Nevralgia Denti: Tutti i Migliori Rimedi della Nonna

Cos’è la nevralgia ai denti? La nevralgia ai denti è un’infiammazione del nervo facciale che provoca dolori lancinanti a tutta l’arcata dentale.

Chi soffre di nevralgia ai denti lamenta dei dolori molto forti, simili a delle vere e proprie scariche elettriche, che possono durare da pochi secondi fino a qualche minuto.

Nevralgia

Possono presentarsi anche con una cadenza temporale precisa: quotidiana, settimanale e mensile.

Nella concezione popolare la nevralgia ai denti viene intesa come disturbo vero e proprio dei denti, in realtà nella maggior parte dei casi si tratta dell’infiammazione del nervo trigemino.

Il fastidio che provoca la nevralgia ai denti è tale da presentarsi a causa di ogni minima stimolazione della zona, sia essa legata all’aria che respiriamo, al tocco della zona o a ad una bevanda che assumiamo.

Le motivazioni sono diverse, in alcuni casi il dolore può essere frutto della compressione di un vaso su un nervo, ma non sempre è possibile identificare in maniera univoca le cause scatenanti.

Nei casi in cui il dolore è continuato o comunque intenso, diventa fondamentale rivolgersi al proprio medico che potrà analizzare approfonditamente la situazione.

Nei casi in cui il dolore è sopportabile o di entità tale da essere tamponato potete però seguire una serie di piccole accortezze.

I rimedi della nonna possono costituire un aiuto valido per arginare un po’ il dolore nell’attesa di rimetterci in sesto e recarci prontamente dal medico.

Di seguito elencheremo quali sono i migliori rimedi della nonna per curare la nevralgia ai denti.

Migliori rimedi della nonna per curare la nevralgia ai denti

La medicina naturale può portare significativi benefici nella cura della nevralgia ai denti.

I principi attivi naturali che sono capaci di dare maggiore sollievo sono quelli in grado di ridurre la sensibilità del nervo facciale, ridurre la contrazione muscolare ed alleviare stress e dolori.

Il rimedio della nonna più utilizzato è l’erba di San Giovanni o iperico, che viene utilizzata per calmare i nervi.

Il suo principio attivo, l’ipericina, ha attività antidepressive e calmanti del tessuto nervoso in generale.

L’azione di la cura della nevralgia ai denti si esplica sia localmente che sistemicamente.

Bisogna fare attenzione a non prendere l’erba di San Giovanni in associazione ad altri tipi di antidepressivi in quanto si possono avere fenomeni pericolosi di potenziamento dell’azione.

Leggi anche: Come rimediare alla diarrea

La tintura di Corniolo giamaicano ha la proprietà di alleviare il dolore in maniera efficace.

Altro rimedio della nonna efficace è la camomilla, blando rilassante, ma che in queste situazioni può rivelarsi molto utile, come anche il legno di Betonica che aiuta a disinfiammare la zona e la corteccia di Crampo dalle note proprietà miorilassanti.

Un associazione tra estratto di Lobelia e Verbena può essere utili nelle rimedi della nonna sono: evitare di prendere freddo in viso proteggendovi con foulard o una sciarpa non solo d’inverno, non abusate dell’aria condizionata, evitate di bere bevande troppo calde o troppo fredde, evitate il contatto tra questi tipi di cibo e la zona dolorante aiutandovi ad esempio con una cannuccia in caso di cibi liquidi.

Se la nevralgia ai denti è direttamente collegata alla nevralgia del trigemino anche l’alimentazione va controllata in modo da assicurare al corpo il giusto apporto di sali minerali e magnesio evitando fumo, alcol e caffè.

Manifestazioni acute della nevralgia ai denti in quanto viene associata la capacità di alleviare gli spasmi muscolari alla mandibola e alla mascella all’azione propriamente nervina.

Il neurochirurgo deve essere il vostro principale punto di riferimento qualora questo fastidio non si risolva e se i dolori di cui soffrite sono molto forti.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO