Crusca di Avena per Dimagrire: Funziona?

La crusca d’avena è un alimento che proviene dallo scarto della raffinazione dell’avena, in genere dell’avena sativa, un cereale dalle origini antichissime.

L’avena è un prodotto che veniva destinato all’alimentazione degli animali o dei ceti sociali inferiori, al contrario del frumento, graminacea pregiata, che veniva utilizzato per il pane e per l’alimentazione dei ceti sociali più alti. Oggi vi parleremo della crusca d’avena e delle sue proprietà. La crusca d’avena è utile per dimagrire o si tratta di un’altra moda alimentare?

Vediamolo insieme.

Calorie e benessere

La crusca d’avena contiene circa 250 calorie per ogni 100 grammi di prodotto. Non si tratta di un alimento propriamente dietetico, ma ha un altissimo potere saziante ed è ricchissima di fibre.

Pur non essendo un alimento dietetico è utile alla salute dell’intestino e aiuta la regolarità e la digestione. Può essere aggiunta ad ogni dieta per regolarizzare l’intestino e per raggiungere lo stato di salute ottimale.

Nutrimento, vitamine e tanto altro

La farina d’avena contiene lipidi e proteine, acidi grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi. Contiene anche glucidi semplici, ferro e magnesio. La crusca d’avena contiene anche:

  • tocoferolo (antiossidante);
  • tiamina (vitamina del gruppo B);
  • niacina  (vitamina PP);
  • fibre solubili;
  • fibre insolubili.

La crusca di avena può sostituire o può essere integrata alla crusca di frumento, anche se la crusca di frumento contiene un maggior quantitativo di sostanze benefiche, fibre e vitamine rispetto alla crusca d’avena. La crusca d’avena e l’avena non si utilizzano per la panificazione perché non contengono glutine.

Sazi a lungo

Le fibre solubili sono sostanze nutrienti che aiutano l’assorbimento dell’acqua nel momento in cui passano nell’apparato digerente. La crusca di avena ha un alto contenuto di fibre solubili e aiuta a farci sentire sazi in poco tempo. Consumare anche solo 15 grammi di crusca farà assorbire liquidi fino a 25 volte in più rispetto ai grammi assunti, per questo sentirete immediatamente il senso di sazietà e lo avvertirete per lungo tempo.

In questo modo mangerete meno e aiuterete il vostro corpo a digerire correttamente e a depurarsi. Inoltre, la crusca d’avena aiuta ad ridurre il livello di grassi nel sangue, aiuta ad accrescere i livelli del colesterolo HDL, il cosiddetto colesterolo buono, e abbassa i livelli dell’LDL il colesterolo cattivo.

Quanta crusca mangiare?

La crusca d’avena aiuta a limitare l’assorbimento degli zuccheri oltre che dei grassi ma se consumata in quantità eccessive può causare malassorbimento delle sostanze nutritive come le vitamine e i sali minerali.

Inoltre, un eccessivo consumo di fibre causa gonfiore e disturbi digestivi. Grandi quantità di crusca d’avena introducono nell’organismo un gran numero di calorie, quindi fate attenzione. Non superate la dose di 2 cucchiai di crusca d’avena al giorno.

Potete aggiungere la crusca d’avena alle insalate o nelle zuppe o aggiungerla alla pizza o alla pasta. A seconda dei vostri gusti potrete utilizzarla come desiderate. La crusca è perfetta anche a colazione o come spuntino e può essere aggiunta anche ai frullati e agli yogurt (preferibilmente a quelli bianchi naturali). Potete mescolarla alla farina classica per fare torte e pizze, ma se volete dimagrire o rimanere in forma, fate attenzione a ripieni e condimenti.

Utilizzare la crusca d’avena e imbottire le torte di crema o ricoprire le pizze di alimenti grassi non è un’idea utile per perdere peso. Non utilizzate la crusca d’avena come scusa per consumare calorie attraverso altri cibi. Ricordate che come per ogni alimento la parola chiave è moderazione, e questo vale anche per la crusca d’avena. Tutti i cibi possono trasformarsi da amici a nemici se consumati in maniera scorretta.

Esiste una crusca d’avena meno calorica?

La risposta è no, l’unica crusca d’avena disponibile è la classica e contiene sempre circa 250 calorie per 100 grammi di prodotto. Se volete consumare della crusca meno calorica potete scegliere quella di frumento che è leggermente meno calorica rispetto a quella d’avena.

La crusca di frumento contiene 210 calorie ogni 100 grammi, quindi 40 calorie in meno rispetto a quella di avena. La crusca di frumento è anche più pregiata e più ricca di sostanze nutritive, sta a voi scegliere quale tipo di crusca preferire.

La crusca d’avena fa dimagrire?

Purtroppo anche in questo caso non ci sono miracoli in vista e la risposta è no. Nonostante molti parlino della crusca d’avena e delle sue magnifiche proprietà dimagranti, questo prodotto non fa dimagrire anche se può essere un valido aiuto per chi desideri perdere peso.

La crusca di avena non fa dimagrire, ma ha delle proprietà utili alla salute e il suo alto contenuto di fibre consente di sentirsi sazi in poco tempo. In questo modo mangerete meno e riuscirete ad aumentare le vostre probabilità di perdere peso. La crusca d’avena da sola non fa di certo dimagrire, ma rappresenta un valido aiuto per la vostra dieta. Quindi mangiatela senza paura.

La crusca d’avena è un ottimo alimento per quelle persone che non riescono ad assumere una quantità giornaliera sufficiente di fibre attraverso frutta, verdura e cereali. Consumando crusca d’avena si riesce a fornire all’organismo la giusta dose di fibre di cui ha bisogno, ma la crusca da sola non basta per ottenere la quantità giornaliera necessaria di vitamine e sali minerali. Quindi non sostituite frutta e verdura con la crusca d’avena.

Se il consumo della crusca d’avena viene abbinato ad una dieta sana e ad uno stile di vita attivo, grazie alle sue proprietà può rappresentare un utile aiuto per velocizzare la perdita di peso. Ricordate che per dimagrire non basta la dieta da sola, dovrete anche uscire di casa e iniziare fare un po’ di attività fisica.

Vi ricordiamo che sono sufficienti dai quindici ai trenta minuti di attività fisica al giorno per riattivare il vostro metabolismo e per iniziare a perdere i chiletti di troppo in vista della bella stagione o semplicemente per sentirsi più sani e in salute. Vi ripetiamo che nessun cibo fa miracoli, tanto meno la crusca d’avena.

Non è poi così difficile cambiare le abitudini scorrette che ci trasformano in persone poco in salute e vulnerabili ai piccoli acciacchi. Il nostro consiglio è: cibo sano e attività fisica!

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO