Trosyd® Crema, Smalto e Spray: Prezzo e Indicazioni

Trosyd® è un medicinale prodotto e distribuito in Italia dalla casa farmaceutica Giuliani SpA, che deve la sua azione al tioconazolo, principio attivo che è specificatamente indicato per il trattamento delle infezioni fungine di vario genere.

Trosyd® è consigliato per i casi di dermatomicosi con dermatofiti, miceti e lieviti ovvero contro le infezioni della pelle causate dai funghi sensibili al principio attivo tioconazolo.

L’attività antimicotica è utile anche contro le infezioni cutanee miste.

Si tratta quindi di un farmaco antimicotico ad uso topico che va utilizzato per il trattamento delle infezioni provocate dai funghi della pelle. Per qualsiasi dubbio sulle indicazioni del farmaco si consiglia di consultare il medico.

Quanto costa?

Qui di seguito le varie forme di Trosyd® presenti in commercio:

  • Trosyd® 1% emulsione cutanea in flacone da 30 g: prezzo 8,10 euro;
  • Trosyd® 1% crema dermatologica in flacone da 30 g: prezzo 8,10 euro;
  • Trosyd® 1% polvere cutanea in flacone da 30 g: prezzo 8,10 euro;
  • Trosyd® 28% soluzione ungueale in flacone da 12 mL: prezzo 29,50 euro.

Puoi acquistare questo prodotto in offerta dalle farmacie e parafarmacie on-line autorizzate dal Ministero della Salute. Qui ti riporto le offerte più vantaggiose.


Vuoi ricevere gli sconti migliori per l'acquisto dei tuoi farmaci ed integratori?
Riceverai i migliori sconti direttamente nella tua e-mail personale!

La tua privacy è al sicuro!


Come agisce?

Trosyd® è un medicinale che appartiene alla categoria dei farmaci antimicotici. Si tratta di un potente antimicotico imidazolico ad ampio spettro con attività fungicida contro i lieviti come la Candida albicans ed altri tipi di candida, e dei dermatofiti patogeni.

Fonte foto: trosyd.it

Trosyd® è un medicinale che basa la sua azione su tioconazolo il principio attivo che agisce contro le micosi di vario genere. L’applicazione cutanea del farmaco non dà origine ad un assorbimento significativo.

Posologia e Modalità d’Impiego

Per il Trosyd® in crema, polvere ed emulsione cutanea il prodotto deve essere applicato sulla cute affetta e su quella vicina, tramite un massaggio. La crema va applicata per due volte al giorno meglio se mattina e sera. La durata del trattamento varia da paziente a paziente e a seconda del tipo di patologia.

In genere è sufficiente una settimana di trattamento per avere la guarigione o la remissione dei sintomi, mentre per il piede d’atleta possono essere necessari anche due mesi.

La soluzione cutanea va applicata come un normale detergente liquido, va sciacquato con acqua aspettando qualche minuto. La quantità di soluzione da utilizzare va valutata in rapporto alla superficie cutanea su cui il farmaco deve agire.

La soluzione cutanea per uso ungueale (lo smalto) va applicata sull’unghia infetta e nella zona periungueale per due volte al giorno, meglio se mattina e sera, tramite l’apposito pennello. La durata della terapia varia da paziente a paziente e in genere dura fino a 6 mesi, spesso va anche oltre un anno.

La soluzione ungueale si asciuga in 5 minuti e lascia una sottile pellicola che anche se rimossa non diminuisce l’azione del farmaco. Non utilizzare un bendaggio occlusivo.

Sovradosaggio

Non ci sono informazioni relative ad un sovradosaggio di Trosyd®. Nonostante sia molto raro un sovradosaggio consigliamo comunque di seguire scrupolosamente le indicazioni del medico o del farmacista e di fare attenzione alle istruzioni del foglietto illustrativo. Seguire le istruzioni sul medicinale riduce notevolmente il rischio di sovradosaggio.

Si può usare in gravidanza ed allattamento?

Si può assumere Trosyd® durante la gravidanza? E durante l’allattamento? Per l’utilizzo del farmaco durante gravidanza e allattamento bisogna chiedere il parere del proprio medico. Il farmaco viene assorbito in maniera limitata, ma questo non ne garantisce la totale sicurezza.

Se è in corso una gravidanza, se la paziente pensa di essere incinta oppure se sta pianificando di avere una gravidanza, deve chiedere il parere al medico prima di iniziare ad assumere questo medicinale.

Durante la gravidanza e l’allattamento non si bisogna utilizzare farmaci di nessun tipo, integratori compresi, senza prima aver chiesto il parere del proprio medico.

Anche i comuni farmaci da banco in genere considerati innocui, potrebbero causare dei danni al feto o al lattante anche seri. Per qualsiasi dubbio relativo al farmaco Trosyd® e sul suo utilizzo in gravidanza e allattamento si consiglia di chiedere aiuto al proprio medico.

Controindicazioni

L’utilizzo di Trosyd® è controindicato nel caso di conclamata ipersensibilità al Tioconazolo o ad uno qualunque degli eccipienti presenti nel farmaco.

Gli eccipienti del farmaco sono:

  • Trosyd® crema: polisorbato 60, alcol cetostearilico, 2-ottildodecanolo, sorbitan monostearato, cera di esteri cetilici, alcool benzilico, acqua depurata;
  • Trosyd® polvere cutanea: miristato di magnesio, caolino, talco, silice precipitata;
  • Trosyd® emulsione cutanea: alcool cetilico, alcool cetilstearilico, cera emulsionante, olio di noce di cocco, glicerilstearato e palmitato, alcool benzilico, acqua depurata,glicole propilenico;
  • Trosyd® soluzione ungueale: acido undecilenico, acetato di etile.

Non ci sono ulteriori controindicazioni da segnalare relative al farmaco Trosyd®. Per qualsiasi dubbio sulle possibili controindicazioni relative al farmaco si consiglia di consultare il medico o il farmacista.

Interazione con altri farmaci

Al momento non sono note interazioni da segnalare associate al farmaco Trosyd®. Consigliamo comunque di consultare il medico se si stanno assumendo, si dovranno assumere o se si sono assunti di recente altri farmaci assieme a Trosyd®. Per qualsiasi dubbio sulle possibili interazioni del farmaco si consiglia di consultare il medico o il farmacista.

Effetti collaterali

Escluse le reazioni di ipersensibilità sono stati segnalati solo rari casi di lieve irritazione locale transitoria. Non ci sono altri effetti collaterali da segnalare associati all’assunzione del farmaco.

Se il paziente dovesse notare effetti collaterali non riportati nel foglietto illustrativo deve avvertire il medico o il farmacista e compilare il modulo per la segnalazione degli effetti collaterali.

È possibile segnalare gli effetti indesiderati fino ad allora sconosciuti anche sull’apposito modulo del sito ufficiale della Agenzia Italiana del Farmaco. Per qualsiasi dubbio sugli effetti collaterali del farmaco si consiglia di consultare il medico o il farmacista.

Conservare il farmaco in un luogo lontano dalle fonti di calore e dalla luce. Conservare in un luogo fresco e asciutto e lontano dalla portata dei bambini. Non assumere dopo la data di scadenza e se l’aspetto del farmaco appare mutato.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

LASCIA UN COMMENTO