Ketoftil® Collirio: Prezzo, Posologia e Indicazioni Terapeutiche

Ketoftil® è un medicinale distribuito in Italia dalla casa farmaceutica Oftagest Srl, il cui principio attivo, ketotifene fumarato acido, viene utilizzato come antiistaminico-antiallergico a livello oculare. È indicato nelle congiuntiviti e cheratocongiuntiviti di tipo acuto e cronico di natura allergica. Queste sono le indicazioni terapeutiche approvate per l’uso di questo prodotto.

Forme Farmaceutiche Presenti in Commercio

Le forme farmaceutiche elencate di seguito sono autorizzate per la vendita in Italia dal Ministero della Sanità:

  • Ketoftil® 0,05% collirio in flacone da 25 contenitori monodose da 0,5 mL;
  • Ketoftil® 0,05% collirio in flacone da 10 mL;
  • Ketoftil® 0,05% gel oftalmico in flacone da 10 g.

Quanto costa? 

Ketoftil® è un farmaco che si può acquistare senza ricetta medica ed il costo è a totale carico del cittadino. Il prezzo del prodotto dipende dalla forma farmaceutica che si preferisce ed in particolare è di:

  • 14,00 euro per il flacone;
  • 15,80 euro per i flaconcini monodose;
  • 14,50 euro per il gel oftalmico.

I prezzi riportati nella nostra guida possono variare e possono essere soggetti a sconti e promozioni.

Come agisce? 

Ketoftil® è un farmaco appartenente alla categoria dei medicinali antiallergici e antiistaminici per via locale. Ha una attività antianafilattica e un effetto antiistaminico che si manifesta con l’inibizione degli effetti dell’istamina. L’eliminazione avviene attraverso i reni e le urine.

Posologia e Modalità d’Impiego

Le lenti a contatto devono necessariamente essere tolte prima dell’applicazione del farmaco. Bisogna aspettare circa 15 minuti prima di applicare di nuovo le lenti dopo la somministrazione.

La posologia per le gocce è la seguente: 1 goccia per due o più volte al giorno o secondo la prescrizione del medico. Aprire il flacone tenendo la capsula e contemporaneamente svitarla. Il dosaggio per i flaconi monodose è il medesimo, 1 goccia 2 o più volte al giorno o secondo la prescrizione del medico.

Per il gel oftalmico la posologia è la seguente: 1 goccia 2 volte al giorno. Nel caso in cui il paziente dovesse soffrire di insufficienza renale e nei pazienti che soffrono di insufficienza epatica bisogna chiedere prima il consiglio del medico.

Per qualsiasi dubbio sul farmaco o sulla posologia si consiglia di consultare il medico.

Sovradosaggio

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio del farmaco Ketoftil®. Non sono stati riportati sintomi seri dopo l’ingestione accidentale di una dose fino a 20 mg di farmaco.

Anche se non sono al momento noti sintomi di un sovradosaggio si consiglia comunque di consultare il medico se si pensa di aver utilizzato una dose eccessiva di farmaco.

Gravidanza e allattamento

Per l’utilizzo di Ketoftil® durante la gestazione e l’allattamento bisogna fare riferimento alle istruzioni del medico. Si consiglia di chiedere consiglio al medico prima di prendere qualsiasi medicinale in gravidanza o allattamento, compresi quelli da banco e senza prescrizione medica.

Non sono al momento disponibili dati sull’utilizzo del ketotifene in gravidanza. Anche se gli studi non hanno mostrato effetti negativi sul feto, la somministrazione nelle donne in stato di gravidanza deve essere relativa solo a casi di effettiva necessità.

Il farmaco viene escreto nel latte materno, ma in dosi irrilevanti. Ketoftil® può essere assunto senza problemi durante l’allattamento. Per qualsiasi dubbio sull’utilizzo del farmaco in gravidanza e allattamento si consiglia di consultare prima il medico.

Controindicazioni

L’utilizzo di questo principio attivo è sconsigliato nei casi di ipersensibilità allo stesso, nonché nei casi di ipersensibilità agli eccipienti contenuti nel farmaco.

Gli eccipienti contenuti nel farmaco sono i seguenti. Per il collirio sono: sorbitolo, TS-polisaccaride, benzalconio cloruro, acqua per preparazioni iniettabili.

Per il gel oftalmico: gli eccipienti sono: sorbitolo, benzalconio cloruro, idrossietilcellulosa e acqua per preparazioni iniettabili.

Per qualsiasi dubbio sul farmaco e sulle sue controindicazioni si consiglia di consultare il medico.

Interazioni con altri farmaci

Si consiglia di informare il medico se si stanno assumendo, se si è recentemente assunto o si dovrà assumere qualsiasi altro farmaco, compresi quelli senza prescrizione medica.

Se il farmaco viene assunto in concomitanza con altri medicamenti somministrati a livello oculare, è consigliabile far passare circa 5 minuti tra un’applicazione di farmaco e l’altra.

Non sono al momento note ulteriori interazioni. Per qualsiasi dubbio sull’utilizzo del farmaco e sulle possibili interazioni si consiglia di consultare prima il medico.

Effetti collaterali

Sono stati riportati i seguenti effetti collaterali dovuti all’utilizzo  di Ketoftil®. Effetti collaterali non comuni sono: ipersensibilità, mal di testa, disturbi della visione, occhio secco, fotofobia, emorragia congiuntivale, fastidio alle palpebre, secchezza delle fauci, eczema, orticaria, rash, sonnolenza.

Effetti collaterali comuni sono: dolore oculare, irritazione oculare, cheratite puntata ed erosione puntata dell’epitelio corneale.

Sono state riportate anche altre reazioni avverse come reazioni allergiche locali e sistemiche con gonfiore ed edema facciale, asma ed eczema. Si consiglia di consultare il medico o il farmacista se il paziente nota qualsiasi effetto indesiderato soprattutto se non descritto nel foglietto illustrativo.

Il medico o il farmacista si occuperanno di segnalare all’Agenzia Italiana del Farmaco gli effetti collaterali fino ad allora non noti. Non utilizzare il farmaco dopo la data di scadenza riportata sulla confezione.

Per qualsiasi dubbio sull’utilizzo del farmaco Ketoftil® e sui possibili effetti collaterali si consiglia di chiedere il parere del medico o del proprio farmacista di fiducia.

LASCIA UN COMMENTO