Acqua Detox: Proprietà, Benefici e Ricette

Detox” è un aggettivo che troviamo ormai associato ad un enorme numero di diete, prodotti, alimenti ed “incredibilmente” anche all’acqua.

Infatti, l’argomento della trattazione di oggi è proprio l’acqua detox, una moda esplosa negli Stati Uniti e che ha raggiunto di recente anche il nostro paese, dove sono in molti quelli pronti a giurare che si tratterebbe di autentici presidi di salute, che dovrebbero aiutarci a liberarci dalle tossine a tornare in condizioni di assoluto equilibrio e benessere.

Vediamo insieme di cosa si tratta nello specifico, seguendo anche la loro preparazione, le diverse combinazioni e gli effetti benefici che se ne potrebbero trarre, ammesso che ce ne siano.

Cos’è l’acqua detox?

L’acqua detox è un’acqua che viene aromatizzata con verdura, frutta o degli specifici aromi, che vengono lasciati in infusione per un determinato tempo allo scopo di portare in soluzione non solo il sapore ma anche i nutrienti in essi contenuti.

Secondo i sostenitori di queste preparazioni, combinando in modo certosino le verdure e la frutta si potrebbero ottenere delle acque dalle proprietà decisamente interessanti:

  • proprietà detox generiche: ovvero aiutare la diuresi e con questa anche la disintossicazione dalle tossine;
  • proprietà drenanti: ovvero aiutare il nostro corpo a liberarsi dei liquidi in eccesso, quindi andando ad agire sulla pelle a buccia d’arancia e, sempre secondo i sostenitori di questa tecnica, anche sulla cellulite;
  • proprietà di bellezza: perché aiuterebbero in alcuni casi anche a combattere l’azione negativa dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento;
  • proprietà immunostimolanti: ovvero la capacità di andare a rinforzare il nostro sistema immunitario, quando questo ne dovesse avere bisogno.

Ovviamente per ottenere questo o quell’altro effetto sarà necessario combinare le nostre verdure in modo certosino, scegliendo questo o quel prodotto, tenendo conto delle sue proprietà e dei composti benefici presenti in esso.

Se sei interessato ai migliori integratori per dimagrire ti consiglio di consultare la nostra lista in promozione questo mese.

L’acqua detox e la cura della cellulite

Purtroppo, nonostante siano spesi milioni di euro nella ricerca, le cause della cellulite sono ancora in larga parte oggetto di discussione da parte della comunità scientifica. C’è chi afferma che si tratterebbe di un banale problema di ritenzione idrica (in realtà una sparuta minoranza) e chi invece vedrebbe nei processi infiammatori sottocutanei la vera causa scatenante.

Qualunque sia la ragione, davvero poco possono può fare l’acqua detox, che non hanno alcun tipo di potere, scientificamente dimostrabile, drenante e neanche anti-infiammatorio. Nonostante molte riviste di bellezza sembrano concentrarsi su queste presunte proprietà delle acque detox, ad oggi la scienza non è in grado di dimostrare un loro funzionamento in questo senso e ne sappiamo davvero se le sostanze presenti nella frutta e nella verdura passino davvero in soluzione e se siano stabili nel tempo.

Certo è che bere acqua e consumare frutta e verdura siano due ottime abitudini ma sulla loro combinazione non possiamo essere certi al 100%. Inoltre, non possiamo essere certi della stabilità delle vitamine che come ben sappiamo sono composti estremamente sensibili alla luce e alla temperatura.

Come si prepara l’acqua detox?

Preparare l’acqua detox è piuttosto facile. Avremo bisogno di qualche barattolo di vetro con il tappo a vite, all’interno dovremo mettere dell’acqua fredda e poi la frutta, la verdura e gli aromi che avremo scelto. Si dovrebbero scegliere, allo scopo di avere un’acqua detox di qualità, possibilmente ortaggi e frutta provenienti da agricoltura biologica in modo da essere sicuri del fatto che non siano stati trattati con sostanze che poi ingeriremo, ma questo vale sempre.

Prima di inserire la frutta e la verdura nel barattolo, dovremmo preoccuparci di schiacciarli leggermente, allo scopo di favorire l’uscita dei succhi.

Se vuoi acquistare un comodo infusore per acque detox ti consiglio di dare uno sguardo alla nostra selezione dei migliori prodotti attualmente presenti sul mercato cliccando sul link sottostante. Sono sicura che troverai il modello adatto a te!

Scegli il Tuo Infusore Preferito!


Il vasetto dovrà poi essere chiuso e riposto in frigo per 5 ore, anche se per alcune preparazioni sarebbe addirittura preferibile far passare tutta la notte. Il tempo di infusione a freddo è ovviamente direttamente proporzionale all’intensità del gusto che andremo ad ottenere.

Alcune combinazioni tipiche per le acque detox

Di seguito troverete alcune delle combinazioni tipiche per realizzare l’acqua detox che più fa al caso vostro.

  • Arancia e mango: si tratta di una combinazione dal gusto decisamente equilibrato, con un buon apporto di vitamina C. Secondo i sostenitori di questa teoria si tratterebbe di un ottimo rimedio contro la cellulite, anche se i risultati sono ancora tutti da dimostrare;
  • Fragola e limone: una combinazione tipica per l’estate, avrebbe proprietà drenanti e digestive. Anche qui il punto forte è la presenza di vitamina C;
  • Fragola e lampone: qui si batte invece sulla presenza di anti-ossidanti, in grado di contrastare i radicali liberi e fornire un’acqua che sia un ottimo presidio di salute;
  • Limone e cetriolo: dal forte potere dissetante. Combatterebbe l’accumulo di tossine e ci aiuterebbe a liberarcene. Qui ad entrare in gioco sono le proprietà diuretiche del cetriolo;
  • Mela, carota e arancia: si tratta di una versione che si basa sulla presenza vitaminica nei frutti citati, che darebbe una grossa mano a recuperare un corretto funzionamento del nostro sistema immunitario. Indicata soprattutto durante l’inverno;
  • Pera e sedano sarebbe invece l’acqua detox da utilizzare contro lo stress e per rilassarsi;
  • Zenzero e carote invece aiuterebbero, e questo è un funzionamento collaudato e scientificamente provabile, a superare la nausea e i problemi di carattere digestivo;
  • Cetrioli e pomodori invece avrebbero anch’essi, una volta messi ad infuso, proprietà disintossicanti.

Si può in realtà giocare parecchio con le combinazioni, scegliendo quelle che più fanno al caso nostro e a quello del nostro gusto.

Non è acqua magica…

L’acqua detox, sebbene non faccia male, non è assolutamente il prodotto miracoloso che vorrebbero farci credere. I benefici che possiamo trarre dalla loro assunzione è quello che deriva dalla somma degli ingredienti che sono contenuti nel liquido, a patto che effettivamente siano presenti nell’acqua e che siano stabili dopo le ore di infusione.

Non esiste alcun principio scientifico in grado di dimostrare che l’infuso in acqua fredda possa attivare questa o quella vitamina e quindi larga parte di quanto dichiarato dai sostenitori di queste acque andrebbe bollato come bufala.

Certo, si può bere l’acqua detox apprezzandone le proprietà dissetanti e soprattutto utilizzarla come occasione per consumare verdura e frutta cruda, un’ottima abitudine per assumere le giuste quantità di vitamine, sia per il contenuto in fibre di questi prodotti. Si otterrebbero però gli stessi identici benefici senza andare a preparare infusi e intrugli da bere in ogni momento della giornata.

L’acqua detox ha benefici?

La risposta potrebbe essere più difficile di ciò che sembra. Di sicuro l’acqua e la frutta/verdura sono benefici per il nostro organismo e qui penso siamo tutti d’accordo.

Ma l’acqua in cui sono stati lasciati in infusione i vegetali lo è altrettanto? Il procedimento di infusione a freddo, oltre ad estrarre alcune sostanze dalla frutta, non apporta alcun tipo di beneficio e dovrebbe essere considerato per quello che è, ovvero un buon metodo per preparare bibite gustose e nulla più.

La vera fonte di benessere, infatti, non è nell’acqua detox ma nella frutta e nella verdura che sono veri e propri tesori di sostanze indispensabili per l’organismo. Inoltre, se estraiamo dalla frutta e dalla verdura solo i costituenti che passano in soluzione (vitamine, sali minerali e poche altre sostanze), delle fibre così importanti che ne sarà?