Proteine in Polvere per Dimagrire, Come si Usano? Fanno male?

Le proteine sono nutrienti fondamentali per l’organismo in quanto svolgono un’azione plastica, cioè sono deputate alla costituzione delle nostre strutture muscolari e tutte quelle parti del nostro organismo costituite appunto da aminoacidi.

Le proteine sono naturalmente presenti all’interno degli alimenti ma è possibile trovarle anche nei comuni barattoli di proteine in polvere che si possono acquistare in farmacia o in negozi specializzati on-line.

Gli alimenti che contengono quote di proteine elevate sono: la carne, il pesce, le uova, latte e derivati, legumi e cereali; invece, negli ortaggi e nella frutta sono presenti in piccole quantità.

La dieta iperproteica, ovvero quella in cui si prevede un incremento del consumo di proteine, non è universalmente concepita nel mondo de nutrizionisti, in quanto non esiste una tipologia di dieta che presenta caratteristiche standard che vanno bene a tutti.

Piuttosto, si tratta di un regime alimentare in cui la quota proteica viene leggermente aumentata, sia essa proveniente da fonti alimentari sia proveniente da integratori.

Ultimamente infatti si è diffuso molto l’utilizzo delle proteine in polvere per dimagrire, un tempo alimento destinato quasi esclusivamente all’alimentazione degli sportivi. Si tratta di una moda molto diffusa e utilizzata anche dai nutrizionisti per favorire la perdita di peso almeno nelle fasi iniziali e per brevi periodi di tempo.

Ma le proteine in polvere fanno dimagrire? Fanno male alla salute? Scopriamo nell’articolo che segue.

Vantaggi dell’uso delle proteine in polvere

Seguire una dieta proteica vuol dire incrementare il consumo quotidiano di proteine nell’alimentazione quotidiana.

Tuttavia, per sfruttare al meglio gli effetti dell’introduzione di certe quantità di proteine dobbiamo tener presente i tre capisaldi del dimagrimento: ridurre l’apporto energetico, accelerare il metabolismo con l’attività fisica e cercare di sfruttare al meglio le proprietà e le caratteristiche degli alimenti che ingeriamo in funzione del metabolismo.

Clicca Qui per Scoprire I Migliori Prodotti per Dimagrire

Detto questo, le proteine in polvere possono venire in nostro aiuto in quanto hanno effetti positivi sul nostro corpo: riducono i picchi insulinici post-prandiali (dunque, meno rischio di sviluppare diabete) e favoriscono il raggiungimento più rapido del senso di sazietà grazie alla liberazione della colecistochinina (ormone della sazietà), sostengono le necessità strutturali dei muscoli.

Le proteine in polvere possono rappresentare una valida integrazione qualora non si riesca, con la sola alimentazione, a raggiungere l’apporto proteico per chilo di peso corporeo. Le proteine in polvere sono molto versatili, possono essere consumate a colazione come sostitute del latte vaccino, come spuntino ad esempio aggiungendole ad un sano frullato oppure ad uno yogurt.

Leggi anche: Idea per uno spuntino salutare: il latte di mandorla

In commercio è presente una vasta gamma di proteine in polvere che in genere vengono attenute da due fonti alimentari: il latte e l’uovo, perché costituiti da proteine di elevato valore biologico.

Anche le proteine della soia rientrano nella costituzione delle proteine in polvere e sono preferite dai vegani e vegetariani.

Le proteine della soia essendo vegetali non posseggono tutti gli aminoacidi essenziali ma allo stesso tempo sono ricche di aminoacidi ramificati (leucina, isoleucina e valina) e di glutammina.

Aspetti negativi dell’uso delle proteine in polvere per dimagrire: fanno male?

Le proteine in polvere non rappresentano la panacea di tutti i problemi legati al dimagrimento, ma possono svolgere un ruolo coadiuvante al raggiungimento dello stesso.

Proteine in Polvere per Dimagrire

Come per tutte le cose, anche l’uso delle proteine in polvere necessita di una certa attenzione in quanto esse possono provocare seri danni alla salute.

Scopri Adesso I Migliori Prodotti per Dimagrire

Innanzitutto, le proteine posseggono molti gruppi azotati che vanno smaltiti con l’ingente contributo da parte di fegato e rene. Per questo motivo fanno male ai pazienti con insufficienza epatica e/o renale dovrebbero seguire una dieta povera di proteine.

Se il corpo non viene rifornito delle giuste quantità di carboidrati, la formazione dei corpi chetonici abbassa il pH sanguigno provocando disidratazione per aumento della filtrazione renale oltre a danni a carico del sistema nervoso centrale che ha bisogno di glucosio per poter espletare tutte le sue funzioni.

Se siamo in condizioni di cheto-acidosi ce ne accorgiamo facilmente perché il nostro alito sa di acetone, un po’ come si verificava quando avevamo la febbre da piccoli.

Questa è una condizione da scongiurare assolutamente, in quanto i corpi chetonici creano uno stato di intossicazione per tutte le cellule del nostro organismo.

Pertanto, assunte in eccesso le proteine in polvere possono fare male specie ai reni e al fegato che devono costantemente depurare l’organismo da sostanze nocive.

Prima di assumere qualsiasi tipo di proteine in polvere per dimagrire è bene chiedere consiglio al proprio medico o nutrizionista, che vi fornirà tutti i consigli di cui avete bisogno.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO