di stimolazione meccanica nei confronti della muscolatura intestinale, è controindicata l’assunzione di questo dispositivo medico in soggetti che soffrono di malattie infiammatorie intestinali croniche, in modo da evitare l’aumento dell’insorgenza di lesioni a livello della mucosa che potrebbero provocare pericolosi sanguinamenti.

Agpeg® è inoltre controindicato in coloro che presentano una sensibilità particolare nei confronti del principio attivo.

In generale è un dispositivo medico ben tollerato, ma non è escluso che possa dare manifestazioni di nausea durante l’assunzione, in base alla sensibilità individuale.

Agpeg® Funziona? Quali sono le opinioni in proposito?

Tutti coloro che hanno dovuto assumere tale dispositivo medico per vari motivi, hanno espresso pareri positivi, in quanto hanno risolto il problema della stitichezza sia cronica che occasionale.

Come già sottolineato, si potrebbe avere un calo di sali minerali, che dovranno pertanto essere integrati dall’esterno tramite integratori multivitaminici e multiminerali.

Inoltre, il risultato si può apprezzare molto di più se si associa uno stile di vita corretto, in cui è prevista una dieta bilanciata, completa di tutti i nutrienti e di una quantità di acqua sufficiente.

In tutti i casi di assunzione concomitante di altri farmaci, dato che l’azione del Macrogol potrebbe modificarne l’assorbimento, per questa ragione va consultato il parere del medico.

Condividere su:

Leggi Anche

LASCIA UN COMMENTO