Muco nelle Urine: Possibili Cause e Rimedi

E’ normale la presenza di muco nelle urine? Il muco è un liquido viscoso di fondamentale importanza per la salute del nostro corpo. Svolge, infatti, compiti importantissimi per la lubrificazione sia dell’apparato digerente che di quello respiratorio, venendo impiegato anche nell’apparato urinario, nella vista, nell’apparato uditivo e anche in quello genitale.

Abbiamo appena appreso, dunque, che il muco svolge un importante attività nel tratto urinario e nell’apparato genitale, potremmo pensare che la presenza di muco nelle urine sia una cosa assolutamente normale. Purtroppo le cose non stanno esattamente così: il muco nelle urine può essere contenuto in tracce, ma quando la sua presenza si rende visibile e quindi è presente materiale viscoso all’interno della nostra urina, siamo in presenza di una situazione non necessariamente preoccupante, ma comunque degna di ulteriori indagini.

Quali possono essere le cause della presenza di muco nelle urine?

Le cause che possono portare alla presenza di muco nelle urine sono diverse, anche se le più frequenti costituiscono praticamente la totalità dei casi.

Infezioni batteriche a carico del tratto urinario

Il caso più tipico è quello del processo infettivo a carico dell’uretra o della vescia. Si tratta di infezioni tipicamente batteriche, che possono risalire le vie urinarie partendo dall’uretra e riuscire ad infettare gli organi superiori.

In questo caso tendenzialmente la presenza di muco nelle urine si accompagna anche ad altre alterazioni dei parametri urinari come leucociti nelle urine, nitriti, batteri nelle urine, cellule epiteliali ed esterasi leucocitaria positiva. A questo si associano una serie di sintomi specifici come ad esempio: bruciore durante la minzione, urgenza continua di fare pipì, dolore durante i rapporti sessuali e per l’uomo difficoltà nell’eiaculazione.

Si tratta del caso più tipico che in genere può essere curato senza troppe preoccupazioni ricorrendo a terapie a base di antibiotici specifici.

Il caso delle patologie sessualmente trasmissibili

A contribuire o ad essere causa unica della comparsa del muco nelle urine ci sono anche le malattie sessualmente trasmissibili. Tra quelle che più di frequente troviamo come responsabili di questo specifico sintomo ci sono:

Nel caso di queste patologie in genere, però, il muco assume un aspetto purulento e finisce per avere un cattivo odore, piuttosto caratteristico e che dovrebbe essere immediatamente segnale della presenza di problemi di questo tipo, ovvero di infezioni di carattere virale e/o parassitario.

Le urine in questo caso si fanno torbide, di colore giallo intenso e soprattutto filamentose, a segnale che appunto il muco che si è riversato è decisamente tanto.

Si avvertono allo stesso tempo dolori al basso ventre sia durante la minzione, sia durante l’atto sessuale. Negli uomini si possono avvertire dolori anche durante l’eiaculazione.

La presenza di calcoli renali

Altro caso tipico è quello dei calcoli renali. Si tratta in realtà di una categoria di problematica che vedono dei sedimenti minerali che possono assumere anche la forma di piccole pietre, che vanno ad ostruire le vie urinarie e nello specifico i reni. Sono responsabili del cambiamento del colore e dell’odore delle urine e possono anche essere responsabili della presenza di muco.

Ai calcoli renali, soprattutto quando siano di dimensioni adeguate, si accompagnano in genere dolori e crampi soprattutto nella zona addominale.

Il falso caso del muco dell’intestino irritabile

La sindrome da intestino irritabile tende a causare mucorrea, ovvero presenza di muco nelle feci. Si tratta però di un problema che non riguarda mai o quasi le urine e spesso però, avvenendo la defecazione e la minzione nello stesso momento, si può credere che il muco che si apprezza sia dovuto all’urina e non alle feci. Si tratta di un caso che non è mai o quasi inerente alle urine ma che potrebbe comunque trarci in inganno.

Muco nelle urine uomo e bambini Fonte foto: learninghumananatomy.com

Quando il muco è nelle urine dei bambini

La presenza di cospicue quantità di muco nelle urine nei bambini può essere un fatto assolutamente normale in quanto quando i bambini iniziano ad espletare le loro funzioni fisiologiche in completa autonomia commettono una serie di errori nella sfera dell’igiene intima: non puliscono bene la zona anale, trattengono spesso la pipì e svoltano l’ano in maniera incompleta.

Tutto questo può causare un’infezione batterica con i germi che possono migrare dalla zona intestinale a quella genitale con conseguente aumento della produzione di muco nelle urine.

Piccolissime quantità di muco nelle urine possono essere normali

Quando però le urine non si fanno poi eccessivamente filamentose e quando l’episodio della presenza di muco nelle urine sia sporadico, non dovrebbe esserci motivo di preoccupazione eccessiva: potrebbe trattarsi di una momentanea irritazione del canale urinario alla quale il nostro corpo risponde aumentando la quantità di muco prodotto nell’area.

Nel caso in cui però gli episodi dovessero ripetersi, anche ad intervalli relativamente lunghi, sarà sicuramente il caso di discutere la questione in primis con il proprio medico di base e poi, nel caso in cui fosse necessario, con uno specialista.

Bisogna preoccuparsi nel caso di presenza di muco nelle urine?

Non necessariamente, nel senso che spesso la presenza di muco nelle urine è riconducibile alla presenza di infezioni batteriche di entità sicuramente non importante e che possono essere curate con terapie specifiche in pochi giorni. Diverso tuttavia il caso della presenza di malattie sessualmente trasmissibili, che tendono ad avere decorsi più infausti, soprattutto nel caso in cui vengano ignorate completamente o curate in ritardo.

Intervenire tempestivamente e con la corretta terapia è di fondamentale importanza per evitare che quella che era una piccola infezione si trasformi poi in un incubo difficile da dimenticare e da superare.

Cosa fare se il muco nelle urine è causato da calcoli renali?

Nel caso il muco nelle urine fosse causato da calcoli renali bisognerà seguire invece dei percorsi terapeutici specifici (che non prevedono esclusivamente il ricorso a farmaci o al pur raro intervento chirurgico, ma anche cambiamenti nella dieta), che saranno tesi all’espulsione del calcolo stesso.

Ad ogni modo si sono ottenuti risultati decisamente importanti anche con terapie costituite da riposo, aumento dell’assunzione dei liquidi e ricorso, ove il dolore fosse difficile da sopportare, ad analgesici e spasmolitici.

Molto difficilmente si ha le necessità di ricorrere alla rimozione chirurgica del calcolo, che viene nella grossa parte dei casi espulso dal nostro organismo.

Attenzione alla colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una patologia a carattere infiammatorio cronico che colpisce l’intestino crasso. Può causare la presenza di muco nell’intestino e, in casi in realtà molto rari, anche nelle urine. Ad ogni modo bisognerebbe fare attenzione a non confondere il muco che abbiamo espulso con le feci con quello che avremmo invece espulso per tramite delle urine. Si tratta di un “falso positivo” in realtà molto frequente.

Ad ogni modo la presenza di muco nel WC, a prescindere da quale sia l’origine, deve essere sicuramente considerata come qualcosa di interesse medico e che necessita ulteriori test e diagnosi per individuare quelle che potrebbero essere le patologie collegate a questo fenomeno.

Leggi Anche:

2 COMMENTI

  1. nelle mie urine ho trovato pezzetti di materiale bianco che galleggiano, cosa può significare ? forse dovuto al fatto che prendo il betotal ?

    • Buongiorno, non credo che sia dovuto al betotal. Le consiglio di rivolgersi al suo medico per eseguire un’urinocoltura per valutare l’eventuale presenza di infezioni batteriche oppure fungine.

LASCIA UN COMMENTO