Herpes Zoster Oticus: Sintomi e Cura

Un tipo di Herpes che si sta diffondendo sempre di più a macchia d’olio soprattutto tra i bambini è il tristemente conosciuto Herpes Zoster Oticus o Auricolare. Questa patologia infettiva, per via della loro esposizione ai germi e ai batteri, colpisce maggiormente i bambini in età prescolare e scolare.

L’infezione dello Zoster Oticus non solo è molto fastidiosa e dolorosa per il vostro/a piccolo/a ma è anche facilmente trasmissibile proprio per via della facilità di contatto che avviene tra i piccoli. Tuttavia nulla toglie che di questa odiosa patologia possano soffrirne anche gli adulti soprattutto anziani.

Herpes Zoster Oticus: le cause

Le cause principali che comportano i sintomi e la conseguente infiammazione da Herpes Zoster auricolare sono strettamente correlate all’età del soggetto. Come abbiamo detto nel paragrafo precedente, l’infiammazione è diffusa soprattutto nella fascia prescolare e scolare, quindi nei bambini che vanno dai 3 ai 12 anni. Questo non è un caso.

Trattandosi infatti del VZV (Virus Zoster Varicella), non solo colpisce il fanciullo per il suo alto tasso di trasmissione ma anche per via dello sviluppo ancora minimo da parte dell’apparato immunitario.

Se da una parte infatti, i pediatri di tutto il mondo ci hanno portato a credere che le difese immunitarie dei bambini sono “inattaccabili” dall’altra parte troviamo un virus molto potente che ricordiamo neanche le difese immunitarie progredite come quelle degli adulti sono in grado di distruggere.

Mani sporche, scarsità igienica tra gli ambienti scolastici e contatto assiduo tra gli stessi fanciulli fanno tutto il resto.

Ma come arriva questo virus in zone così nascoste come l’orecchio interno?

Secondo i medici, contrariamente a quanto si pensi, l’infezione non arriva all’orecchio solo tramite contatto da “mano sporca” (un caso su tre). Bensì tramite la classica infiammazione della Laringe.

L’esposizione continua dell’area dell’epitelio respiratorio (le pareti della trachea), funge da nido ottimale per il virus, che può arrivare in sede respiratoria per infinte cause: dito ciucciato (un classico), introduzione di oggetti sporchi e infetti in bocca, piccole particelle di saliva dovute a scambi di pernacchie o starnuti improvvisi.

Una volta che il virus trova posto sull’epitelio respiratorio passa per drenaggio nel flusso ematico. Tramite l’apparato linfatico quindi, il virus va ad infettare la maggior parte degli apparati corporei. Sin dal drenaggio nel flusso ematico, il VZV causa stato febbrile e infezione otalgica, è quindi molto facile da riconoscere anche ad un occhio poco esperto come quello delle mamme.

I sintomi

La patologia dell’Herpes Zoster Oticus è un’infezione che va ad infiammare la conca auricolare e in casi del tutto eccezionali gli apparati che la circoscrivono. Questo causa sintomi di:

  • Otalgia acuta: dolore infiammatorio di tipo virale, accompagnato solitamente da punzecchio e prurito
  • Perdita di tono e forza muscolare (Astenia): in caso di Zoster Oticus vi sentirete deboli e sottotono come nei casi di influenza o varicella (il virus che porterà sintomi di Herpes Oticus è proprio quello della varicella), questo in parte è dovuto anche all’abbassamento ingente delle difese immunitarie da parte dell’infezione stessa
  • Febbre alta (piressia): conseguenza fisiologica sarà anche l’innalzamento della temperatura interna corporea sfociante infine nello stato febbrile
  • In alcuni casi (quasi estremi): l’infezione ha colpito anche la coclea interna all’orecchio causando quindi i classici sintomi da infiammazione cocleare come perdita dell’equilibrio, nausea e capogiri
  • In alcuni casi (quasi estremi), sarebbe stato diagnosticato ai pazienti: sordità improvvisa anch’essa per via dell’infiammazione degli apparati interni all’orecchio. Questo tipo di infezione viene denominata in campo medico con il nome di Sindrome di Ramsay Hunt tipo 2
  • Paralisi del nervo facciale
  • Infiammazione del nervo vestibolare e conseguente perdita di senso dell’orientamento

Quelli riportati sopra sono i sintomi più comuni che la patologia comporta. Naturalmente i casi di infezione e infiammazione sono infiniti come infinite possono essene le cause. Tuttavia di seguito ve ne elenchiamo alcune.

Herpez Zoster Oticus: la durata

La risposta dell’apparato immunitario all’infezione da VZV, ci mette approssimativamente dalle due alle tre settimane per risolvere la patologia. Tuttavia come annunciato in precedenza se il VZV entra in contatto con altri distretti corporei delicati come coclea auricolare, nervo facciale o nervo vestibolare la prognosi naturalmente si protrae per altro tempo.

Come si cura

Trovare una posologia farmaceutica al Virus Zoster Varicella è ad oggi molto facile è veloce. I pareri medici si sono via via nel tempo progrediti e accorpati lasciandoci così in eredità cure sempre più efficaci.

Tuttavia prima di entrare in merito ad una determinata posologia non solo è cosa buona e giusta un parere di uno specialista (otorinolaringoiatra o pediatra) ma è utile anche andare ad esaminare da vicino la risposta immunitaria che interviene fisiologicamente nel nostro corpo nei confronti del VZV.

Questo non solo ci aiuterà a capire quali farmaci è utile assumere ma ci spiegherà anche i sintomi alla base della patologia.

Sin dai primi giorni di malattia, da quando il VZV entra nel flusso ematico, si verifica la risposta dell’apparato immunitario.

Qui i Linfociti di Tipo B vanno ad “inglobare” le cellule virali, impedendogli così di andare ad attaccare altri distretti corporei e decimando da subito il numero di cellule virali stesse.

Successivamente i Linfociti di tipo B lasciano spazio ai Linfociti di tipo T che accorpandosi alla cellula virale ne causano la poptosi o necrotizzazione programmata. In termini semplici ne cominciano la distruzione avviando così il processo di completa guarigione.

Ancora una volta come per gli altri tipi di Herpes a dare una grossa mano al processo di guarigione sono i farmaci come l’Aciclovir, anche assunti per via orale.

Nel caso l’infezione si aggravi sarà necessario l’uso di farmaci analgesici anti-infiammatori non steroidei da assumere sotto stretta prescrizione medica. Si ritengano necessari nel caso di manifestazione herpetica di Zoster Oticus, una visita specialistica nonché un test audiometrico.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO