Dieta Carb Lover’s: cosa mangiare? funziona?

La dieta Carb Lover’s (o Carb Lovers secondo alcune altre dizioni presenti sul web) è un regime alimentare che si propone di perdere i chili di troppo accumulati, ed è tutta qui la portata rivoluzionaria del sistema, non escludendo i carboidrati.

Portata rivoluzionaria, in quanto da ormai qualche anno gli zuccheri e i carboidrati sono sul banco degli imputati del tribunale speciale contro l’obesità e sembrano recedere, giorno per giorno, dalle nostre diete.

Le promesse della dieta Carb Lover’s sono importanti e particolarmente ambiziose motivo per il quale sono in molti a chiedere informazioni sul regime in questione.

Promesse, come spesso succede nel mondo delle diete, che potrebbero essere disattese. Vediamo insieme cosa si nasconde dietro questo piano alimentare, cosa mangiare, cosa non mangiare, e quali siano i potenziali vantaggi o svantaggi della dieta per gli amanti dei carboidrati.

Cosa promette la dieta Carb Lover’s?

La dieta Carb Lover’s promette di farci perdere peso pur non rimuovendo completamente i carboidrati dalla nostra alimentazione, anzi, alcuni tipi di amidi resistenti, così come vengono chiamati dai fondatori di questa dieta, sono indicati per perdere peso.

La dieta promette di farci perdere almeno quattro chili in 30 giorni, combinando quelli che sono degli alimenti salutari con i cibi che sono invece ricchi di questi amidi resistenti. La promessa di questo regime alimentare è sicuramente ambiziosa, anche se sono ormai molti i piani alimentari che garantiscono di perdere almeno quattro chili nelle prime quattro settimane.

Ad essere veramente rivoluzionario per quanto riguarda la dieta Carb Lover’s è il fatto che sono inclusi, tra l’altro in buone dosi, i carboidrati, quelli che sono ritenuti dai dietologi più moderni degli autentici nemici della buona salute (in particolare quelli estremamente raffinati e costituiti da grosse quantità di zuccheri semplici).

Ma funziona davvero questa dieta? Può davvero mantenere i livelli di glicemia bassi come promette? E quali alimenti dovremmo mangiare per seguire il piano in questione?Dieta Carb Lovers

Una dieta a fasi

Così come moltissime delle diete più popolari in questi ultimi anni, anche la dieta Carb Lover’s è strutturata in fasi. Nella prima fase, che chiamata da attacco, l’obiettivo principale è quello di perdere rapidamente di peso, seguendo un piano alimentare dalle restrizioni estremamente vigorose.

Le calorie che si possono consumare, a prescindere da quale sia il vostro peso forma e il vostro peso attuale, si aggirano intorno a 1200 al giorno ed è forse più all’enormemente ristretto regime calorico che si deve il dimagrimento pur presente, e non a quello che è poi il sistema “chimico” sul quale si basa la dieta in questione.

Cosa si può mangiare e cosa non si può mangiare?

Non ci sono grandissime restrizioni per quanto riguarda la qualità degli alimenti: unica regola è quella di inserire in ogni pasto almeno un quarto delle calorie in cibi che si possono considerare ricchi di questi amidi resistenti.

Tra i cibi in questione troviamo:

  • cereali integrali;
  • patate, soprattutto se non cotte a lungo;
  • amidi di sintesi e anche quelli, come la fecola di patate, che vengono prodotti a partire dal cibo “in originale”.

Cosa sono scientificamente gli amidi resistenti?

Gli amidi resistenti sono una particolare categoria di amidi che rifuggono la digestione. Alcuni di questi particolari amidi vengono trattati dalla flora intestinale e diventano benefici in quanto trasformati da alcuni batteri in composti più semplici.

Inoltre gli amidi resistenti possono svolgere a livello intestinale un’azione simile a quella che viene svolta dalle fibre alimentari, regolarizzando il ciclo intestinale e al tempo stesso andando a rendere le feci più corpose e più soffici.

La dieta Carbs Lover’s funziona?

Non ci sono purtroppo al momento molte ricerche che si siano occupate della dieta in questione, che è considerata però da moltissimi specialisti come l’ennesimo regime alimentare di moda, non sostenibile sul lungo periodo e comunque poco adatto anche a determinate categorie di soggetti (come avremo modo di vedere più avanti).

Dietro il dimagrimento, più che le rivoluzionarie relazioni tra i cibi ingeriti, si dovrebbe forse cercare con attenzione la responsabilità del regime calorico che viene seguito, che prevede soltanto 1200 calorie durante la prima settimana di attacco e comunque 1600 calorie per il seguito, quantità che già da sole sono in grado di far perdere molto peso, soprattutto ai soggetti che si presentano all’appuntamento con questa dieta con molti chili di sovrappeso.

Stabilire a priori il monte calorico giornaliero da assumere non è una pratica corretta da un punto di vista medico in quanto non tiene conto delle abitudini e degli stili di vita adottati dal soggetto. Una dieta da 1200 calorie è forse fin troppo restrittiva anche per chi fa una vita sedentaria.

Tutti possono seguire questa dieta?

Nonostante la dieta Carb Lover’s non proibisce alcun tipo di alimento salutare né tantomeno ripartisce i macronutrienti in modo sbilanciato, è sempre comunque consigliato consultarsi con il proprio medico prima di seguire un regime alimentare del genere, che si presenta, soprattutto per la prima settimana, come estremamente ipocalorico.

Inoltre, sembra non esattamente corretto sotto il profilo medico prevedere un monte calorico uguale per tutti, sia per chi abbia fabbisogni calorici molto più alti (pensiamo ai grandi obesi o alle persone con una buona massa muscolare) sia per chi invece anche come metabolismo basale non si discosta molto dalle cifre sopra riportate.

Una dieta one size fits all, ovvero che secondo le intenzioni sarebbe la stessa per tutti, il che contraddice un po’ quelli che sono i fondamentali della dietologia.

C’è bisogno di fare esercizio fisico?

Per raggiungere quelli che sono gli obiettivi di dimagrimento che si prefissa questa dieta, è consigliato inoltre fare esercizio fisico di tipo cardio, almeno due volte a settimana.

Si tratta di esercizi di resistenza e non di sforzo e per chi fosse poco allenato possono anche consistere in delle lunghe passeggiate senza interruzione.

Ma fa davvero dimagrire la dieta Carbs Lover’s?

Si, fa dimagrire, anche se il dimagrimento non può essere imputato alla componente “magica” della dieta, ovvero all’azione degli amidi resistenti. A far dimagrire è il monte calorico estremamente basso, al quale viene anche abbinato esercizio fisico.

Gli amidi resistenti possono essere in una certa misura sicuramente benefici per il nostro organismo, ma da qui lungi da noi credere che si tratti dell’ennesimo miracolo del mondo delle diete, capace di farci perdere peso senza alcun tipo di sforzo.

La dieta Carb Lover’s permette sicuramente di consumare alimenti che in genere vengono ristretti, ma comunque in porzioni controllate e seguendo un piano ferreo, che potrete trovare in uno dei molti libri a marchio che trattano della questione.