Feci chiare: quali sono le cause?

Il colore delle feci è un segnale importante del nostro stato di salute e il cambiamento nell’aspetto delle stesse non dovrebbe mai essere preso alla leggera. Oggi, parliamo delle feci chiare, cioè quando le feci si presentano con un colore estremamente chiaro, che può sfumare verso toni di grigio o giallo: una condizione sicuramente non normale che deve essere posta all’attenzione del medico. Il problema può riguardare tanto gli adulti quanto i bambini: in questa fascia di popolazione gli episodi sono molto più frequenti a causa anche del cambiamento di alimentazione.

Vedremo insieme quali sono le possibili cause, gli eventuali motivi di preoccupazione e se c’è qualcosa che si può fare per superare i problemi che si nascondono dietro il colore chiaro delle feci e quindi tornare ad uno stato di normalità.

Nel caso più frequente manca la bile

In condizioni normali, il colore scuro delle feci è dato dalla bile: un liquido secreto dal fegato e che partecipa in maniera fondamentale al processo digestivo. Il suo ruolo è quello di emulsionare i grassi e contribuire all’assorbimento delle vitamine A, D, E e K che si possono trovare nei grassi.

Nel caso in cui la produzione di bile sia quantitativamente insufficiente oppure esistano delle ostruzioni che impediscono a questa sostanza di muoversi all’interno del nostro corpo, le nostre feci potrebbero perdere il loro colorito marrone.

È infatti proprio la bile a conferire il tipico colore scuro ai nostri escrementi. Nel caso in cui dovessero presentarsi feci chiare, ci sono buone probabilità che dipenda proprio dall’assenza di quantità adeguate di bile durante il processo digestivo.

Le patologie responsabili di feci chiare

Quando la causa delle feci chiare e molli è da rintracciarsi nella scarsa partecipazione della bile alla digestione, ci sono diverse patologie che possono presentarsi come la causa scatenante. Si tratta in genere di patologie che sono collegate a cistifellea, fegato o pancreas, come:

  • calcoli alla cistifellea:
  • cirrosi biliare;
  • epatiti di diverso genere;
  • colangite;
  • cirrosi epatica;
  • forme tumorali a carico del fegato;
  • forme tumorali a carico del pancreas.

Si tratta di patologie nella grande maggioranza dei casi piuttosto serie e che richiedono immediata attenzione da parte del medico.

Il caso della fibrosi cistica

La fibrosi cistica è una malattia che colpisce le ghiandole esocrine, ovvero quelle che riversano il loro prodotto verso l’esterno della ghiandola stessa e può essere responsabile della produzione di feci chiare. Ciò accade perché questa patologia può colpire il pancreas e rendere il secreto pancreatico ricco di muco e dunque troppo denso per permettergli di muoversi liberamente all’interno dell’organismo.

Tra i sintomi più caratteristici della fibrosi cistica abbiamo appunto la produzione di feci di colore chiaro e di consistenza quasi liquida, che in alcuni casi può essere quella della diarrea.




La cirrosi epatica

La cirrosi epatica è una patologia cronica e degenerativa a carico del fegato. Viene innescata da lesioni dell’organo, che vede il fegato sostituire le proprie cellule con interconnessioni di tipo cicatriziale. Il funzionamento del fegato ne viene rapidamente compromesso.

Si tratta di una patologia il cui decorso, allo stato attuale delle conoscenze mediche, non può essere assolutamente interrotto ma soltanto rallentato. A causare la cirrosi epatica non è, come si potrebbe pensare, esclusivamente l’abuso di alcol. La cirrosi infatti può essere il risultato di epatiti sia di tipo virale (pensiamo alla B, alla C e alla D) sia di epatiti di tipo autoimmune e in molti casi comporta l’espulsione di feci chiare che sono da mettere in relazione con la compromissione generale dell’organo.

I calcoli della colecisti

I calcoli della colecisti sono spesso completamente innocui e non causano alcun tipo di conseguenza per il paziente che ne diventi vittima. Talvolta però possono causare non solo dolore lancinante, ma anche l’impossibilità per la bile di muoversi. Tra i sintomi più comuni dei calcoli della colecisti troviamo anche le feci chiare e molli, che anche in questo caso sono causate appunto dalla scarsa partecipazione, quantitativamente parlando, della bile al processo digestivo.

Le cause che non sono collegate direttamente a fegato e cistifellea

Ci sono inoltre altri tipi di patologie che possono essere collegate alla presenza di feci chiare, che non sono però, almeno in forma diretta, a carico degli organi di cui abbiamo parlato poco sopra:

  • Anemia, causata dalla riduzione del numero dei globuli rossi;
  • Febbre di Lassa, una febbre emorragica causata da un virus della famiglia degli Arenavirus;
  • Talassemie di vario genere, una patologia che causa la riduzione di emoglobina utile per il trasporto dell’ossigeno;
  • Mononucleosi.

Feci chiare nei bambini: quale può essere la causa? 

La produzione di feci chiare nei bambini è un evento piuttosto frequente che non deve generare particolari ansie e preoccupazioni se l’episodio è sporadico. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di un disturbo che è da mettere in relazione con le continue modificazioni ed adattamenti che l’apparato gastrointestinale del bambino si trova ad affrontare.

Feci chiare cause Fonte foto: safebee.com

Le feci chiare possono essere però segnale di un qualche disturbo metabolico nel bambino che va opportunamente sottoposto all’attenzione del pediatra, specie se gli episodi si manifestano in seguito all’assunzione di un cibo in particolare. La celiachia, infatti, è una delle principali patologie che possono presentarsi proprio con feci chiare e molli frutto della mancata metabolizzazione del glutine, ma questo va accertato con opportuni test.

Cosa fare nel caso di feci chiare?

Quando le feci si presentano come troppo chiare per un tempo abbastanza lungo (non è un episodio sporadico), è necessario informarne prontamente il medico, soprattutto nel caso in cui sospettassimo di essere colpiti da una qualunque delle patologie sopra elencate.

Le feci chiare sono un sintomo assolutamente da non ignorare e devono essere pretesto per l’inizio di un percorso diagnostico prima e terapeutico poi, teso a ristabilire un buono stato di salute per il nostro organismo.

Nonostante non siamo abituati ad associare al colore delle feci, soprattutto quando dovesse cambiare per periodi molto brevi, patologie serie, talvolta nel caso delle feci chiare (soprattutto se tendono al grigio o al giallo tenue) è necessaria una buona diagnosi al fine di sgombrare il campo da qualunque tipo di dubbio e, nel caso, intraprendere da subito le cure che sono indicate per la patologia che verrà rilevata.

Nel caso di diarrea, meglio aspettare la fine

Quando feci di colore particolarmente chiaro si fossero presentate nel corso di episodi di diarrea, è necessario aspettare il termine del disturbo, dato che in questi casi il colore chiaro delle feci potrebbe essere il risultato della diluizione degli escrementi, con conseguente colore particolarmente tenue assunto dagli stessi.

Una volta che però la diarrea sia completamente scomparsa, il nostro corpo dovrebbe riprendere a produrre escrementi del colore adeguato. Nel caso in cui questo non dovesse avvenire, sarà sicuramente necessario consultare il proprio medico.

Talvolta è soltanto un problema collegato alla dieta

Nel caso in cui si dovessero consumare per periodi anche brevi esclusivamente alimenti come riso e patate, il colore delle nostre feci potrebbe risentirne. Si tratterebbe però di un regime alimentare estremamente sbilanciato che andrebbe corretto quanto prima per evitare problemi ben più gravi al nostro organismo.

Ci sono rimedi per le feci chiare?

Le feci chiare non sono una patologia in sé, ma piuttosto il segnale di potenziali altre patologie. Non ci sono rimedi che possiamo mettere in pratica a casa, in quanto, in presenza di uno qualunque dei problemi sopra elencati, sarà necessario seguire percorsi terapeutici specifici, che non possono sicuramente essere lasciati al fai da te.

Condividere su:

Leggi Anche

mm

Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l’alimentazione e il benessere.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO