Noremifa®: dispositivo medico per contrastare l’eccessiva acidità gastrica

Noremifa® è un dispositivo medico prodotto dalla casa farmaceutica Bracco che risulta molto utile quando si vogliono placare tutti i sintomi causati da un’eccessiva acidità gastrica.

La sintomatologia associata all’eccesso di acido nello stomaco è spesso molto complessa e può variare da soggetto a soggetto. Infatti, si possono avvertire:

  • tensione addominale;
  • dolore;
  • pesantezza di stomaco;
  • difficoltà nella digestione.

Molto spesso, a questi sintomi si associa rigurgito gastrico che può determinare danni alla mucosa soprattutto esofagea, ma anche tosse con conseguente abbassamento del tono della voce.

Tali sintomi possono aumentare dopo un lauto pasto o quando ci si distende per un riposo.

Foto tratta dal sito ufficiale della casa produttrice farma.bracco.com

Noremifa® viene in aiuto nel migliorare questi problemi e nell’assicurare un corretto stile di vita, soprattutto se si associa l’assunzione di questo dispositivo ad una dieta controllata e bilanciata.

Può essere usato da adulti e bambini dai dodici anni in poi. Per fasce di età inferiore la casa farmaceutica mette a disposizione Noremifa 0-12®, formulazione pensata appositamente per neonati, lattanti e bambini nelle fasi dell’infanzia e della preadolescenza. Per l’assunzione in queste fasce di età, i modi e tempi di somministrazione vanno comunque concordate con il pediatra.

Ora possiamo passare a rispondere alle domande più prevedibili che un prodotto come questo potrebbe suscitare.

Quanto costa?

Noremifa® è disponibile in commercio sotto forma di bustine o sciroppo. La confezione contenente 25 bustine da 20 mL al prezzo di 21,00 euro.

Lo sciroppo si può trovare in due varianti di confezione: il flacone da 200 mL, al costo di 9,90 euro, mentre quello da 500 mL è in commercio a 17,90 euro.

Noremifa® non è un farmaco, pertanto è possibile acquistarlo senza la necessità di esibire una ricetta medica.

Questi sono i prezzi imposti dalla casa farmaceutica sul prodotto, ma si può trovare a costi inferiori qualora farmacie e parafarmacie volessero dispensarlo con una promozione, oppure nelle numerose farmacie on-line.

Cosa contiene Noremifa®?

Questo dispositivo medico è disponibile, come già sottolineato, nella formulazione in bustine o sciroppo, che differiscono solo negli eccipienti usati per allestire la forma farmaceutica.

Le sostanze contenute in entrambe le formulazioni che garantiscono l’efficacia del prodotto, sono magnesio alginato, simeticone, D-pantenolo, ossido di zinco e bicarbonato di sodio.

Sono inoltre presenti estratti fluidi di Althaea officinalis e Papaver roheas, sostanze fitoterapiche che lavorano con un meccanismo sinergico ai componenti appena elencati nel migliorare i sintomi da eccessiva acidità.

Entrambe le formulazioni sono a basso contenuto di sodio, non contengono glutine né lattosio, e come edulcoranti vengono usati fruttosio e miele.

A cosa si deve la sua efficacia?

La gastrite rappresenta un problema in netto aumento tra la popolazione mondiale, molto probabilmente associato a stress e stili di vita frenetici. Non a caso alcuni studi, dimostrano che lo stomaco rappresenta il secondo cervello, motivo per il quale ogni fattore emotivo può essere scaricato su di esso provocando una serie di problemi.

La sintomatologia associata ad un’eccessiva secrezione acida gastrica, prevede spesso disturbi a carico dello stomaco come difficoltà di digestione, pesantezza e tensione addominale, con dolore, ma non solo. Spesso i sintomi si estendono all’esofago con manifestarsi di esofagiti, rigurgiti acidi, fino ad arrivare a tosse ed abbassamento del tono della voce, in quanto la fuoriuscita di acido dallo stomaco danneggia la mucosa.

Il simeticone agisce diminuendo la tensione addominale e il dolore causati da formazione di aria a livello gastrico ed intestinale. La sua funzione è quella di rompere le bolle di gas che conseguentemente viene facilmente espulso.

L’alginato di magnesio crea una barriera sulla superficie del succo gastrico impedendo che quest’ultimo fuoriesca dallo stomaco risalendo verso l’esofago. Quest’azione si verifica anche se si assume la posizione sdraiata, ecco perché questo prodotto viene assunto anche poco prima di coricarsi in modo da diminuire i sintomi durante il riposo.

Inoltre, il D-pantenolo e l’ossido di zinco svolgono azione protettiva e trofica verso la mucosa gastrica ed esofagea, aiutando a riparare il danno dovuto all’eccesso di acido.

Inoltre, è risaputo che il sodio bicarbonato aiuta nella digestione; ma è altrettanto noto che esso vada a neutralizzare l’acidità gastrica eccessiva.

Gli estratti fluidi di Althaea officinalis e Papaver roheas, grazie alle proprietà emollienti, antiinfiammatorie, antispastiche e protettive della mucosa gastrica, si collocano bene in questa formulazione, apportando un contributo naturale al miglioramento dei sintomi da gastrite.

Come si assume il prodotto? ci sono avvertenze particolari ed effetti collaterali? funziona? Voltiamo pagina per rispondere a queste domande.

Come assumere questo dispositivo medico?

La dose giornaliera consigliata è di una bustina disciolta in un bicchiere di acqua dopo i pasti e prima di coricarsi.

Se si decide di assumere Noremifa® sotto forma di sciroppo vanno presi 20 mL, dose corrispondente ad un cucchiaino dosatore, in dotazione, nelle stesse modalità descritte per la formulazione in bustine.

Questa posologia consigliata può comunque essere rivista e modificata dal medico a seconda delle esigenze di ogni singolo soggetto.

Non vanno superate le dosi giornaliere consigliate.

Va tenuto presente che per osservare un miglioramento nei sintomi, non basta l’assunzione di un integratore, ma quest’ultimo deve collocarsi nell’ambito di un corretto stile di vita.

Ci sono particolari avvertenze?

Noremifa® va tenuto lontano dalla portata dei bambini, soprattutto al di sotto dei tre anni.

Questo dispositivo medico va conservato al riparo dalla luce, lontano da fonti di calore, in un luogo asciutto e fresco.

Essendo presenti nella formulazione estratti di origine vegetale, potrebbe capitare che soprattutto la formulazione in sciroppo, cambi leggermente di colore dopo qualche tempo dall’apertura, anche se ci si trova ancora nel periodo precedente alla scadenza. Questo evento, se si dovesse verificare, è del tutto normale data la provenienza naturale di alcuni componenti della formulazione.

Come sovente accade per molti integratori e dispositivi medici, gli effetti che potrebbe dare un’assunzione in donne in gravidanza o allattamento non sono noti né prevedibili. Pertanto è preferibile non assumere questo prodotto se non dopo aver consultato il proprio medico di base.

Essendo un dispositivo medico che agisce a livello gastrico, è bene usarlo dopo l’assunzione di eventuali altri farmaci, per non influenzare negativamente l’assorbimento di questi ultimi.

Il prodotto non contiene glutine o lattosio per cui può essere assunto da una sempre più crescente fetta di popolazione che soffre di allergie o intolleranze a queste ultime sostanze.

Vi sono effetti collaterali?

Noremifa® può dare effetti avversi se assunto da soggetti con pregressa e riconosciuta sensibilità a qualcuno dei componenti della formulazione. Ad esempio la gomma xantan, eccipiente usato come addensante, spesso crea reazioni di ipersensibilità.

Inoltre, contiene miele che potrebbe dare effetti avversi nei bambini al di sotto dei tre anni.

Noremifa® funziona?

Le opinioni di tutti coloro che hanno dovuto ricorrere a questo dispositivo medico sono in generale positive. I problemi associati all’iperacidità gastrica risultano migliorati addirittura dopo le prime assunzioni del prodotto.

I disturbi associati a questo problema gastrico spesso aumentano con l’assunzione della posizione supina. I soggetti che ricorrono a Noremifa® riportano un miglioramento di tali sintomi, e un conseguente miglioramento del riposo.

L’assunzione di Noremifa®, come di qualsiasi altro integratore, non deve essere vista come sostitutiva di un corretto stile di vita. Inoltre, se i problemi di reflusso gastrico dovessero perdurare, aggravarsi o dipendere da altri fattori che questo dispositivo non può risolvere, va sentito il parere del medico per collocarlo all’interno di una terapia più completa e mirata.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO