Chi è Vera Gedroits, il medico a cui è dedicato il doodle di Google?

Vera Degroits

Oggi, lunedì 19 aprile, Google dedica un doodle a Vera Gedroits, ma chi è questa donna a cui il famoso motore di ricerca ha deciso di rendere omaggio e perché? Vera Gedroits è stata tra le prime donne chirurgo al mondo e la prima in Russia.È stata scelta proprio la giornata di oggi per ricordarla perché ricorre in questa data il suo centocinquantunesimo compleanno.

Vera Gedroits è stata anche poetessa e autrice di testi letterari e la sua notorietà deriva soprattutto dagli studi e dalle importanti innovazioni che ha portato nella chirurgia militare in tempo di guerra, grazie alle quali sono state salvate molte vite umane.
Andiamo ora a scoprire qualche info in più su questa donna e sull’enorme contributo che ha portato alla medicina moderna.

Chi è Vera Gedroits?

Chi è Vera Gedroits – Vera Ignatievna Gedroits nasce il 19 aprile 1870, ricorre oggi il 151° anniversario della sua nascita, in una famiglia di discendenza reale lituana a Kiev, allora parte dell’Impero russo. Cresce quindi in un ambiente benestante e vivace intellettualmente che la spinge nella tarda adolescenza a spostarsi in Svizzera per studiare medicina, ma fece ritorno nella terra si origine all’inizio del XX secolo per cominciare la sua carriera medica come chirurga in un ospedale industriale.

Cosa ha portato Vera Gedroits a diventare una delle prime donne chirurgo al mondo? – Pochi anni più tardi, nel 1904, quando scoppiò la guerra russo-giapponese, Vera Gedroits partì come volontaria su un treno ospedaliero della Croce Rossa come medico chirurgo. In un momento così complesso e difficile, sotto il fuoco nemico e i bombardamenti, la donna grazie alla sua bravura riuscì a salvare numerose vite umane e trasformò un vagone ferroviario in una vera e propria sala operatoria. Questa idea cambiò la medicina militare e venne addirittura adottata come nuovo standard dal governo russo.
Dopo il suo servizio in guerra e le numerose vite umane salvate, Vera Gedroits diventò il chirurgo ufficiale della famiglia reale russa; poi nel 1929 rientrò a Kiev e divenne professoressa di chirurgia all’Università.
La donna celebrata dal Google morì nel 1932, nella sua città natale dove è anche sepolta, dopo una lunga lotta contro un tumore molto aggressivo.

Oltre che medico e professoressa universitaria di chirurgia, è stata anche poetessa e autrice di testi letterari, ma è nota soprattutto per il grande contributo che ha portato nella chirurgia militare al tempo della guerra.