Cibi Lassativi Naturali: Quali sono? Migliori rimedi per la stitichezza

La stitichezza è un problema molto comune e spesso è una vera e propria fonte di disagio, oltre che di dolore, per chi ne soffre. In questi casi sarebbe consigliabile apportare alcune modifiche alle proprie abitudini alimentari, preferendo cibi ad attività lassativa, così da favorire la defecazione.

Se sei alla ricerca di una guida dettagliata sui cibi lassativi, allora sei arrivato nel posto giusto perché oggi parleremo proprio di questo argomento, cercando di fare una lunga lista di alimenti che favoriscono l’evacuazione e ci soffermeremo su altri metodi per prevenire la stitichezza.

Come, quando e perché dovremmo assumere dei cibi lassativi?

Come abbiamo già accennato nella breve introduzione, la stitichezza è, purtroppo, un problema molto diffuso, soprattutto nei paesi più industrializzati.

Anche se i fattori che concorrono a causare la stitichezza possono essere veramente tanti, la causa più comune riguarda sicuramente le nostre abitudini alimentari.

Per questo motivo seguire una dieta sana ed equilibrata favorirebbe non solo un corretto funzionamento dell’organismo, ma contrasterebbe anche la stitichezza.

L’intestino viene in un certo senso considerato come il secondo cervello dell’organismo, in quanto è ricchissimo di terminazioni nervose, può essere facilmente influenzato dal nostro stato d’animo (ad esempio lo stress) ed è il fulcro del nostro sistema immunitario.

Per tutti questi motivi, non dobbiamo sottovalutare il funzionamento di questo organo così importante che, se compromesso, ad esempio da una dieta povera di fibre, potrebbero insorgere dei problemi più o meno rilevanti come, appunto, la stitichezza.

Di conseguenza, come abbiamo già detto, è di fondamentale importanza seguire una dieta sana ed equilibrata, con il giusto contenuto di alimenti basici ed acidi, con la giusta quantità di fibre, di carboidrati, di proteine, di vitamine e via dicendo.

In questo articolo, però, andremo ad occuparci solo dei cibi lassativi, ossia di quegli alimenti che favoriscono l’evacuazione, e cioè la defecazione, quel meccanismo attraverso cui il nostro intestino si libera degli scarti della digestione. Andiamo quindi a vedere quali sono questi cibi lassativi.

Quali sono i migliori cibi lassativi?

Quando parliamo di cibi lassativi ci riferiamo a dei veri e propri lassativi naturali che possiamo trovare nel nostro orto o presso il nostro supermercato di fiducia. Infatti, come abbiamo già accennato, seguendo un’alimentazione corretta possiamo smuovere il nostro intestino, contrastando la stitichezza.

Tra i cibi lassativi più efficaci e migliori per la nostra salute ricordiamo sicuramente quelli citati in seguito:

  1. La cipolla cotta ha delle ottime proprietà lassative;
  2. Le prugne e i kiwi sono famosi per i loro poteri lassativi e possiamo preparare diversi pasti con essi, dalla colazione, al pranzo, alla cena, o alla preparazione di tisane e infusi;
  3. Le arance sono famose per la loro capacità di velocizzare il transito intestinale, specie se non si elimina la parte bianca che è ricchissima di fibre;
  4. La mela cotta ha un’ottima azione lassativa, ma anche cruda aiuta a migliorare i processi digestivi;
  5. Lo yogurt naturale e senza zuccheri è un ottimo lenitivo e aiuta contrastare la stitichezza;
  6. I legumi hanno un effetto lassativo sul nostro organismo;
  7. Le verdure, crude, alla griglia, cotte al forno o a vapore, sono perfette per stimolare la defecazione, soprattutto se vengono condite con dell’olio d’oliva;
  8. Le nespole sono dei lassativi naturali e possiamo arricchire con esse delle gustose macedonie;
  9. Il miele, oltre ad essere un antibiotico naturale, aiuta a contrastare la stitichezza;
  10. I semi di lino, il farro, l’avena, le carote e tutti gli alimenti che hanno un alto contenuto di fibre.

Questi sono solo alcuni degli alimenti lassativi più comuni e, soprattutto, più facili da reperire, ma ce ne sono molti altri che, come questi, aiutano a stimolare la peristalsi del colon, favorendo così il naturale riflesso di evacuazione delle feci.

Oltre all’assunzione di questi cibi lassativi, però, per contrastare la stitichezza o, comunque, per favorire il normale funzionamento del tuo intestino, devi ricordare di bere molta acqua durante l’arco di tutta la giornata.

Infatti, solo idratando per bene il tuo organismo, avrai la possibilità di purificarlo e depurarlo. Inoltre, l’acqua ha la funzione fondamentale di ammorbidire le feci, rendendo così la loro evacuazione più facile.

Ci sono altri rimedi efficaci per prevenire la stitichezza?

Come abbiamo già detto nel paragrafo precedente, per contrastare la stitichezza non dobbiamo fare attenzione solo a quello che mangiamo, ma è possibile anche ricorrere a dei rimedi naturali a base di piante utilizzate da secoli per ripulire l’intestino dalle feci difficili da espellere.

Per ritrovare una regolarità naturale, soprattutto nel caso delle persone più anziane in cui lo stimolo della sete è spesso ridotto, bisogna bere molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno, possibilmente naturale e non gassata.

Per combattere la stitichezza e per favorire il corretto funzionamento del nostro intestino, è inoltre fondamentale praticare la giusta attività fisica, soprattutto per coloro che conducono una vita particolarmente sedentaria.

Non dobbiamo strafare, sarebbe sufficiente anche una camminata di mezz’ora al giorno per prevenire la stitichezza e per regolarizzare il funzionamento dell’intestino.

Infine, è bene ricordare di evitare di mangiare troppo in fretta. Bisogna masticare lentamente gli alimenti e sminuzzarli per bene in quanto, in un certo senso, il primo processo digestivo avviene proprio durante la masticazione e, se non viene fatta correttamente, potrebbero insorgere problemi digestivi.

Quali sono, invece, i cibi da evitare in caso di stitichezza?

Tuttavia, seguire gli accorgimenti di cui abbiamo parlato sopra e mangiare la giusta quantità di alimenti lassativi non è sufficiente, c’è anche una lunga lista di alimenti che sarebbe meglio evitare, soprattutto nel caso di stipsi o stitichezza.

Tra gli alimenti da evitare nel caso di problemi di digestione o di stitichezza, ricordiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • Le bevande alcoliche, le bevande gassate o particolarmente zuccherate;
  • Le patatine, sia quelle fritte sia quelle in busta che compriamo al bar;
  • I salumi e le carni particolarmente grasse sono famosi per creare problemi di digestione dai quali potrebbe tranquillamente derivare una condizione di stitichezza;
  • Bisogna fare attenzione a non eccedere con l’ingestione dei carboidrati raffinati, contenuti soprattutto nella pasta, nel pane e in tutti i prodotti da forno, esclusi quelli integrali che, al contrario, fanno bene al nostro corpo;
  • Qualsiasi tipo di alimento fritto in quanto la frittura rende i cibi più difficili da digerire e possono irritare il nostro intestino;
  • Il cioccolato che, essendo ricco di tannini, ha un effetto astringente sulle feci, rendendole più difficili da evacuare;
  • Le bevande ghiacciate possono creare uno shock all’intestino, riducendone la mobilità;
  • Una quantità eccessiva di latticini in quanto il loro contenuto di calcio e grassi, ad elevate quantità, possono rallentare il funzionamento dell’intestino;
  • I cibi industriali, come le già citate patatine, e tutti gli altri alimenti a lunga conservazione, come gli snack, sono assolutamente da evitare nel caso di stipsi o stitichezza.

Quali sono le principali cause della stitichezza o stipsi?

Per avere un quadro più completo della situazione e, soprattutto, dell’utilità dei cibi lassativi, andiamo adesso ad occuparci delle cause principali della stitichezza così che, se le conosciamo, possiamo anche evitarle.

Tra le cause più comuni di questo problema che può interessare il nostro organismo, oltre ad una alimentazione scorretta ricordiamo soprattutto le seguenti:

  • Una situazione particolarmente stressante;
  • Uno stile di vita particolarmente sedentario in cui non si pratica la giusta attività fisica;
  • Una condizione di disidratazione;
  • Una condizione di anoressia o bulimia;
  • Una situazione di malnutrizione;
  • La presenza di alcune condizioni patologiche;
  • L’assunzione di alcuni farmaci.

Queste sono solo alcune delle cause più comuni, ma possono essercene tante altre e, nel caso di una condizione grave di stitichezza, ricorda di chiedere sempre un parere al tuo medico di famiglia.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO