Kijimea Colon Irritabile: Prezzo e Opinioni. Funziona Davvero?

Il colon irritabile e la colite sono disturbi che possono essere davvero fastidiosi e dolorosi: coloro che ne soffrono certamente sono sempre alla ricerca di soluzioni in grado di alleviarne i sintomi, rendendo la qualità della vita nettamente migliore.

In questa guida voglio parlarti di un dispositivo medico pensato proprio per contrastare questi disturbi: Kijimea Colon Irritabile. Parliamo di un prodotto pensato e formulato proprio per contrastare i disturbi della colite e della sindrome del colon irritabile grazie alla presenza di ingredienti chiamati a svolgere un ruolo molto preciso che vi spiegheremo in seguito.

Iniziamo la nostra recensione del prodotto partendo dal prezzo al quale è possibile acquistarlo.

Quanto costa?

Kijimea Colon Irritabile si può acquistare in farmacia o parafarmacia senza bisogno di ricetta medica in quanto si tratta di un dispositivo medico. Le capsule vengono vendute in confezioni da 14, 28, e 84 capsule necessarie per coprire rispettivamente 1 settimana, 2 settimane e 6 settimane di trattamento.

Il prezzo di ogni singola confezione è il seguente:

  • 14 capsule: 15,80 euro;
  • 28 capsule: 28,70 euro;
  • 64 capsule: 75, 90 euro.

Come agisce? Meccanismo d’azione

I ricercatori hanno dimostrato che la sindrome del colon irritabile danneggi la barriera intestinale, causando piccole lesioni che facilitano la penetrazione di germi e batteri, con conseguente stato di infiammazione, più o meno accentuato ma comunque fastidioso, che porta a soffrire di dissenteria o stipsi, oppure flatulenza e crampi.

Kijimea Colon Irritabile agisce come se fosse un “cerotto/ventosa”, grazie alla presenza di un ceppo batterico B. bifidum MIMBb75, aderendo alla parete intestinale danneggiata, con il risultato che i batteri non hanno più modo di penetrare all’interno della stessa, determinando una regressione del dolore e dei disturbi connessi alla problematica.

Dunque Kijimea, riassumendo, porta ad una risoluzione dei seguenti problemi:

  • stipsi;
  • diarrea;
  • flatulenza;
  • gonfiore addominale;
  • crampi e coliche addominali.

Una visita accurata dal medico è comunque importante per ottenere i migliori consigli per curare i sintomi e le cause del proprio malessere, così come bere molta acqua, mangiare in maniera sana e  praticare attività fisica.

Kijimea: cosa contiene?

Questo prodotto è un dispositivo medico pensato proprio per il trattamento dei problemi intestinali: si tratta di capsule contenenti il principio attivo B.bifidum MIMBb65. Questo è un ceppo di bifidobatteri che i ricercatori hanno indicato come uno dei principali responsabili nella diminuzione dei sintomi legati a questa sindrome.

Oltre al bifidobatterio appena citato, vi troviamo:

  • maltodestrina;
  • destrosio;
  • ipromellosa;
  • magnesio stearato;
  • biossido di silicio;
  • biossido di titanio;
  • ossido di ferro;
  • brillante FCF blu.

Kijmea Colon Irritabile non contiene invece conservanti, dolcificanti, lattosio, aromi, glutine e gelatina e può essere assunto anche dai celiaci e coloro che sono affetti da diabete, ovviamente dopo aver chiesto un parere preventivo al medico curante.

Gli studi condotti dai ricercatori che hanno lavorato sul prodotto affermano che i pazienti esaminati hanno vantato un notevole miglioramento della qualità della vita ed una regressione dei sintomi associati.

Come assumere il prodotto? Posologia

Kijimea Colon Irritabile è un dispositivo medico di classe IIb, autorizzato per il trattamento della sindrome da colon irritabile: la posologia consigliata è di due capsule da assumere una volta al giorno, preferibilmente durante uno dei due pasti principali. Le capsule vanno assunte in presenza di una sufficiente quantità di liquido.

Si consiglia di non utilizzare il prodotto per oltre un mese, un mese e mezzo: i primi risultati dovrebbero essere tangibili a partire già dalla prima settimana. Qualora i risultati non fossero evidenti è consigliabile rivolgersi al medico, a cui è bene rivolgersi in ogni caso quando si decide di trattare un problema come questo, soprattutto se si soffre di altri disturbi e se si stanno assumendo altri farmaci, onde evitare pericolose interferenze.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Ovviamente quando si decide di assumere un qualunque farmaco o integratore, per quanto naturale possa essere, è bene informarsi sulla possibilità di eventuali effetti indesiderati: per questo raccomando sempre di non sottovalutare l’importanza del parere del medico.

In particolare, Kijimea Colon Irritabile non presenta particolari avvertenze o effetti indesiderati ma non vi sono comunque ancora dati certi che sia innocuo nelle donne in gravidanza e nei bambini.

In linea di massima, non sono state riscontrate interferenze con altri farmaci, ma è importante chiedere la conferma al proprio medico curante per evitare brutte sorprese.

Kijimea colon irritabile funziona davvero?

Gli studi condotti le opinioni di chi ha provato questo trattamento sembrano dare un’ottima credibilità a Kijimea Colon Irritabile, che sembrerebbe funzionare davvero per alleviare e contrastare i dolori intestinali, con benefici che

Oltre a migliorare lo stato di infiammazione del colon, l’assunzione delle capsule avrebbe aiutato i soggetti anche a migliorare la digestione e il transito intestinale.

LASCIA UN COMMENTO