Sucralosio e Diabete: Si può Assumere?

Nella nostra alimentazione quotidiana i dolcificanti e gli edulcoranti sono utilizzati per la preparazione di un gran numero di prodotti.

Negli ultimi anni sono comparsi sul mercato tanti diversi dolcificanti naturali utilizzati come sostituti dello zucchero e tanti diversi dolcificanti chimici. Oggi vi parleremo del sucralosio, un sostituto dello zucchero al centro di una accesa discussione tra i suoi sostenitori e i suoi convinti detrattori. Alcuni accusano il sucralosio di contenere sostanze cancerogene e pericolose per la salute, altri dicono che non è adatto per che soffre di diabete.

Ma è realtà o si tratta di dicerie senza fondamento? Vediamolo insieme.

Come viene prodotto il sucralosio?

Il sucralosio è un dolcificante che viene prodotto artificialmente ed è conosciuto anche con il nome E955. Ha un potere dolcificante 600 volte più dolce del comune zucchero da cucina, resiste al calore e può essere utilizzato anche nella preparazione di dolci e pietanze oltre che di bevande come i succhi di frutta. Il sucralosio viene prodotto chimicamente tramite clorurazione selettiva dello zucchero, durante il processo vengono sostituiti tre dei gruppi idrossilici dello zucchero con atomi di cloro.

Il cloro è una sostanza presente per natura in tantissimi cibi e bevande e ha un ruolo fondamentale in alcuni processi biologici del nostro corpo. Il sucralosio è a base di zucchero, ma la molecola dello zucchero viene chimicamente modificata durante la produzione, per questo motivo viene classificato come dolcificante di tipo artificiale.

Grazie al suo altissimo potere dolcificante può essere utilizzato in quantità molto modeste. Il sucralosio è anche un dolcificante non calorico perché non viene metabolizzato per la produzione di energia e ha anche un basso contenuto di carboidrati.

Pro e contro del sucralosio

Il sucralosio (grazie al suo elevatissimo potere dolcificante) può essere consumato in dosi molto ridotte, resiste al calore e ha un sapore simile a quello dello zucchero. Si tratta di un tipo di zucchero molto sicuro secondo le agenzie normative e secondo la ricerca scientifica.

Secondo gli studi è sicuro non solo per i diabetici, ma anche per i bambini e le donne in stato interessante. Il consumo è sicuro anche a lungo termine e non causa conseguenze sulla salute. Inoltre, il sucralosio è un ingrediente di tipo inattivo e non reattivo, quindi non interagisce con altri tipi di ingredienti né con i farmaci.

Il sucralosio è stato sottoposto a numerosissimi e accurati studi scientifici prima di essere dichiarato prodotto sicuro per la salute. Solo una piccolissima parte di prodotto raggiunge il circolo sanguigno, ma viene immediatamente smaltita dai reni attraverso le urine.

Alcuni studi scientifici approfonditi hanno constatato che l’impiego di sucralosio non causa aumento di peso corporeo e di massa grassa. Il sucrarosio non è adatto solo ai diabetici, ma anche a chi desidera perdere peso. Sostituirlo al comune zucchero può far diminuire la massa grassa fino ad 1 Kg ed il peso corporeo può diminuire dello 0,8%. Questo significa non solo che il sucralosio è sicuro, ma anche che non contiene sostanze nocive o cancerogene.

Ci sono dei contro? Come ogni dolcificante anche il sucralosio deve essere consumato in quantità controllate perché pur essendo un prodotto sicuro anche per i diabetici, in alcuni casi potrebbe causare aumento di glucosio e insulina.

L’aumento di glucosio e insulina è stato riscontrato durante uno studio fatto su persone gravemente obese, quindi non significa che causi picchi glicemici nei soggetti sani o nei diabetici normopeso.

Vi ricordiamo di fare attenzione alle dosi perché un consumo eccessivo e continuo di sucralosio può causare dei disturbi gastrointestinali. Un consumo eccessivo può causare indebolire o causare danni alla flora batterica intestinale.

Il cloro nel sucralosio è pericoloso?

Il sucralosio contiene cloro, ma non è pericoloso e non ci sono pericoli relativi al suo consumo per la salute. L’aggiunta di atomi di cloro serve per convertire il saccarosio (ovvero lo zucchero) in sucralosio e il prodotto della reazione non causa alcun danno all’organismo.

Il cloro contenuto nel sucralosio non si disperde nell’organismo e non si accumula. Il cloro nel sucralosio è sicuro secondo ogni autorità normativa che fino ad oggi abbia controllato il prodotto e i dati scientifici ad esso relativi. Ripetiamo che non esiste alcun motivo di temere che il sucralosio causi danni all’organismo dovuti alla presenza del cloro.

Sucralosio e diabete

I diabetici possono consumare sucralosio perché non viene riconosciuto dall’organismo né come zucchero né come carboidrato. Non viene metabolizzato dall’organismo e non ha un ruolo nella produzione di energia e di conseguenza non influenza in nessun modo i livelli di glicemia nel corpo.

Il sucralosio non ha effetti sul metabolismo dei carboidrati e non ha effetti sulla secrezione di insulina. Nonostante non siano ad oggi presenti rischi relativi al consumo di sucralosio si consiglia comunque di chiedere il parere di un medico per quanto riguarda la quantità massima quotidiana tollerata dai soggetti diabetici. Al momento non si conoscono interazioni tra il sucralosio e i farmaci, ma chiedete comunque al medico.

Sucralosio, aspartame o..?

Il sucralosio è preferibile all’aspartame perché è più salutare (deriva dallo zucchero) e risulta stabile alle temperature a cui vengono normalmente preparati i normali prodotti da forno. Il sucralosio è preferibile all’aspartame anche perché può essere utilizzato anche nella preparazione di dolci e pietanze. Evitate la saccarina che può causare un aumento dei livelli di glicemia e evitate anche il ciclammato un dolcificante chimico disponibile in commercio in Europa, ma con parecchie restrizioni.

Il sucralosio grazie alle sue proprietà e alla sua elevata versatilità è da preferirsi anche alla maggior parte dei dolcificanti naturali perché non causa picchi glicemici (se non nel raro caso di un paziente diabetico e gravemente obeso). Concludiamo ricordandovi di evitare di assumere qualsiasi sostituto dello zucchero, compreso il sucralosio, senza aver prima chiesto il parere del vostro medico. Solo un medico competente potrà indirizzarvi verso il sostituto dello zucchero perfetto per voi e per la vostra patologia.

Ricordate che per mantenere lo stato ottima di salute dovete fare sempre molta attenzione alle dosi e ricordate di consumare solo porzioni ridotte di sostituti dello zucchero per evitare rischi per la vostra salute.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO