Yasmin® Pillola Anticoncezionale: Foglio Illustrativo

Yasmin® è un farmaco prodotto e commercializzato dall’azienda farmaceutica Bayer S.p.A.

I suoi principi attivi, il drospirenone e l’etinilestradiolo vengono correntemente utilizzati come metodi contraccettivi orali. Il drospirenone è un farmaco progestinico, agonista di quarta generazione, che è utilizzato nei farmaci contraccettivi e nei farmaci per la terapia ormonale sostitutiva post-menopausa. L’etinilestradiolo, invece, è un estrogeno di sintesi che esplica nel nostro organismo le stesse azioni del beta-estradiolo.

Forme farmaceutiche e dosaggio

E’ attualmente disponibile in commercio una sola forma farmaceutica di Yasmin®:

  • Yasmin® 3 mg + 0,03 mg compresse rivestite con film in confezione da 21 unità.

Meccanismo d’azione

Yasmin® appartiene alla categoria farmacoterapeutica delle associazioni fisse estro-progestiniche.

Viene correntemente utilizzato per le sue proprietà contraccettive, basate sull’interazione di fattori qualitativamente diversi: tra i più importanti troviamo l’inibizione dell’ovulazione e i cambiamenti che vengono impressi, con l’utilizzo corretto del farmaco per dosaggio e frequenza di assunzione, a livello dell’endometrio.

yasminAll’interno di Yasmin® si trovano il medicinale progestinico drospirenone e l’etinilestradiolo. Seguendo la dose terapeutica indicata del farmaco, il drospirenone presenta anche proprietà spiccate di tipo antiandrogeno. Non sono presenti però attività estrogeniche, glucocorticoidi e antiglucocorticoidi, rendendo il drospirenone un farmaco dal profilo molto simile a quello del progesterone naturalmente prodotto dall’organismo.

Indicazioni terapeutiche

Yasmin® viene correntemente utilizzato come pillola per la contraccezione orale.

È un metodo contraccettivo completo che, grazie all’azione dei suoi principi attivi, agisce come antagonista dell’ovulazione, rendendo impossibile il concepimento.

Il riscorso a Yasmin® a scapito di altri eventuali metodi contraccettivi deve essere valutato di concerto con il medico, dopo attenta anamnesi della paziente.

Come si assume Yasmin®? Quali sono le controindicazioni e le precauzioni per l’uso?

Posologia

Al fine di ottenere l’effetto anticoncezionale, Yasmin® va assunto ogni giorno possibilmente alla stessa ora. È possibile assumere una piccola quantità di acqua per facilitare la deglutizione.

Il farmaco va assunto, seguendo l’ordine indicato sul blister contenente le pillole, per una compressa al giorno per 21 giorni categoricamente consecutivi. Terminato il blister da 21 compresse è necessario sospendere l’assunzione per 7 giorni, per poi iniziare l’assunzione del nuovo blister.

Alla sospensione della somministrazione si verifica un evento emorragico da sospensione, tipicamente entro 48–72 ore dall’interruzione della somministrazione. L’emorragia potrebbe non essere terminata al termine della settimana di sospensione.

La prima compressa va assunta il primo giorno del ciclo mestruale naturale.

Nel caso in cui invece si sia passati a Yasmin® da altro contraccettivo di tipo orale, è necessario iniziare l’assunzione del farmaco il primo giorno dopo l’ultima compressa attiva del precedente medicinale.

Nel caso in cui si sia utilizzato un anello vaginale o anche un cerotto di tipo transdermico, è preferibile iniziale con la somministrazione di Yasmin® il giorno in cui vengano rimossi tali dispositivi.

Nel caso di aborto durante il primo trimestre della gravidanza è inoltre possibile iniziare immediatamente la somministrazione di Yasmin®, senza che ci sia il bisogno di ricorrere ad altri tipi di misure contraccettive.

Dopo un parto o un aborto negli ultimi sei mesi della gravidanza è necessario iniziare la somministrazione del farmaco nella settimana che va dal ventunesimo al ventottesimo giorno successivo all’evento.

Nel caso in cui la somministrazione fosse interrotta per dimenticanza, è necessario assumerla possibilmente entro le 12 ore dall’orario tipico di assunzione. La pillola successiva va comunque assunta al solito orario.

Nel caso in cui fossero passate più di 12 ore dall’orario tipico di assunzione, si dovrà tenere conto del fatto che la protezione anticoncezionale potrebbe essere ridotta.

Nel caso di disturbi gastrointestinali che hanno portato a vomito e diarrea, l’assorbimento può essere incompleto. In questo caso è necessario utilizzare contraccettivi supplementari.

Nel caso di vomito che sia intervenuto nelle prime quattro ore dall’assunzione, è necessario assumere una nuova compressa al più presto possibile. Nel caso in cui siano passate più di 12 ore dall’evento, valgono le regole in caso di dimenticanza.

Sovradosaggio

Non sono presenti informazioni per quanto riguarda il sovradosaggio di Yasmin®. Valgono dunque le informazioni che abbiamo sui farmaci contraccettivi di tipo combinato orale. In caso di sovradosaggio tipicamente si presentano:

  • nausea;
  • vomito;
  • talvolta sanguinamenti vaginali.

Non esistono antidoti al farmaco e il trattamento deve essere necessariamente di tipo sintomatico.

Ritardare l’emorragia da sospensione

È possibile ritardare la mestruazione/emorragia da sospensione semplicemente non osservando l’intervallo di 7 giorni. Si può continuare l’assunzione di Yasmin® fino al termine del secondo blister. Vale la pena però di ricordare che in seguito alla mancata sospensione possono comunque presentarsi piccole emorragie e spotting.

Controindicazioni

L’utilizzo dei contraccettivi ormonali combinati, categoria all’interno della quale rientra anche Yasmin®, è sconsigliato in diversi casi. Il ginecologo e il medico dovranno valutare la possibilità di ricorrere all’assunzione di questo specifico farmaco nel caso in cui fossero presenti le condizioni che andremo a citare.

È sconsigliato il ricorso a Yasmin® per i pazienti che presentino la presenza o il rischio di tromboembolia venosa. È inoltre sconsigliato il ricorso al farmaco per chi ha predisposizione, che sia ereditaria oppure acquisita, alla tromboembolia venosa: la resistenza alla proteina C attivata, nonché la carenza di antitrombina III, in aggiunta a carenza di proteina C e di proteina S.

È sconsigliato, inoltre, l’utilizzo nei pazienti che siano stati sottoposti di recente ad intervento chirurgico maggiore con conseguente immobilizzazione prolungata.

Il farmaco è sconsigliato per i pazienti che soffrano di patologie cerebrovascolari, tra le quali ictus in corso o comunque pregresso, attacco ischemico di natura transitoria.

Yasmin® non deve essere somministrato ai soggetti che hanno una predisposizione ereditaria e acquisita a condizioni quali la tromboembolia arteriosa.

Il farmaco non è consigliato per i pazienti che soffrono di diabete mellito con estensione di sintomi di natura vascolare.

Yasmin® non è consigliato per i pazienti che soffrono di ipertensione grave.

Yasmin® non è inoltre indicato per i pazienti che soffrono di condizioni patologiche a carico dei reni o del fegato, con relativa insufficienza. Non è inoltre indicato nei pazienti che presentano tumori epatici sia benigni che maligni, sia in corso che invece pregressi.

Yasmin® è controindicato per i pazienti che abbiano fatto registrare ipersensibilità ad uno qualunque dei principi attivi o degli eccipienti.

Precauzioni per l’uso

Nel caso di peggioramento dei sintomi sopra riportati o in generale del quadro clinico del paziente in seguito all’assunzione di Yasmin®, la somministrazione del farmaco deve essere immediatamente interrotta.

L’utilizzo di Yasmin® e in via generale dei contraccettivi orali combinati aumenta il rischio dell’insorgenza di tromboembolia venosa.

Vanno attentamente considerati i fattori di rischio relativi allo sviluppo di tromboembolia venosa, tra i quali troviamo:

  • obesità con indice di massa corporea superiore a 30;
  • immobilizzazione prolungata in seguito ad intervento chirurgico;
  • immobilizzazione temporanea, inclusa quella che può essere causata dai viaggi, se di entità superiore alle 4 ore;
  • l’età avanzata, ovvero superiore ai 35 anni.

Vanno anche considerati i sintomi di trombosi venosa profonda, quali:

  • gonfiore degli arti inferiori, anche unilaterale;
  • tosse associata a emottisi;
  • dolori acuti al torace;
  • presenza di capogiri;
  • stordimento;
  • aritmia cardiaca.

L’assunzione di Yasmin® è anche associata con l’aumento del rischio di sviluppare la tromboembolia arteriosa. Anche in questo caso, prima di procedere con la somministrazione di Yasmin® sarà necessario da parte del medico un esame attento dei fattori di rischio, tra i quali troviamo:

  • l’età superiore ai 35 anni;
  • il fumo;
  • la presenza di ipertensione;
  • la presenza di obesità con indice di massa corporea superiore a 30;
  • presenza di frequenti emicranie.

Con l’utilizzo di Yasmin® sembrerebbe aumentata secondo alcuni studi l’aumento del rischio di cancro alla cervice, nel caso di utilizzo prolungato, ovvero per periodi che superino i 5 anni.

Esiste un rischio leggermente superiore rispetto a chi non assume contraccettivi orali combinati di sviluppare cancro della mammella. Il rischio aumentato è comunque destinato a rientrare in un periodo massimo di 10 anni dall’interruzione dell’assunzione di Yasmin®.

Sono stati segnalati dalla ricerca, tumori epatici benigni (e in casi estremamente rari maligni) che potrebbero essere associati con l’utilizzo del farmaco.

Bisogna inoltre ricordare che la componente progestinica del farmaco agisce come antagonista dell’aldosterone. In casi rari possono presentarsi aumenti dei livelli di potassio.

Le pazienti che soffrono o sono a rischio di ipetrigliceridemia possono avere rischi maggiori, in conseguenza dell’assunzione del farmaco, di sviluppare pancreatite.

È raro l’aumento della pressione sanguigna per valori clinicamente rilevanti.

L’assunzione di estrogeni e dunque anche di Yasmin® può causare l’aggravamento dei sintomi relativi all’angioedema.

È necessario pertanto procedere con un esame attento e completo delle condizioni di salute della paziente prima che si decida per la somministrazione di Yasmin®.

L’utilizzo di Yasmin® è sconsigliato durante la gravidanza. Nel caso in cui dovesse insorgere una gravidanza è necessario interrompere con tempistica immediata l’assunzione del farmaco, pur mancando dati epidemiologici rilevanti a riguardo.

Anche durante l’allattamento è consigliato sospendere l’assunzione del farmaco, in quanto potrebbe alterare la lattazione, sia per quantità che per qualità di latte prodotto; questo almeno fino a quando lo svezzamento non sia giunto al termine.

Con quali farmaci non bisogna assumere Yasmin®? Quali sono gli effetti collaterali? Qual è il prezzo del farmaco? Voltiamo pagina per approfondire.

Interazioni con altri farmaci

È possibile l’interazione di Yasmin® con farmaci che inducano gli enzimi microsomiali, e determinando pertanto l’aumento della clearance degli ormoni sessuali con il risultato che si può avere emorragia da sospensione e, nei casi più gravi,  insuccesso del contraccettivo.

Il farmaco è in grado, inoltre, di interagire con gli inibitori della protesi HIV e gli inibitori della trascrittasi inversa non nucleosidici come ritonavir, nevirapina, efavirenz, anche quando in combinazione con gli inibitori HCV. Questi farmaci possono ridurre la concentrazione plasmatica dei principi attivi, con effetti che possono essere clinicamente rilevanti sull’efficacia della pillola.

Può dare interazioni farmacologiche con amoxicillina, farmaci utilizzati per il trattamento dell’epilessia (fenitoina, carbamazepina, barbiturici, lamotrigina), rifampicina (un principio attivo che si utilizza per trattare le infezioni tubercolari), griseofulvina, bosentan, ciclosporina, iperico.

Effetti collaterali

Sono diversi gli effetti collaterali che possono essere collegati all’utilizzo di Yasmin®.

Tra gli effetti più comuni, che colpiscono mediamente tra 1 paziente su 10 e 1 su 100 troviamo:

  • depressione dell’umore;
  • cefalea;
  • emicrania;
  • nausea;
  • patologie a carico dell’apparato riproduttivo, come candidosi, perdite vaginali, dolore alle mammelle, sanguinamento intermestruale.

Tra gli effetti collaterali meno frequenti, che colpiscono tra 1 paziente su 100 e 1 paziente su 1000 troviamo:

  • alterazioni della libido, con aumento o calo della stessa;
  • alterazioni della pressione arteriosa;
  • aumento del volume della mammella;
  • aumento dell’incidenza di infezioni vaginali;
  • ritenzione idrica;
  • aumento di peso corporeo.

Ricetta, regime di dispensazione e prezzo

Yasmin® è un farmaco di classe C e dunque a totale carico del cittadino. Non sono presenti note AIFA. La ricetta che serve per acquistarlo è ripetibile (RR) ed è valida 6 mesi dalla data di prescrizione.

Il prezzo di Yasmin® è di 16, 20 euro.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO