Prurito Notturno: Cause e Rimedi

Le cause del prurito notturno

Ci sono diverse condizioni mediche che possono essere responsabili del prurito, sia di quello che si percepisce durante il giorno, sia di quello che si percepisce invece durante la notte.

Tra le condizioni più comuni abbiamo:

  • diverse patologie a carico del complesso epatico;
  • insufficienza renale, che può essere causata da diverse patologie a carico dei reni stessi;
  • problemi ormonali, che sono in genere collegati in questo caso con malfunzionamenti della tiroide;
  • diabete.

Questo per quanto riguarda le condizioni di carattere sistemico. Ci sono però anche cause che possono essere collegate in modo più diretto con il derma:

Il caso della scabbia

L’ultimo caso che può portare alla presenza di prurito, che si tratti di prurito notturno oppure anche diurno, è la scabbia.

Si tratta di una condizione che è dovuta all’infestazione contagiosa della pelle da parte del Sarcoptes scabiei, un parassita in grado di colpire tanto gli esseri umani quanto gli animali.

Si tratta di una patologia piuttosto comune nei bambini, soprattutto nelle aree non igieniche e nelle aree particolarmente affollate. Nel nostro paese il numero di casi è purtroppo in aumento e si registrano ormai circa 6.000 contagi l’anno.

Nonostante si tratti di una patologia relativamente rara, nel caso in cui fosse presente del prurito persistente, sarà sicuramente il caso di investigare anche questa opzione.

Bisogna andare necessariamente dal medico?

Il prurito, nel caso in cui dovesse protrarsi per un tempo superiore alle 36-48 ore, dovrebbe essere necessariamente considerato come sintomo potenziale di una condizione patologica. Per questo motivo è sicuramente necessario, in questi casi, rivolgersi al proprio medico curante.

Sarà il medico di famiglia il primo da visitare, il quale, dopo i primi test, sarà in grado di indirizzarvi verso lo specialista di riferimento:

  • il dermatologo nel caso in cui si tratti ad esempio di problemi di dermatiti, psoriasi, anche o anche herpes;
  • gli altri specialisti nel caso in cui si sospetti invece la presenza di problemi che potrebbero interessare tiroide, fegato o reni.

Ad ogni modo, data l’ampio spettro di patologie che possono essere collegate con la comparsa del prurito, sarà sicuramente il caso di iniziare un percorso diagnostico il prima possibile.




1
2
3
4
Condividere su:

Leggi Anche

LASCIA UN COMMENTO