Glande Screpolato e Arrossato: Possibili Cause e Terapie

Il glande screpolato è una problematica che colpisce praticamente tutti gli uomini almeno una volta nella vita. Il problema, inoltre, si presenta in modo molto più frequente, soprattutto subito dopo un intervento di circoncisione e può comunque colpire anche chi ha un prepuzio intatto.

Il glande screpolato può avere diverse cause e di conseguenza diversi tipi di rimedi e terapia risolutive.

Ne parleremo in dettaglio, analizzando quelle che sono le diverse tipologie di questo problema e individuando anche quali casi potrebbero necessitare dell’assistenza di un medico specialista.

Glande screpolato: dove, quando e perché

La pelle che riveste il glande è particolarmente sottile e delicata ed è posta a protezione di una parte del corpo maschile sottoposta a frizioni durante tutto il giorno, anche quando coperta dal prepuzio e soprattutto sottoposta a sollecitazioni importanti durante l’atto sessuale.

La pelle, che come abbiamo detto è piuttosto delicata, può risentirne e mostrarsi come secca, screpolata e talvolta anche dolorante.

Avere il glande screpolato e arrossato è un problema che colpisce praticamente tutti gli uomini almeno una volta durante il corso della loro vita e molto spesso è un problema di poco conto, destinato ad essere superato con delle minime cure. Talvolta invece può essere segnale di infezioni e infiammazioni più serie, che possono essere comunque superate, seppur necessitanti di una terapia specifica.

Quali sono le cause più tipiche del glande screpolato?

Per comprendere a fondo il problema del glande screpolato dobbiamo necessariamente analizzare quelle che sono le cause più comuni che possono portare a questo tipo di condizione. Divideremo le cause del glande screpolato in diverse categorie, raggruppandole per similitudine e per origine.

L’eczema al glande: infiammazione che può causare desquamazione

L’eczema può colpire anche il glande e manifestarsi in due diverse modalità:

  1. da un lato abbiamo l’eczema pitiriasico, che si presenta con scaglie che sono bianche e di piccole dimensioni;
  2. dall’altro lato abbiamo invece l’eczema furfuraceo, che prevede invece delle scaglie di dimensione più grande.

Riconoscere un eczema non è sempre facile, anche se l’area si presenta in genere pruriginosa e si avvertono comunque disturbi importanti al minimo contatto col glande.

Quando il glande, oltre che screpolato, appare come rugoso, vuol dire che l’infiammazione ha raggiunto anche la parte della mucosa, fenomeno che non deve essere comunque fonte di grande preoccupazione.

In altri casi, quando la componente infiammatoria è molto spiccata, si può presentare un arrossamento importante, segno appunto della reazione di carattere infiammatorio innescata dalla problematica.

La xerosi è una condizione molto diffusa

La xerosi è una patologia del derma che è causata dalla mancanza di quantità adeguate di componente lipidica della pelle. Questa patologia può colpire anche selettivamente la pelle che ricopre il glande.

Si manifesta con una screpolatura non a scaglie, come nel caso dell’eczema, ma più simile alle desquamazioni della pelle dopo un’insolazione.

Vale la pena sottolineare che anche in questo caso il glande può presentarsi come rugoso. In questo caso però il problema non è la presenza di una infiammazione, ma la mancanza di elasticità dei tessuti.

La candida

La candida colpisce anche gli uomini e può manifestarsi con la presenza estesa di screpolature sul glande, in genere piccole e regolari, che persistono fino al superamento dell’infezione. Anche in questo caso però è consigliabile, invece che tentare rimedi naturali, rivolgersi ad uno specialista.

Anche la candida può essere accompagnata da arrossamento che colpisce il glande, che si esprime molto spesso con piccoli puntini omogenei e pruriginosi.

Glande screpolato e arrossato a causa di frizione

Oltre ai problemi di carattere infiammatorio o riconducibili alla xerosi, il glande screpolato può essere causato da eccessiva frizione. Il contatto con gli indumenti intimi, oppure durante i rapporti sessuali (e anche durante la masturbazione) può causare eccessivo stress allo strato di pelle che ricopre il glande e causare screpolature anche importanti.

Tali screpolature sono in genere le più facili da trattare, come avremo modo di vedere più avanti.

Quali sono le cure più efficaci per il glande screpolato?

Per quanto riguarda le terapie e le cure più adatte per trattare il glande screpolato e arrossato, è necessario fare delle distinzioni tra le diverse cause che hanno portato alla sviluppo della problematica.

  1. Nel caso di glande screpolato che possa essere ricondotto a xerosi o ad eczema, o ad altro tipo di infiammazione o infezione, è necessario rivolgersi ad un medico specialista, l’unico in grado di effettuare una diagnosi accurata e di conseguenza scegliere una terapia adeguata. Nel caso di sospetta presenza di patologie, anche se di questo avremo modo di parlare più avanti, una visita dall’andrologo o dal dermatologo sono l’unico modo per individuare soluzioni efficaci;
  2. Nel caso di glande screpolato a causa di frizione, dovremo invece prendere delle contromisure e soprattutto avere una maggiore attenzione per quanto riguarda la salute e l’igiene del pene.

Lavare i genitali sempre con saponi neutri e appositi

L’area genitale è per conformazione una delle più delicate del nostro corpo. Sebbene siamo abituati a considerare le donne come maggiormente soggette, anche per cause prettamente anatomiche, a questo tipo di problematiche, è il caso di ribadire in questa sede che anche gli uomini possono soffrire di problemi in questo senso.

L’attenzione per i detergenti da utilizzare deve essere sempre e comunque massima, prediligendo prodotti che sono stati concepiti per l’area e che sono neutri.

I saponi troppo aggressivi sono una delle cause più comuni del glande screpolato e arrossato.

Scegliere biancheria intima in cotone, traspirante e possibilmente non colorata

La biancheria intima svolge un ruolo altrettanto importante per quanto riguarda la salute della pelle che ricopre il glande. È consigliabile scegliere biancheria in cotone, priva di coloranti e che sia traspirante.

Meglio scegliere, inoltre, dato che il problema potrebbe essere dovuto allo sfregamento del glande sulla biancheria, cotone di buona qualità, che non sia troppo ruvido.

Quando rivolgersi ad uno specialista?

È necessario rivolgersi ad uno specialista nel caso in cui il problema dovesse persistere e fosse accompagnato da uno qualunque dei seguenti sintomi aggiuntivi:

  • dolore durante la minzione;
  • dolore durante l’eiaculazione;
  • sensazione di prurito;
  • glande arrossato;
  • sensazione di bruciore.

Nel caso in cui anche uno soltanto dei sintomi sopraindicati fosse presente, è consigliabile rivolgersi ad uno specialista, che dopo aver formulato una diagnosi, si preoccuperà di individuare la cura più indicata per risolvere il problema del glande screpolato.

Orientarsi verso rimedi naturali è assolutamente controindicato: potremmo essere infatti in presenza di infezioni batteriche o virali che richiedono formulazioni specifiche per essere superate.

LASCIA UN COMMENTO