La Polenta Fa Ingrassare?

La polenta di mais è una pietanza invernale molto gustosa e particolarmente amata dagli italiani, soprattutto nelle regioni del nord. Spesso viene additata come un alimento dannoso per chi desideri dimagrire, ma è davvero così?

La polenta fa ingrassare? Oggi vedremo se si tratta di un piatto calorico o se può essere consumato tranquillamente in un regime alimentare sano.

Calorie? La risposta è no!

La polenta non ha un alto contenuto calorico, ma i condimenti sì. La polenta da sola è un valido sostituto per il pane e la pasta e contiene pochissime calorie, ma i condimenti sono i veri nemici della dieta. Se annaffiate la polenta di formaggio fuso, di sugo ricco e di olio e parmigiano ecco che perde tutto il suo potenziale di cibo sano.

Per ovvie ragioni neanche la polenta fritta è adatta alle diete. 100 grammi di polenta cotta contengono dalle 80 alle 180 calorie e addirittura zero grassi. La polenta da sola non è un alimento calorico, ma deve essere condita in modo leggero per restare una pietanza dietetica.

Nutrimento e salute

La polenta contiene carboidrati, vitamine (A ed E) e proteine oltre che sali minerali come:

  • potassio;
  • fosforo;
  • manganese;
  • ferro;
  • selenio.

Inoltre la polenta contiene anche folati e calcio. Non tutte le polente sono uguali, controllate sempre i valori nutrizionali prima di acquistare una confezione, soprattutto se siete celiaci. La polenta di mais non contiene glutine, ma quella a base di semolino lo contiene, quindi fate sempre molta attenzione. La polenta migliore per la dieta è quella classica di mais giallo macinata a pietra che deve essere cotta lentamente.

Sazietà e gusto

La polenta ha un alto potere saziante perché è molto ricca di sostanze nutrienti e ha un elevato contenuto di fibre, inoltre viene cotta in acqua e aumenta di volume senza che le calorie aumentino. Il contenuto di acqua aiuta ad aumentare il senso di sazietà. Se condita senza esagerare è perfetta per la dieta perché vi consente di rimanere sazi a lungo e quindi di mangiare meno durante la giornata.

Avendo un elevato indice di sazietà è perfetta come piatto unico. Il sugo semplice o un filo d’olio sono l’accompagnamento perfetto per un piatto leggero e sfizioso. Vi ricordiamo di evitare di condire eccessivamente la polenta per non tramutarla in un cibo grasso. La polenta infine è facilmente digeribile per questo motivo vi aiuterà anche a ridurre il gonfiore addominale.

La polenta si digerisce facilmente grazie all’amido resistente, in questo modo resiste agli enzimi e arriva al colon incoraggiando la funzionalità intestinale. Trattandosi di un alimento a basso indice glicemico è adatta anche a chi soffre di diabete.

Quanta polenta mangiare?

Ovviamente come per ogni pietanza si consiglia di non esagerare. Mangiare polenta una volta a settimana vi aiuterà a seguire un regime alimentare sano senza aver paura di ingrassare. Ripetiamo che bisogna condirla con salse leggere. Alternare gli alimenti è un modo sano per vivere al meglio e per combattere il peso in eccesso.

Una porzione di 100 grammi di polenta è sufficiente a sfamarvi per diverse ore. Mangiare polenta a pranzo e un frutto come spuntino, vi aiuterà ad arrivare a cena senza problemi e senza sentire i morsi della fame. Per fare della polenta un pasto completo potete aggiungere anche una piccola porzione di petto di pollo e un contorno di verdure, in questo modo avrete tutte le sostanze nutritive necessarie per affrontare al meglio la giornata.

Se preferite potete anche magiare polenta a cena, il suo alto valore nutrizionale vi aiuterà ad arrivare al mattino senza ricorrere a spuntini notturni e senza svegliarvi con i crampi della fame. Ricordate che a cena è sempre consigliabile ridurre le porzioni e mantenersi leggeri, perché non si ha tempo per bruciare tutte le calorie assunte. Vi ricordiamo anche che le calorie in eccesso vanno ad accumularsi e a formare i fastidiosi rotolini.

Una porzione di 100 gr di polenta apporta 180 calorie al massimo, mentre 100 grammi di pane apportano in media 270 calorie. 100 grammi di pasta infine hanno un contenuto calorico di oltre 350 calorie. La polenta ha anche meno calorie del riso, quindi via libera a questa gustosa pietanza nella normale dieta di tutti i giorni.

Quale scegliere?

Come anticipato la miglior polenta è quella classica che necessita di una cottura lenta, la polenta classica non contiene sostanze aggiunte e calorie in più. Le polente precotte possono invece avere un monte calorico maggiore. Leggete sempre bene le informazioni nutrizionali.

Un altro modo per consumare una polenta leggera è scegliere condimenti leggeri, oltre ad un sugo leggero potrete divertirvi ad abbinare alla polenta anche pesce magro e verdure. A seconda dei vostri gusti potrete scegliere quale condimento sano e poco calorico abbinare alla polenta.

La polenta si abbina perfettamente anche alle lenticchie, ai ceci e ad altri tipi di legumi, anche i funghi sono un ottimo alleato per insaporire la polenta. Potete anche rendere la polenta più sfiziosa tagliandola in bastoncini. Cuocete la polenta, livellatela e fatela raffreddare. Una volta raffreddata la polenta diventa solida e in questo modo potrete tagliarla a listarelle. Se preferite potete ripassare i bastonicini in forno e servirli con delle salse.

La polenta fa ingrassare?

Come avrete capito la risposta è no. La polenta è un alimento sano e poco calorico ingiustamente accusato di essere nemico di chi vuol mantenere una forma smagliante. Ovviamente vi ripetiamo che, se associata a condimenti ipercalorici, la polenta fa ingrassare. Se affogate la polenta nel formaggio di certo perderà tutto il suo potenziale e diventerà una pietanza grassa e nemica della dieta.

La polenta non fa nemmeno dimagrire, ma se consumata con intelligenza può aiutare durante la dieta dimagrante grazie al suo alto potere saziante. Come tutti gli altri cibi non può fare miracoli da sola. Nessun alimento ha un miracoloso potere dimagrante, solo l’attività fisica e uno stile di vita sano vi aiuteranno a perdere peso restando sempre in salute. Come sempre la moderazione è la chiave giusta per mantenersi in forma.

Evitate le abbuffate e vedrete che non dovrete privarvi di nessun alimento. Il cibo è nostro amico e se consumato con saggezza aiuta a mantenersi sani e felici.

Leggi Anche:

2 COMMENTI

  1. mi pongo una semplice domanda:com’é possibile che la polenta abbia un apporto calorico che varia dalle 80 alle 180 kcal(range che sinceramente non comprendo)per 100 gr se la farina di mais (preticamente unico ingrediente della polenta classica)ha un apporto calorico di 360 kcal per 100 gr?potrebbe spiegarmi dove sbaglio ?grazie

    • Ciao Giada, gli ingredienti della polenta sono acqua e farina di mais (alcuni aggiungono olio o burro) e per questo ho inserito un range di calorie (80-180 kcal). 100 grammi di polenta hanno meno calorie perché la polenta contiene una buona percentuale di acqua, al contrario della farina di mais che invece è 100% alimento secco. Quindi nel pesare 100 g di polenta peserai anche una parte di acqua che non ha calorie. Ad esempio 100 g di polenta potranno avere 50 g di farina di mais e 50 g di acqua.

LASCIA UN COMMENTO