Apermus: Funziona? Controindicazioni e Posologia

Apermus® è un medicinale omeopatico prodotto dalla casa farmaceutica Loacker che vanta, tra le sue proprietà, quella di coadiuvare il travaglio e il parto ammorbidendo il collo dell’utero e agevolando la sua dilatazione.

Il travaglio e il parto sono due momenti molto delicati per vita di una donna: nonostante l’emozione, l’idea di dover subire un forte dolore fa un po’ paura. Per questo molte future mamme sono alla ricerca di rimedi naturali che possano facilitare la nascita del bambino in tutta naturalezza.

Un travaglio più rapido e meno difficoltoso quindi, è il beneficio che apporta l’utilizzo di questo rimedio omeopatico.

Ma davvero questo prodotto può rendere meno traumatico per la donna il parto? Ha controindicazioni ed effetti collaterali? Quanto costa?

In questa guida rispondiamo a queste domande, facendo chiarezza sull’efficacia (o meno) di Apermus®. È comunque obbligatorio chiedere sempre il parere del medico, che sia il vostro ginecologo, il medico di famiglia: assumere integratori e/o farmaci, durante la gravidanza e l’allattamento, senza consulto medico può mettere a repentaglio la propria vita e quella del bambino.

Cosa contiene?

Apermus® contiene al suo interno i seguenti ingredienti omeopatici:

  • Pulsatilla D6;
  • Caulophyllum thalictroides D6;
  • Cimicifuga D8.

La pianta di Caullophyllum è piuttosto diffusa e apporta un effetto benefico sulle contrazioni del parto, poiché favorisce le doglie e le contrazioni naturali, anticipando il travaglio.

La pianta di pulsatilla, invece, è un’erba che fiorisce nel periodo primaverile ed è efficace a contrastare i sintomi di numerose problematiche come, appunto, le doglie.

Infine, la cimicifuga agisce sull’area addominale, favorendone le contrazioni che preparano al parto.

Dove comprare Apermus®? Quanto costa?

Si può acquistare sia nelle farmacie, ma anche online, dove è più facile trovare sconti interessanti. Il costo è di 15,50 euro per un flacone contente 20 g di globuli omeopatici.

Scopri le Offerte Disponibili!

Come si assume?

Vediamo ora un aspetto importante, ossia la modalità di assunzione. Bisognerebbe iniziare ad assumere le capsule intorno alla trentaquattresima settimana, ingerendo 5 globuli 3 volte al giorno fino alla trentasettesima settimana.

Dopo la trentasettesima settimana, invece, è necessario aumentare la dose a 10 globuli 3 volte al giorno. Infine, quando si entra nel travaglio attivo, la dose consigliata è di 5 globuli ogni 15 minuti. In realtà, come già detto, solo il professionista che ci sta seguendo può consigliare come gestire l’assunzione, in base delle nostre esigenze e del nostro stato di salute.

Quando si assume l’integratore, bisogna premurarsi di seguire questi consigli:

  • assumere le capsule lontano dai pasti;
  • non toccarle con le mani, ma versarle nel tappo del contenitore e poi direttamente in bocca;
  • lasciarle sciogliere sotto la lingua, in quanto questa zona è molto vascolarizzata e quindi i principi attivi vengono assorbiti. Non bisogna né masticare né ingoiare i granuli;
  • evitare di assumere limone e menta, che sono sostanze naturali che contrastano l’Apermus®, annullandone l’effetto. Fare attenzione anche al dentifricio.

Effetti collaterali e controindicazioni

Apermus® è un prodotto naturale che non presenta particolari effetti collaterali, se non quello di perdere efficacia se assunto insieme a menta e/o limone e che va comunque assunto lontano dai pasti.

In ogni caso bisogna sempre chiedere il parere al proprio medico, soprattutto se si stanno già assumendo altri farmaci.

Apermus® funziona?

Come tanti altri rimedi naturali ed omeopatici, Apermus® (sempre dietro il consenso del medico) può essere assunto per ottenere qualche beneficio durante il travaglio, tuttavia questo rimedio non è miracoloso: il travaglio e il parto restano sempre un’esperienza dolorosa.

Nello specifico, questi granuli sono utili per:

  • preparare i tessuti genitali, ammorbidendo e rendendo più elastico il collo dell’utero;
  • favorire la dilatazione e le contrazioni, diminuendo il dolore e migliorando la forza delle spinte durante il parto;
  • facilitare l’espulsione della placenta;
  • Recuperare più velocemente dopo il parto.

Apermus® non è in grado di anticipare il parto, ma la sua funzione è quella di facilitare il travaglio, rendendo più rapida la dilatazione della cervice e l’accorciamento dell’utero.

Per ottenere più benefici possibili, bisogna praticare anche un costante e blando esercizio fisico, esercizi mirati per il perineo, che va anche massaggiato, curare l’alimentazione e essere seguiti da un professionista che ci ispiri la massima fiducia.

LASCIA UN COMMENTO