Tachipirina 1000 o 500?

Quante volte ti sei trovato davanti alla scelta tra la Tachipirina 1000 o la Tachipirina 500? Quali sono le differenze tra l’una e l’altra tipologia? Come e quando è meglio usare la Tachipirina 1000 o la Tachipirina 500?

Se stai cercando una risposta a tutte queste domande allora sei nel posto giusto perché oggi risolveremo questo “dilemma” che affligge moltissime persone. Andiamo quindi a vedere su cosa deve basarsi la scelta dell’una o dell’altra. Iniziamo subito.

A che cosa serve la Tachipirina®?

La Tachipirina® è uno dei farmaci da banco più diffusi ed è costituita da un principio attivo largamente utilizzato allo scopo di abbassare la temperatura corporea quando abbiamo la febbre, ossia il paracetamolo.

La Tachipirina®, però, non viene utilizzata solo per il trattamento della febbre, infatti, tra gli altri disturbi per cui questo medicinale ha trovato largo utilizzo ricordiamo soprattutto i seguenti:

  • Malattie acute del tratto respiratorio;
  • Dolori muscolari;
  • Mal di testa;
  • Nevralgie;
  • Influenza;
  • Raffreddore.

In pratica, il paracetamolo, e quindi anche la Tachipirina®, oltre ad essere un ottimo antipiretico, e cioè ad essere utile per diminuire gli stati febbrili, è perfetto anche come analgesico o antidolorifico.

La Tachipirina® può essere acquistata in diverse forme presso le nostre farmacie, in base alle nostre necessità. Tra queste ricordiamo soprattutto le seguenti:

  • Le compresse, di cui ci occuperemo oggi, possono essere da 500 mg e da 1000 mg;
  • Le supposte sia per i bambini sia per gli adulti;
  • Le compresse effervescenti, anche nel formato con vitamina C;
  • Le bustine contenenti granulato orosolubile;
  • In bustine di granulato effervescente;
  • Le compresse oro-dispersibili;
  • Le gocce, adatte solo per bambini;
  • Lo sciroppo.

In linea di massima la Tachipirina® può essere acquistata come farmaco da banco e cioè senza ricetta medica, tuttavia, alcuni formati, soprattutto quelli con dosaggio da 1000 mg necessitano della ricetta del medico.

Quali sono le principali differenze tra la Tachipirina 1000 e la Tachipirina 500?

La Tachipirina® è quindi uno dei medicinali più utilizzati, soprattutto per la varietà di condizioni che può curare. Ma, come abbiamo detto in precedenza, spesso veniamo assaliti dal dubbio tra la Tachipirina 1000 e quella da 500 mg.

Una delle principali differenze tra questi due dosaggi riguarda il fatto che la Tachipirina 1000 può essere acquistata solo ed esclusivamente sotto prescrizione medica, al contrario, la Tachipirina 500 può essere acquistata come farmaco da banco.

Anche se di solito si inizia sempre dai dosaggi più bassi, a meno che il medico non ci da delle indicazioni diverse che dobbiamo seguire scrupolosamente nel dettaglio, la Tachipirina 1000 viene utilizzata per il trattamento di dolori di qualsiasi genere, ad esempio:

  • Il torcicollo;
  • I dolori legati al ciclo mestruale;
  • Il mal di denti;
  • I dolori articolari;
  • Dolori collegati a piccoli interventi chirurgici;
  • Il mal di testa;
  • Dolori lombosacrali.

Invece, la Tachipirina da 500 mg, viene utilizzata principalmente per il trattamento della febbre e dei sintomi influenzali. Al contrario di come molti pensano, sia la Tachipirina 1000 sia la Tachipirina 500 sono dei farmaci per adulti ed è assolutamente falsa la convinzione che il dosaggio da 1000 mg sia indicato per gli adulti e quello da 500 mg per gli adolescenti.

Quando e come va assunta la Tachipirina 1000?

Quindi, come abbiamo già detto nel corso del nostro articolo, la Tachipirina 1000 può essere acquistata solo previa prescrizione medica. La ricetta può essere utilizzata per i successivi sei mesi e con essa puoi acquistare fino a dieci confezioni del medicinale con dosaggio da 1000 mg.

La Tachipirina 1000 viene assunta generalmente per il trattamento di dolori di ogni genere, dal mal di denti, al mal di testa ai dolori mestruali e così via. Inoltre, nell’arco della giornata non si possono assumere più di 3 compresse di Tachipirina 1000 a meno che il tuo medico non ti abbia dato indicazioni diverse. Infine, è sconsigliabile utilizzare questo medicinale per abbassare la febbre in quanto si potrebbero verificare fenomeni di ipotermia.

Quando assumere la Tachipirina 500?

Il trattamento con la Tachipirina 500® viene usato in situazioni diverse, nello specifico, per la cura degli stati febbrili e dei sintomi correlati a febbre ed influenza.

A differenza della Tachipirina 1000, la Tachipirina da 500 mg può essere assunta ogni sei ore e, se non dovesse bastare per risolvere il nostro problema, possiamo anche ridurre l’intervallo tra una compressa e l’altra a 4 ore.

Se, nonostante l’aumento della frequenza in cui assumiamo le compresse, la situazione continua a rimanere sempre allo stesso punto, allora è necessario contattare il medico che, probabilmente aumenterà il dosaggio del paracetamolo, prescrivendoci la Tachipirina 1000 oppure un altro principio attivo ad azione antipiretica.

Non è necessario partire sin da subito con la Tachipirina 1000, a meno che non si abbia una febbre che si avvicini ai 40°C, altrimenti c’è il rischio di andare incontro ad effetti collaterali come quelli di cui parleremo più avanti.

Ci sono rischi se prendiamo la Tachipirina in modo sbagliato?

Così come accade per la maggior parte dei trattamenti a base di farmaci, anche nel caso della Tachipirina c’è la possibilità di andare incontro ad effetti collaterali.

Prima di tutto, se si assume la Tachipirina dal dosaggio elevato, ossia da 1000, quando non serve, il nostro corpo può essere esposto ad uno stress termico non indifferente in cui la temperatura si abbassa e risale in modo repentino.

Inoltre, visto che la Tachipirina ha delle proprietà antinfiammatorie piuttosto lievi, al contrario di come accade nel caso di altri analgesici (come l’Aspirina), non viene inglobata nella categoria dei FANS ossia dei Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei.

L’utilizzo della Tachipirina viene però sconsigliato in particolari casi, come quelli citati in seguito:

  • Nel caso di una condizione sottopeso molto evidente;
  • Nel caso in cui si hanno problemi ai reni;
  • Nel caso in cui si hanno problemi al fegato;
  • Nel caso in cui il paziente ha problemi di alcolismo.

Inoltre, abusare della Tachipirina, anche se è un farmaco piuttosto blando, comporta delle conseguenze anche gravi, soprattutto per quanto riguarda la comparsa di eventuali danni ad organi e tessuti.

Infatti, abusare di questo farmaco può provocare dei danni non indifferenti agli organi più importanti del nostro corpo, come i reni e il fegato in quanto i metaboliti del farmaco possono letteralmente intossicarci.

Infine, non bisogna dimenticare che il Paracetamolo può provocare la necrosi delle cellule e, talvolta, danneggiarle in modo irreversibile. Per tutti questi motivi sarebbe opportuno seguire passo per passo tutte le indicazioni del tuo medico curante.

Solo il medico di famiglia, infatti, conoscendo a fondo la tua storia clinica e la tua situazione attuale, può risolvere il tuo problema con i farmaci che ritiene più adeguati. Tutto quello che devi fare, anche nel caso della Tachipirina, è attenerti solo ed esclusivamente alle sue istruzioni.

Condividere su:

Leggi Anche

mm

Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l’alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO