Muco e Sangue nelle Feci: Cause e Rimedi

Muco e sangue nelle feci sono presenze che, in una certa misura, possono essere considerate normali. Quando l’una o l’altra sostanza, però, sono visibili ad occhio nudo, questo potrebbe essere segnale di qualcosa che non va.

Prima di farci prendere dal panico però, sarà bene indagare quali possano essere le possibili cause e di informarsi il più possibile su quelle che possono essere le conseguenze di questo fenomeno.

Sangue e muco nelle feci: bisogna sempre preoccuparsi? E in quale caso invece saremmo di fronte a fenomeni che possiamo considerare completamente normali?

Una certa presenza di muco e sangue nelle feci può essere normale

Prima di affrontare i casi che appaiono come sicuramente patologici, è il caso anche di vedere quando la presenza di queste sostanza può invece essere ritenuta normale.

Una certa presenza di muco nelle feci è normale, in quanto questo viene prodotto dall’intestino crasso al fine di lubrificare appunto le pareti della mucosa e rendere più facile il transito delle feci stesse.

Questo muco potrebbe rendersi visibile sull’escremento espulso, e se in piccole quantità: si potrebbe notare sulle feci la presenza di un semi-solido biancastro, che ha consistenza simile a quella della gelatina.

Sangue e muco nelle feciTalvolta, anche se non dovrebbe essere il caso delle feci ben lubrificate, possono presentarsi anche delle tracce di sangue che possono considerarsi normali nella misura in cui siano di sangue vivo, e che potrebbero essere state trasferite sull’escremento da piccole lesioni nella parte finale dell’intestino, ovvero dall’ano.

In questi casi è comunque consigliabile un piccolo consulto con il proprio medico, che andrà ad occuparsi delle cause, seppur relativamente non importanti, che hanno causato la presenza e di muco e sangue nelle feci.

Quando è il muco ad essere in eccesso

Quando il muco appare in eccesso e in netta preponderanza anche rispetto all’eventuale sangue, possono esserci diverse cause che si nascondono dietro la condizione.

Possiamo parlare di mucorrea quando le quantità di muco che vengono espulse con gli escrementi sono di quantità importante, decisamente anomala rispetto a quanto eravamo abituati a vedere in precedenza.

In questo caso siamo di fronte, come avremo modo di vedere più avanti, a fenomeni tipicamente infiammatori che colpiscono l’intestino.

La mucorrea è infatti un evento tipico come conseguenza di:

  • colite ulcerosa: patologia di carattere infiammatorio che colpisce indistintamente sia il retto che il colon;
  • proctite: è invece un’infiammazione che colpisce la mucosa del retto;
  • morbo di Crohn: patologia infiammatoria cronica che colpisce l’apparato digerente, anche in maniera segmentata e che può estendersi in qualunque sezione, dal cavo orale fino all’ano. Purtroppo non esistono al momento cure definitive per il morbo di Crohn, anche se seguendo dei particolari protocolli tanto i sintomi quanto invece l’aggravamento determinato dal progredire della patologia possono essere contrastati;
  • si può trattare anche di diverse infezioni che colpiscono l’intestino e che sono di natura batterica. Può essere infatti sia il caso del Campylobacter sia della Salmonella e in casi relativamente meno frequenti anche della Shigella. Quando l’eccesso di muco è accompagnato da sangue, è in genere alle infezioni di carattere batterico che dovremmo guardare. Alla produzione di muco in eccesso, in presenza di una di queste infezioni troviamo anche la diarrea tra i sintomi più comuni.

Tutti i casi sopra riportati possono causare la compresenza di quantità di muco importanti, con la presenza di sangue vivo nelle feci.

Quando invece c’è solo muco

Quando invece ad essere visibile c’è soltanto il muco, possiamo avere di fronte problematiche diverse, che possono spaziare da allergie alimentari a semplici intolleranze, passando per altri tipi di problemi, come può essere nel caso della sindrome del colon irritabile e della celiachia.

In questo caso però il sangue si presenta solo raramente ed è il muco a farla assolutamente da padrona.

La flora batterica intestinale e il muco nelle feci

Talvolta la presenza di muco e sangue nelle feci può essere anche una conseguenza di alterazioni importanti della flora batterica intestinale.

Questo può essere determinato sia da lunghe terapie a base di antibiotici, sia da diete particolarmente sbilanciate a favore di zuccheri raffinati, che possono dare una mano ai funghi a proliferare e prendere il sopravvento sui batteri.

In questo caso, ovvero nel caso in cui ci fossero alterazioni della flora batterica intestinale, sarà il caso di rivolgersi comunque al medico, che una volta individuate le cause indicherà un percorso terapeutico adeguato (che spesso consiste solamente nell’astenersi da comportamenti che possono danneggiare la flora).

Occhio a non confondere il muco con il grasso

A volte è possibile che soprattutto gli occhi non particolarmente esperti confondano il muco con la presenza invece di grasso nelle feci.

Se sono tutti gli escrementi a mostrarsi pastosi, lucidi e brillanti, è quasi sicuramente un caso di steatorrea, ovvero appunto di presenza di grasso nelle feci.

È questo un problema che riguarda principalmente il malassorbimento intestinale e che può essere però causato dal malfunzionamento non solo dell’intestino, ma anche del fegato (che deve produrre i sali biliari), del pancreas (che sintetizza gli enzimi lipasi e amilasi).

Si tratta dunque di un problema che affligge piuttosto di frequente i soggetti che soffrono di problemi al pancreas (pancreatiti anche gravi), di deficit di sali biliari o che hanno dovuto affrontare delle resezioni intestinali importanti.

La steatorrea, che deve essere comunque tenuta separata dalla mucorrea e anche dalla presenza di sangue nelle feci.

Talvolta è un evento molto frequente anche nei pazienti che hanno subito resezione gastrica, nonostante in vero lo stomaco sia coinvolto in modo assolutamente marginale nella digestione dei lipidi.

Cosa fare nel caso di muco e sangue nelle feci?

Dato che la presenza di muco e sangue nelle feci può essere conseguenza di patologie anche importanti, in questo caso è assolutamente necessario evitare di procedere con il fai da te (soprattutto se si tratta di terapie bizzarre e che non hanno alcun tipo di supporto scientifico) e consultare immediatamente il medico, l’unico in grado di stabilire tanto la patologia che ha causato il problema, quanto il percorso terapeutico giusto per tornare in salute.

La presenza di muco in grandi proporzioni nelle nostre feci non va assolutamente ignorata, soprattutto quando accompagnata dalla concomitante presenza di sangue.

LASCIA UN COMMENTO