Muco in Gola: Come Sciogliere Efficacemente il Catarro

La presenza di muco in gola (spesso definito come catarro) è un’eventualità tipica della stagione fredda, che può però presentarsi anche durante l’estate, quando delle specifiche patologie o particolari condizioni sono responsabili della presenza di muco in gola persistente che rende difficile la respirazione e talvolta la deglutizione.

Il muco in gola è indice della presenza di fenomeni di carattere patologico, infettivo o infiammatorio e dovranno essere sicuramente analizzati e possibilmente curati, tenendo anche conto del fatto che spesso sono ragione di fastidi anche importanti, che possono peggiorare sensibilmente la nostra qualità di vita.

Una volta identificate le cause di questo disturbo sarà compito del medico prescrivervi la cura più adatta a voi per risolvere sia episodi di eccesso di muco in gola temporanei che persistenti tenendo conto che le ragioni della sua produzione possono essere anche fisiologiche.

Come e perché si forma il muco in gola?

Il catarro retronasale (questo il nome tecnico-scientifico della condizione) è il più delle volte collegabile con la presenza di stati infiammatori a carico dei tessuti che ricoprono la gola, che sono poi quelli che costituiscono il tratto finale (o iniziale) dell’apparato respiratorio.

La viscosità del muco, per reazione del nostro corpo allo stato infiammatorio, aumenta e al tempo stesso diminuiscono quelli che sono i movimenti ciliari.

Il tutto si traduce in una presenza maggiore di catarro nella gola, che tende ad accumularsi proprio a causa della maggiore viscosità e del ridotto movimento ciliare.

Muco in gola: ecco tutte le cause!

Una maggiore presenza di muco può essere causata da diversi tipi di patologie e di condizioni mediche.

Si tratta di condizioni che, pur condividendo tra loro il medesimo risultato (almeno parzialmente), ovvero la presenza di muco in gola, possono avere origini radicalmente diverse, motivo per cui sarà comunque necessaria una diagnosi da parte del vostro medico.

Tra le patologie che più di frequente sono causa della presenza di muco o catarro in gola troviamo:

  • le infezioni di carattere virale, nel quale rientrano quegli stati che comunemente definiamo come raffreddore e influenza;
  • le infezioni di carattere batterico: tendono a presentare un catarro giallo o verde, che può essere anche maleodorante;
  • episodi allergici, che possono essere sia stagionali sia temporanei. I casi più tipici per quanto riguarda le allergie stagionali sono riconducibili sempre o quasi all’allergia ai pollini. Per quanto riguarda invece gli episodi di carattere acuto, può essere il caso di allergie agli acari o ad altre cause transitorie;
  • la presenza di sinusite: si tratta di una patologia causata dall’infiamamzione delle mucose dei seni paranasi. L’infiammazione in questione può essere causa della sovrapproduzione di muco e che può estendersi anche alla gola.

    Catarro in gola Fonte foto: medicinenet.com

Non solo malattie: occhio anche agli ambienti insalubri

Dovremmo cercare, inoltre, di porre la necessaria attenzione agli ambienti in cui viviamo. Spesso infatti la presenza di muco in gola segnala semplicemente la permanenza per periodi troppo lunghi in ambienti troppo secchi, troppo riscaldati, o con sostanze irritanti nell’aria.

Anche in questo caso e soprattutto nel caso in cui a poter essere potenzialmente a rischio siano la nostra casa oppure il nostro luogo di lavoro, potrebbe essere una buona idea discutere col medico di questa problematica e nel caso, prendere i giusti provvedimenti al fine di migliorare sin da subito le condizioni in cui lavoriamo o viviamo.

Nel momento in cui infatti il muco compare nella nostra gola, vuol dire che l’esposizione è stata già prolungata oltre i livelli che si possono ritenere di sicurezza.

Come sciogliere il catarro?

Il problema del catarro in gola è uno di quelli che dovrebbero immediatamente spingerci a visitare il nostro medico.

Le cause infatti sono delle più disparate e non esiste modo di essere certi che si tratti dell’una o dell’altra senza ricorrere al corretto percorso diagnostico, che sia in grado di andare a individuare la presenza di virus, batteri oppure di permanenza in luoghi insalubri.

Una volta individuati quelli che potrebbero essere i fattori scatenanti, si procederà con la corretta terapia, volta a debellare non il muco, ma piuttosto le cause che hanno portato alla sua presenza e più in generale ad un suo accumulo all’interno della nostra gola.

L’uso degli antibiotici

Quando l’origine dell’infezione è incontrovertibilmente riconducibile alla presenza di batteri, si dovrà procedere con una terapia a base di antibiotici.

Si tratta però di nuovo di qualcosa che dovremmo lasciar stabilire al nostro medico, in quanto il ceppo batterico che ha colpito la nostra gola non è necessariamente quello che questo o quell’antibiotico possono curare.

Sarà il medico, ancora una volta dopo le indagini diagnostiche di rito, ad individuare quelli che sono i farmaci antibiotici più adatti per la nostra particolare infezione.

Gli antistaminici nel caso di allergia

Nel caso invece in cui la presenza di muco nella nostra gola dovesse essere riconducibile a fenomeni di tipo allergico, si dovrà tendenzialmente procedere in due modi:

  • nel caso di allergie che non ci permettono di isolarci dalla sostanza che ci causa la reazione (è il caso tipico dei pollini) si dovrà procedere con una terapia con a base di antistaminici. Non si tratta di terapie che possono essere utilizzate senza un consulto del medico e sarà dunque il caso di chiedere delucidazioni in merito;
  • nel caso di allergie invece la cui causa potrà essere rimossa (pensiamo ad esempio ad animali domestici o ad acari), sarà il caso di andare a rimuovere la causa, anche se dovesse significare liberarsi dall’affetto dell’animale dimestico. Anche questa condizione andrebbe discussa con il medico curante, per individuare, prima di prendere alcuna decisione in questo senso, la natura dell’allergia.

I rimedi naturali contro il muco in gola

Si possono mettere in pratica, a prescindere da quali possano essere le cause che portano alla presenza di muco in gola, dei rimedi naturali che possono fornire sollievo immediato, anche se temporaneo:

  • inalare oli essenziali, anche con il metodo dei fumenti: tra gli oli più indicati quello di menta e quello di eucalipto;
  • fare delle irrigazioni nasali a base di soluzione salina: non serve comprarla in farmacia, basterà sciogliere circa 10 grammi di sale in un litro d’acqua tiepida.

Attenzione al fumo di sigaretta

La presenza di muco in gola può essere anche ricondotta al fumo da sigaretta, infatti questo comportamento è uno dei più diffusi che causa la presenza di muco alle vie basse vie respiratorie e ai bronchi.

Ad ogni modo, il fumo dovrebbe essere evitato durante tutta la fase acuta di presenza di catarro in gola, per evitare di scatenare fenomeni infiammatori paralleli che potrebbero ritardare la guarigione, anche quando il problema non sia direttamente collegato al fumo.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO