Ayrinal® (Bilastina): Foglio Illustrativo

Posologia e modalità di impiego

Per gli adulti e gli adolescenti di età superiore ai 12 anni di età, Ayrinal® la posologia consigliata è di una compressa al giorno nel caso in cui l’obiettivo fosse quello di ridurre i sintomi tipici della rinite e della congiuntivite allergica, nonché dell’orticaria.

La compressa non va assunta nell’intervallo che va da un’ora prima alle due ore successive uno dei pasti principali, in quanto il cibo ne riduce l’assorbimento.

Non è necessario alcun tipo di aggiustamento delle dosi per i pazienti anziani anche se vale la pena ricordare che esistono comunque dati molto scarsi per quanto riguarda la somministrazione di Ayrinal® nei pazienti oltre i 65 anni di età.

Per la popolazione in età pediatrica, non sono presenti dati a sufficienza per valutarne la possibilità di somministrazione ed in questi casi sarà il pediatra a valutare la possibilità di ricorrere o meno a questo tipo di terapia.

I pazienti che soffrono di insufficienza renale non devono modificare la posologia sopra indicata.

Per quanto riguarda invece i pazienti che presentano insufficienza epatica o comunque stati patologici che interessino il fegato, non ci sono dati a sufficienza per stabilirne la sicurezza. Il principio attivo non viene comunque metabolizzato e viene eliminato dal corpo attraverso clearance renale. È dunque ragionevole aspettarsi che il farmaco non subisca alterazioni e non causi problemi ai pazienti che presentano problemi al fegato.

Nel caso in cui il trattamento sia destinato a pazienti che soffrono di rinite allergica la durata dello stesso deve essere mantenuta al minimo indispensabile. Per il trattamento nel caso di riniti e congiuntiviti stagionali, il trattamento può essere esteso fino alla remissione dei sintomi principali.

Sovradosaggio

Le reazioni avverse più comunemente segnalate nel caso di sovradosaggio sono capogiri, cefalea e episodi di nausea. Non sono stati individuati durante i trial clinici eventi avversi di tipo grave o dal potenziale esito infausto.

Nel caso di sovradosaggio dovrebbe essere sufficiente monitorare il paziente e procedere, laddove necessario, con un trattamento sintomatico.

Controindicazioni

Assolutamente sconsigliata è la somministrazione di Ayrinal® nel caso in cui il paziente presenti ipersensibilità, anche se soltanto potenziale, al principio attivo oppure agli eccipienti contenuti nel farmaco. Casi in cui il paziente abbia mostrato ipersensibilità a farmaci appartenenti alla stessa classe devono essere attentamente valutati dal medico.

Precauzioni per l’uso

Il farmaco non è indicato per i pazienti di età inferiore ai 12 anni di età, in quanto almeno al momento non sono ancora presenti studi approfonditi sui potenziali effetti di Ayrinal® sui pazienti in età pediatrica.

I pazienti che soffrono di condizioni patologiche a carico dei reni e nel frattempo stiano assumendo farmaci che possono inibire la p-glicoproiteina (ciclosporine, ritonavir, diltiazem, eritromicina), possono avere livelli plasmatici di bilastina aumentati.

Va pertanto evitata la somministrazione concomitante di Ayrinal® con i suddetti inibitori nel caso di pazienti con compromissione della funzionalità renale da moderata a grave.

Gravidanza e allattamento

Non esistono dati che riguardino l’utilizzo di Ayrinal® durante la gravidanza. Esistono dei test condotti su animali che non hanno in alcun modo individuato eventuali tossicità a carico della gestante o del feto. A scopo del tutto precauzionale è comunque controindicata la somministrazione del farmaco alle gestanti.

Non è noto inoltre se la bilastina sia escreta o meno nel latte materno. Sarà il medico a dover individuare i benefici e i rischi e decidere sulla somministrazione del farmaco durante l’allattamento.

Passiamo ora ad approfondire quelle che sono le interazioni del farmaco, gli effetti collaterali ed il prezzo al quale è possibile acquistare il prodotto. 

1
2
3

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO