Masturbarsi Fa Dimagrire?

Oggi parleremo di un argomento che è ancora un po’ tabù anche se siamo in un’epoca decisamente più libera e comunque più moderna di quella che hanno dovuto affrontare i nostri genitori e i nostri nonni: la masturbazione.

State tanquilli, non vogliamo andare fuori dal tema di cui ci occupiamo di solito, parleremo sempre di dimagrimento, ma oggi risponderemo ad una domanda che molti si pongono: masturbarsi fa dimagrire? Non stiamo scherzando, sembra che alcune ricerche scientifiche abbiano indagato il potere dimagrante della masturbazione e tutti i suoi benefici per la salute del corpo.

Questa particolare dieta della masturbazione è stata ideata in Giappone da un celebre medico che avrebbe scoperto, a seguito di una lunga ricerca, che masturbarsi fa perdere peso!

Il medico che ha scoperto la dieta della masturbazione si chiama Hideo Yamanaka, il direttore della Toranomon-Hibiya Clinic. Secondo le ricerche fatte dal medico sembra che la dieta sia però più efficace negli uomini che nelle donne perché l’orgasmo maschile provoca l’eiaculazione che riesce ad attivare il metabolismo dei muscoli permettendo al corpo di bruciare più calorie e di conseguenza ridurre il grasso sottocutaneo. Ovviamente come per ogni dieta, dice il dottore, c’è bisogno di dedizione e costanza nel seguire gli “esercizi”.

Finalmente abbiamo capito che masturbarsi non fa diventare ciechi e abbiamo scoperto che fa addirittura dimagrire. Il metodo proposto dal medico si chiama Onani-Bics (dal termine onanismo) vediamo insieme come funziona questa particolare dieta un po’ stravagante e un po’ maliziosa. Vi racconteremo anche qualche interessante notizia storica sulla masturbazione. Vi sembra interessante? Continuate a leggere.

La masturbazione: un po’ di storia

I giapponesi sono i più grandi amanti delle pratiche sessuali particolari, e dove se non in Giappone, sarebbe potuta nascere questa particolare e originale dieta? La masturbazione è una pratica antichissima raffigurata persino nelle opere preistoriche oltre che su quelle di epoca greca e romana. Secondo gli egizi la masturbazione degli dei era un atto di creazione da considerarsi sacro, in epoca romana era anche un argomento di satira e per i greci era un normalissimo atto sessuale da assimilarsi ai comuni rapporti a due.

A seconda delle culture la masturbazione ha assunto ruolo di tabù o di atto per nulla sconvolgente. Per la religione cristiana, ad esempio, la masturbazione è un atto peccaminoso perché provoca piacere che non ha come fine la procreazione. Inoltre, un uomo che si masturba disperde il suo seme che non finisce nella donna al fine di ingravidarla. Ad ogni cultura la sua opinione! E proprio dai racconti biblici ha origine il termine onanismo da cui prende il nome la dieta del medico giapponese: Onani-bics.

Onan è un personaggio biblico che avrebbe utilizzato per primo la pratica del coito interrotto per evitare la nascita di un figlio. Onan disperse il suo seme e da allora il termine onanismo significa tentativo di impedire il concepimento. Esattamente quello che accade con la masturbazione.

Si prova piacere sessuale, ma senza i rischi di un rapporto a due che potrebbe portare al concepimento. Il medico giapponese si è ispirato proprio ad Onan per dare il nome alla sua dieta.

Come funziona la dieta per gli uomini?

Come anticipato, la dieta funziona meglio sugli uomini che sulle donne per questioni di natura. Vediamo insieme cosa bisogna fare per ottimizzare i riusltati. Più che una vera e propria dieta si tratta di esercizi di autoerotismo. Il medico non consiglia particolari alimenti (per questo parlare di dieta è improprio), ma spiega solo cosa fare per perdere peso e bruciare calorie masturbandosi.

Si sa che l’attività sessuale aumenta i battiti cardiaci, fa salire il livello di endorfine e aiuta a bruciare calorie, ma questo vale anche per la masturbazione? Ebbene sì.

Il medico precisa però, che per dimagrire utilizzando la masturbazione sono necessari periodi lunghi e assoluta dedizione. Per far sì che questo tipo di dieta vi consenta di perdere peso dovrete masturbarvi almeno 100 volte al mese, questo significa che bisogna ritagliarsi del tempo per l’autoerotismo almeno per 3 volte al giorno.

Non finisce qui! Anche il tempo influenza il numero di calorie bruciate. Non bastano pochi minuti, ma dovrete trattenervi per almeno un quarto d’ora. Questo perché il corpo ha bisogno di almeno 15 minuti per raggiungere lo sforzo necessario a bruciare calorie. Solo dopo 15 minuti o più avrete bruciato sufficienti calorie per iniziare a dimagrire.

Vi ricordiamo che questo discorso vale soprattutto per gli uomini, almeno così sembra risultare dalle ricerche del dottore giapponese. E per le donne? Hideo Yamanaka non ci illumina su questo, ma vediamo assieme se anche per le donne questo tipo i dieta può avere qualche beneficio.

E per le donne?

Ripetiamo che in questo caso non citeremo le ricerche del dottore giapponese, ma cercheremo comunque di farci un’idea. Di certo l’attività sessuale aiuta a bruciare calorie e lo stesso vale per la masturbazione. Quindi pur trattandosi di un metodo adatto soprattutto per gli uomini, non disperate, qualcosa bolle in pentola anche per le donne.

Grazie all’eiaculazione, gli uomini riescono a trarre maggior beneficio dalla masturbazione, ma anche nelle donne i battiti cardiaci aumentano durante la masturbazione (e ovviamente anche durante l’atto sessuale). Quindi perchè le donne non dovrebbero riuscire anche a perdere peso (seppur meno velocemente) seguendo questa dieta? Pensate che in media masturbarsi per qualche minuto fa bruciare fino a 100 calorie, senza differenze fra uomo e donna.

Magari per le donne non varranno le stesse regole di dimagrimento degli uomini, ma ci sono comunque calorie da bruciare grazie alla masturbazione. A questo punto perchè sentirsi discriminate? Potete comunque provare. Ricordate che le 100 calorie sono una media fra i sessi  e che una donna potrebbe bruciare qualche caloria in meno pur seguendo sedute della stessa durata.

Le calorie bruciate in media

Ovviamente, che siate uomini o donne, questo particolare esercizio non vi farà tornare in un battibaleno al vostro peso forma, ma seguendo con costanza i consigli del medico potreste iniziare a vedere i primi risultati. Cerchiamo di capire come e perché si dimagrisce masturbandosi. Durante l’autoerotismo vengono coinvolti diversi muscoli come ad esempio quelli delle gambe, dell’addome e dei glutei, quindi tutti questi muscoli riusciranno verranno coinvolti nella contrazione e quindi si potranno bruciare calorie.

Come anticipato una sessione non troppo breve aiuta a bruciare fino a 100 calorie… questo significa che (pur non seguendo le regole del dottore che consiglia tre sessioni al giorno) masturbandovi anche solo una volta al giorno perderete almeno 3000 calorie mensili, ovvero mezzo chilo di peso in un solo mese.

Per concludere: masturbarsi fa dimagrire davvero?

A quanto pare la risposta è sì, masturbarsi fa dimagrire. Ricordate che non è tutto oro quello che luccica e che ci sono alcuni punti da chiarire. Per dimagrire bisogna seguire le regole imposte dal medico giapponese, ovvero tre sessioni di masturbazione al giorno, e abbinare gli esercizi ad uno stile di vita attivo e ad una dieta sana e poco calorica. Stare seduti a darvi alla pazza gioia non vi aiuterà a dimagrire. Non potrete nemmeno utilizzare questa dieta come scusa per abbuffarvi di cibo spazzatura, rischiereste di vanificare tutti gli sforzi fatti.

Se non riuscite a seguire in maniera diligente le regole imposte dal medico giapponese non preoccupatevi, potete provare ad abbinare la particolare dieta anche ad altri esercizi. In questo modo ottimizzerete la perdita di peso senza dover trovare per forza tutti i momenti necessari per dedicarvi all’esercizio della pratica masturbatoria. Ricordate che anche quindici minuti di corsa sostenuta al giorno potranno aiutarvi a perdere peso in maniera sana e costante. Abbinare quindici minuti di corsa anche a solo una delle sedute consigliate dal dottore può aiutarvi seriamente a ritrovare la forma fisica. Vi ricordiamo di nuovo che per perdere peso avrete bisogno di attenzione e costanza e anche di fare qualche rinuncia, ma in questo caso avrete una bella ricompensa!

Neanche la dieta della masturbazione è miracolosa, nessuna dieta consente di perdere peso senza sforzo e senza dedizione, quindi anche in questo caso dovrete armarvi di pazienza! Se farete gli esercizi con il vostro partner di certo riuscirete ad essere più costanti e motivati.

Leggi Anche:

2 COMMENTI

  1. Articolo molto interessante ma mi chiedo: è possibile che nel 2018 ancora non hanno inventato qualcosa per dimagrire senza fare attività fisica e che non abbia contro indicazioni specialmente sui cardiopatici operati? Gradirei cortesemente una risposta e se c’è una soluzione grazie

    • Sarebbe il sogno di tutti ma l’equazione “dieta+allenamento=vita sana e dimagrimento” non è stata ancora ribaltata. Tuttavia, esistono alcune attività fisiche a basso impatto specifiche per cadiopatici, basta rivolgersi ai medici giusti che ti sapranno consigliare.

LASCIA UN COMMENTO