Biochetasi® Bustine e Supposte: Foglio Illustrativo

Biochetasi® è un farmaco prodotto dalla casa farmaceutica Avantgarde S.p.A. ed è indicato per il trattamento di disturbi dello stomaco come: iperacidità gastrica, difficoltà digestive, insufficienza epatica, stati chetoanemici e vomito.

Biochetasi® è utile anche in gravidanza per combattere i sintomi che caratterizzano la nausea gravidica, disturbo molto comune e fastidioso che colpisce molte donne nelle prime fasi della gestazione.

Si tratta di un farmaco che contiene al suo interno un’associazione di due sostanze in grado di ridurre l’acidità (sodio tartrato e potassio tartrato) e vitamine del complesso B.

E’ un medicinale di automedicazione nel senso che potete acquistarlo in farmacia senza ricetta ed utilizzarlo per curare piccoli disturbi facilmente riconoscibili senza per forza di cose rivolgersi al proprio medico.

Ricetta, regime di dispensazione e prezzo

Biochetasi® Bustine è un farmaco da banco (OTC) che può essere acquistato senza ricetta medica, Biochetasi® Supposte è un SOP mentre per le fiale c’è bisogno di esibire una ricetta medica ripetibile (RR). Il costo in tutti i casi grava sul cittadino quindi il farmaco non è mutuabile.

Il prezzo delle singole formulazioni è il seguente:

  • Biochetasi® bustine: 9,90 euro;
  • Biochetasi® supposte: 8,90 euro;
  • Biochetasi® fiale: 10,40 euro.

E’ importante conoscere la giusta posologia e le modalità di utilizzo per ridurre la comparsa di effetti collaterali ed assicurarne l’efficacia. In questa guida, oltre a trovare le informazioni necessarie per assumere correttamente il prodotto avrai modo di capire quando e come usarlo al meglio per curare i tuoi disturbi.

Forme farmaceutiche e dosaggio presenti in commercio

Biochetasi® è commercializzato in tre diverse forme farmaceutiche:

  • Biochetasi® bustine contenenti 5 g di granulato effervescente in confezione da 20 bustine;
  • Biochetasi® supposte da 1,750 g in confezione da 6 unità;
  • Biochetasi® fiale in confezione da 5 unità.

Meccanismo d’azione

Il nostro organismo, per svariate cause di origine endogena o esogena, può andare incontro ad alterazioni del metabolismo che possono causare uno stato di acidosi metabolica, una condizione che provoca la diminuzione del pH sanguigno con conseguente incapacità dell’organismo di espletare molte delle sue funzioni vitali.

Le condizioni che possono causare una situazione del genere sono: febbre e inappetenza nei bambini, gravidanza, vomito profuso, insufficienza epatica, difficoltà digestive.

Grazie alla presenza di componenti opportunamente studiati, Biochetasi® è in grado di contrastare queste manifestazioni e di disintossicare l’organismo riportando la funziona dell’apparato digerente alle sue condizioni di normalità.

All’interno della sua composizione troviamo la tiamina difosfato, un cofattore enzimatico molto importante che riduce la chetoacidosi favorendo l’utilizzo degli zuccheri e dei grassi contenuti nel cibo che ingeriamo; la riboflavina-5′-fosfato ha il compito di ripristinare il metablismo degli zuccheri e dei grassi che è stato alterato.

Inoltre, la vitamina B6 è fondamentale per la trasformazione del cibo in energia mentre l’acido citrico, il citrato di sodio e quello di potassio agiscono come antiacidi e disintossicanti dell’organismo.

Passiamo ora ad approfondire la posologia e le corrette modalità d’impiego.

Posologia

La posologia di Biochetasi® varia in base alla forma farmaceutica che si decide di utilizzare:

Biochetasi® Bustine

La posolgia negli adulti prevede l’assunzione di due bustine tre volte al giorno sciolte in mezzo bicchiere d’acqua avendo cura di sorseggiare lentamente la soluzione. Per i bambini al sotto dei 12 anni d’età la posologia consigliata è di una bustina da assumere tre volte al giorno.

Biochetasi® Supposte

Per questa forma farmaceutica la posologia è di una o due supposte al giorno secondo giudizio del medico.

Biochetasi® Fiale 

Una o due fiale per iniezione intramuscolare secondo giudizio del medico.

Modalità d’impiego

Mentre per le supposte non ci sono particolari precauzioni da adottare, per le bustine è necessario sorseggiare molto lentamente la soluzione.

Perché? Biochetasi® contiene molto zucchero all’interno della formulazione (fruttosio, glucosio e saccarosio) utile per mascherare il sapore poco gradevole delle sostanze in esso contenute. La reazione del nostro organismo all’ingestione di bevande troppo dolci è il vomito riflesso, per questo motivo Biochetasi® va sorseggiata molto lentamente, un sorso ogni 2-3 minuti.

Quando assumere Biochetasi®: prima o dopo i pasti?

L’assunzione di Biochetasi® può avvenire in qualsiasi momento della giornata sia prima che dopo i pasti principali. Tuttavia, nei casi di vomito profuso e continuo non è consigliato assumere il prodotto per via orale ma è meglio preferire le supposte.

Per quali situazioni è consigliata l’assunzione di questo prodotto? Voltiamo pagina per approfondire le indicazioni terapeutiche, le controindicazioni e le interazioni.

Indicazioni terapeutiche

Le indicazioni terapeutiche di Biochetasi® riguardano le seguenti condizioni:

  • febbre nei bambini che nella maggioranza dei casi provoca chetosi;
  • ipersecrezione acida gastrica;
  • stati chetoanemici;
  • nausea e vomito in gravidanza;
  • insufficienza epatica;
  • acidosi diabetica;
  • ustioni (perché riducono il pH del sangue).

Controindicazioni 

Questo farmaco non deve essere utilizato dai pazienti che presentano ipersensibilità ad uno o più componenti della formulazione oppure a sostanze chimicamente e strutturalmente correlate.

Biochetasi® può essere tranquillamente assunto sia in gravidanza che in allattamento essendo un medicinale molto sicuro che non provoca danni alla madre e al feto.

Prestare particolare attenzione alla somministrazione nei pazienti diabetici a causa della cospicua presenza di zuccheri al suo interno e nei pazienti ipertesi per via della presenza di sodio. Questo medicinale non contiene glutine e quindi può essere assunto anche da chi soffre di celiachia.

Le preparazioni per uso parenterale che contengono vitamina B1 oppure suoi derivati possono provocare reazioni di ipersensibilità in pazienti che presentano allergia nei confronti di questa sostanza.

Inoltre, è necessario prestare particolare attenzione nei pazienti che assumomo levodopa (un farmaco utilizzato nel trattamento del Morbo di Parkinson) in quanto la vitamina B6 può dare interazione con la levodopa annullando i suoi effetti terapeutici.

Interazioni con altri farmaci

Attualmente non sono note particolari interazioni con altri farmaci oppure con particolari tipi di alimenti. Tuttavia, si consiglia di informare, in ogni caso il medico, se si stanno assumendo particolari farmaci.

Passiamo ora ad approfondire i possibili effetti collaterali che possono manifestarsi nel caso di assunzione di questo prodotto.

Effetti collaterali

Biochetasi® è un farmaco molto sicuro e privo di effetti collaterali essendo un medicinale costituito da principi attivi molto sicuri.

Per questo motivo si può tranquillamente somministrare sia ai bambini che alle donne in gravidanza senza correre il rischio di comparsa di effetti collaterali potenzialmente pericolosi.

Si può dare Biochetasi® ai bambini?

Biochetasi® è un farmaco molto sicuro infatti può essere dato tranquillamente ai bambini e addirittura ai neonati, se si rispettano le dosi e le modalità di assunzione suggerite dal pediatra.

Biochetasi® è efficace per contrastare l’acetone, fenomeno molto ricorrente nei bambini. L’acetone è praticamente provocato da uno scompenso metabolico (chetosi) i cui sintomi sono alito che sa di frutta marcia, nausea e vomito anche molto violenti. La chetosi è il sintomo più evidente di un alterato metabolismo degli acidi grassi che si manifesta in quelle situazioni in cui il bambino passa troppo tempo digiuno come quando ha la febbre.

Per questo, l’uso di Biochetasi® può rappresentare un valido aiuto in quanto il sodio citrato ed il potassio citrato contrastano l’iperacidità gastrica, mentre le vitamine del complesso B aiutano a ristabilire il metabolismo lipidico, proteico e glucidico nel bambino.

Qual è la dose di Biochetasi® nei bambini? In genere la dose pediatrica prevede il dimezzamento di quella degli adulti quindi una bustina o mezza supposta.

Se il bambino soffre di vomito violento è bene somministrare la supposta che andrà, nel caso di dimezzamento della dose, tagliata longitudinalmente.

Ricetta, regime di dispensazione e prezzo

Biochetasi® Bustine è un farmaco da banco (OTC) che può essere acquistato senza ricetta medica, Biochetasi® Supposte è un SOP mentre per le fiale c’è bisogno di esibire una ricetta medica ripetibile (RR). Il costo in tutti i casi grava sul cittadino quindi il farmaco non è mutuabile.

Il prezzo delle singole formulazioni è il seguente:

  • Biochetasi® bustine: 8,90 euro. Per acquistarlo in offerta clicca qui.
  • Biochetasi® supposte: 7,60 euro. Per acquistarlo in offerta clicca qui.
  • Biochetasi® fiale: 10,40 euro.

LASCIA UN COMMENTO