Glutammina: a cosa serve? quando assumerla? Effetti e dosi

Se ti chiedi abitualmente o per la prima volta cos’è la glutammina sei nel posto giusto perché abbiamo pensato di realizzare un articolo completo che spiegasse in maniera molto semplice ed efficace a cosa serve la glutammina e perché può essere importante assumerla.

La glutammina è un tecnicamente un aminoacido condizionatamente essenziale, in quanto pur essendo naturalmente sintetizzato dal nostro organismo è necessaria la sua corretta assunzione attraverso la dieta.

Si tratta di un aminoacido utile per la formazione delle proteine e di un elemento essenziale per avere resistenza e forza e per un veloce ed ottimale recupero muscolare. Vediamo di conoscere meglio la glutammina e le sue caratteristiche.

Glutammina: cos’è?

La glutammina viene sintetizzata dall’organismo umano ed è disponibile in alcuni cibi, ma se il corpo si trova sotto sforzo a causa di un esercizio fisico importante, di traumi, lesioni o malattie potrebbe non essere capace di produrne una sufficiente quantità.

La gran parte della glutammina viene prodotta dai muscoli, una parte invece viene prodotta da alcuni organi come il fegato per poi essere immagazzinata all’interno dei muscoli e dei polmoni. Troviamo la glutammina in grandi quantità negli alimenti che contengono molte proteine, come pesce, la carne, il latte ed alcuni legumi come i fagioli.

La glutammina è contenuta anche negli spinaci, nei cavoli e persino nel prezzemolo. Sebbene gli alimenti siano una fonte anche utile di di questo aminoacido, non sono in grado di fornirne al nostro organismo tutta la dose necessaria, e per questo motivo si ricorre agli integratori.

Studi scientifici hanno dimostrato che una corretta idratazione muscolare ne influenza la crescita, di conseguenza più alta è l’idratazione, migliore diviene il ritmo della sintesi delle proteine. La glutamina quindi è capace di aumentare l’idratazione dei muscoli.

Durante l’allenamento questo aminoacido va ad esaurirsi e l’organismo, per compensare il deficit, comanda ai muscoli di sintetizzare glutammina da altri aminoacidi. Se non viene correttamente integrata, il nostro organismo va così incontro ad uno stato di catabolismo, causato dalla diminuzione di glutammina e dal calo degli aminoacidi che sono stati utilizzati per la sintesi.

Andare incontro ad una carenza di glutammina significa andare incontro al catabolismo muscolare: il maggior rischio si ha dopo l’allenamento e nelle ore di digiuno notturno. Durante l’allenamento il corpo consuma molta glutammina perché uno sforzo intenso causa un innalzamento del cortisolo ed il consumo dei carboidrati.

Questo aminoacido è anche fondamentale per mantenere il naturale equilibrio acido-base. L’aumento dell’acido lattico dopo l’esercizio fisico fa scendere il pH. Alla semplice glutammina viene però preferita quella peptidica, dato che ha una qualità superiore in quanto in legame peptidico, si lega ad un altro aminoacido ed è più stabile.

Inoltre, la glutammina peptidica si assorbe velocemente e si degrada molto più lentamente. Approfondiamo il discorso e vediamo come fare per assumere glutammina e quali sono i migliori momenti per assumerla.

Quando e come assumere glutammina?

Per avere un recupero migliore bisogna assumere 5 g di integratore di glutammina prima di un allenamento e circa 5-10 g di glutammina dopo l’allenamento. Prima di andare a letto, per evitare il catabolismo notturno, si possono assumere altri 5 g di glutammina.

Si può assumere sia durante che lontano dai pasti, ma non bisogna mai assumerla con cibo o bevande troppo calde. La glutammina è un sensibile alla temperatura ed è meglio consumarla con bevande fredde o a temperatura ambiente.

Puoi tranquillamente miscelarla con acqua o con succhi di frutta di mela o carota che hanno un basso livello di acidità. La glutammina non va mescolata con succhi acidi a base di agrumi, come arancia, limone o pompelmo.

Nonostante il nome “minaccioso”, la glutammina non deve far preoccupare gli intolleranti al glutine o i celiaci. Glutammina e glutine sono sostanze differenti. L’assunzione di questo aminoacido provoca effetti collaterali solo raramente, ma bisogna comunque evitare di assumerene dosi eccessive.

In alcuni rari casi un eccesso di glutammina può dar origine a sintomi fastidiosi e transitori come mal di stomaco, dolori articolari, nausea, vomito, mal di testa, sudorazione eccessiva.

Se soffri di malattie epatiche o di patologie renali consigliamo di chiedere il parere del medico prima di assumere integratori a base di glutammina. Se sei incinta o se stai allattando, chiedi informazioni al tuo medico prima di assumere integratori a base di glutammina.

Migliori integratori di glutammina

In questo paragrafo troverai due prodotti a base di glutammina che si caratterizzano per l’ottima qualità della materia prima e per il prezzo molto conveniente.


L-Glutamin di Foodspring

L-Glutamin è l’integratore a base di glutammina naturale perfetto anche per vegetariani e vegani in quanto le capsule non sono state realizzate con gelatina derivata da scarti animali.

L’integratore aiuta ad avere l’energia necessaria per affrontare gli allenamenti e per velocizzare il recupero e la rigenerazione dei muscoli. Si tratta di un integratore perfetto per gli atleti di resistenza e per pesisti. In 100 g troviamo:

  • 84 g di glutammina;
  • 0 grassi;
  • 0 carboidrati.

Il materiale per rivestire le capsule non proviene da prodotti di origine animale, vengono utilizzati rivestimenti vegani, 100% fibra di cellulosa da materie prime rinnovabili.

La capsula viene realizzata dal chicco di mais e per la produzione della glutammina si utilizzano chicchi di mais fermentati. L’aminoacido di Foodspring è 100% vegano, ha una elevata biodisponibilità e una qualità molto elevata. Non dimenticare mai che gli integratori non sono da intendersi come sostitutivi di una dieta sana ed equilibrata, né di uno stile di vita appropriato.

Si consiglia di assumere 4 capsule dopo l’allenamento con una buona dose di liquidi. Assumere un integratore a base di glutammina è utile non solo per chi pratica sport, ma anche per chi ha bisogno di combattere i sintomi dello stress. Assumere il prodotto la mattina, dopo l’allenamento o la sera.

Acquista Ora in Offerta L-Glutamin di Foodspring!


L-Glutamin di MyProtein

A differenza della glutammina prodotta da Foodspring, quella prodotta da MyProtein è in polvere e presenta il vantaggio che può essere dosata secondo le nostre esigenze. Il prodotto è adatto ai vegetariani, ai vegani ed ai celiaci e contiene glutamina al 100% nella versione senza aroma.

Non contiene aromi artificiali, non contiene lievito o glutine e neanche amido o lattosio per questo è adatta anche ai soggetti intolleranti. Si consiglia di assumere 5 g di prodotto da aggiungere allo shaker contenente la quantità d’acqua desiderata. Può essere assunta da 1 a 3 volte al giorno a seconda delle esigenze. É disponibile in diversi gusti: anguria, pesca e mango, mela verde, limone&lime, lampone blu e fantasia di bacche.

Acqusita in Offerta la Glutammina MyProtein!

Spero che grazie a questa guida vi sia più chiara l’importanza di assumere glutammina se seguite un allenamento particolarmente impegnativo e le funzioni svolte da questo aminoacido. Buon allenamento!

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO