Arnica Pomata: A Cosa Serve?

Sin dai tempi più antichi i rimedi naturali si sono dimostrati particolarmente utili per risolvere problemi di salute che potrebbero colpire il nostro organismo. Tra questi troviamo anche la famosa Arnica montana.

Ma a cosa serve la pomata di arnica? Quali sono le proprietà benefiche di questa pianta che cresce in montagna? Quali sono i prodotti principali a base di arnica?

Oggi andremo a rispondere insieme a tutte queste domande, vediamo quindi di cosa si tratta!

Che cos’è l’Arnica?

Come abbiamo brevemente accennato nell’introduzione, l’arnica è una pianta tipica delle zone montuose. Infatti cresce spontaneamente sulle nostre Alpi, ma anche sulle Dolomiti e in tante altre zone del nostro paese.

Questa particolare tipologia di erba officinale predilige i posti più umidi, a tal punto che possiamo incontrarla anche sulle montagne della Siberia e del Nord America.

L’arnica si distingue dalle altre piante per i suoi fiori gialli bellissimi e ricchi di proprietà benefiche che la rendono spesso indispensabile per il trattamento di diversi problemi di cui parleremo proprio nel corso del nostro articolo.

Quali sono le pomate più usate a base di arnica?

Le pomate ed i gel a base di arnica rappresentano un valido presidio da tenere sempre a portata di mano grazie al fatto che gli utilizzi di questa pianta sono innumerevoli. Le aziende che le producono sono tantissime e recandoti presso la tua farmacia di fiducia troverai sicuramente il prodotto che fa per te. Weleda e Aboca sono solo due delle aziende più famose che producono il prodotto.

Quali sono le proprietà benefiche dell’arnica?

Tra le proprietà benefiche di questa bellissima pianta ricordiamo soprattutto quelle citate in seguito:

  • Possiede delle ottime proprietà antidolorifiche, infatti dona sollievo in caso di dolore;
  • E’ perfetta per il trattamento di piccoli traumi in quanto riduce notevolmente il gonfiore, eventuali ematomi e contusioni;
  • Ha delle ottime proprietà antinfiammatorie, soprattutto per quanto riguarda le infiammazioni che spesso colpiscono la nostra gola e la nostra bocca;
  • Spesso viene usata per il trattamento di brufoli e acne;
  • L’arnica è anche un antibatterico naturale, infatti è capace di rinforzare il nostro sistema immunitario eliminando i batteri;
  • Svolge un ruolo protettivo nei confronti dei nostri capillari;
  • Viene spesso utilizzata come stimolante per alcune delle nostre funzioni cerebrali;
  • E’ un ottimo cicatrizzante naturale;
  • Viene spesso utilizzata per ridurre i sintomi della febbre;
  • E’ largamente usata contro le punture degli insetti, dalle zanzare ai calabroni.

Così come accade per tutti i rimedi che possiamo trovare in natura, tutti questi utilizzi e le sue proprietà benefiche, sono resi possibili dalla presenza di alcuni principi attivi.

Ad esempio, gli oli essenziali di cui si compone questa pianta le conferiscono la proprietà disinfettante e la rendono particolarmente utile per la stimolazione della circolazione sanguigna.

Inoltre l’arnica è ricca di altre sostanze, come l’elenalina (che le conferisce la capacità di modificare le nostre cellule immunitarie), i tannini e altri lattoni sesquiterpenici, tutte componenti chimiche che le conferiscono proprietà medicinali indispensabili per il nostro organismo.

A che cosa serve l’arnica pomata?

Tutti i principi attivi di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, come abbiamo già accennato, si trovano nei fiori della pianta. Questi fiori, per essere utilizzati al meglio, vengono essiccati e se ne ricavano i seguenti prodotti:

  • Creme gel;
  • Granuli omeopatici;
  • Oli da massaggio;
  • Tintura madre.

L’arnica in pomata, così come gli impacchi e il gel di arnica, viene largamente utilizzata per il trattamento delle seguenti condizioni:

  • Le contusioni;
  • Eventuali gonfiori;
  • Traumi;
  • Gli ematomi;
  • Distorsioni.

Per utilizzare al meglio la pomata di arnica sarà sufficiente massaggiare delicatamente la zona interessata, fino al completo assorbimento. Nei casi più gravi puoi anche utilizzarla per fare degli impacchi, avvolgendo la zona dolorante con una pellicola, dopo averla massaggiata con la pomata.

La pomata a base di arnica si è inoltre dimostrata particolarmente efficace per il trattamento delle punture di insetti, compresi i calabroni, le zanzare, le api e via dicendo. Anche in questo caso ti consigliamo di massaggiare la pomata direttamente sulla puntura.

Il prodotto può essere applicato diverse volte al giorno, ricorda, però, che non deve entrare a contatto con lesioni aperte, con la bocca, con gli occhi e, infine, con i genitali in quanto si tratta, comunque, di un prodotto per uso esterno.

La pomata a base di arnica è facilmente reperibile in farmacia e/o in qualsiasi erboristeria ben attrezzata. Andiamo a vedere nel prossimo paragrafo quali sono le tipologie di pomate più utilizzate a base di questa splendida pianta.

Ci sono degli effetti collaterali?

Per quanto riguarda gli effetti collaterali non abbiamo molto da dire. Tuttavia si tratta sempre di una pianta cardiotossica (cioè nociva per il nostro cuore), quindi, dal punto di vista fitoterapico, non può essere assolutamente usata per via interna.

Infatti l’arnica, anche in forma di pomata, deve essere usata esclusivamente sulla pelle integra. Al di là di questo, l’arnica non ha manifestato effetti collaterali degni di interesse.

Non ci sono delle controindicazioni particolari relative a questa pianta, chiunque può usarla e a qualsiasi età. Ovviamente, come avviene per qualsiasi altro tipo di rimedio naturale, prima di usare l’arnica in pomata, qualsiasi esso sia lo scopo, ti consigliamo di consultare il medico, soprattutto in presenza di una gravidanza.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO