Punture di Pulci Uomo: Come Riconoscerle? Esistono Rimedi?

Molte persone rimangono stupite quando sentono parlare di punture di pulci nell’uomo, eppure può capitare, anche senza che si sia esposti per lunghi periodi a questi parassiti. Ma cosa comporta la puntura di pulci? Ci sono dei rischi? Come dobbiamo comportarci nel caso in cui siamo punti da una pulce?

Oggi ti parleremo proprio di questo argomento che di solito riguarda solo i nostri animali domestici.

Visto che le pulci possono pungere anche la nostra pelle è il caso di sapere come bisogna comportarsi e, soprattutto, se ci sono dei rischi connessi alle punture di pulci.

Le pulci possono pungere l’uomo? Quali sono i sintomi?

Come prima cosa bisogna chiarire il fatto che, fortunatamente, la maggior parte delle pulci non amano la superficie del nostro organismo. L’unica eccezione riguarda una particolare tipologia dei pulce, la cosiddetta Pulce irritans, che adora il sapore del nostro sangue.

Tutte le altre varietà di pulci adorano, invece, vivere sulla superficie dei nostri animali domestici, come il nostro cane o il nostro gatto, in quanto adorano annidarsi nel loro pelo.

Infatti, questi piccoli insetti odiosi, hanno bisogno di uno strato di pelo piuttosto fitto per vivere. Motivo per cui l’unica parte del nostro corpo che possono raggiungere le pulci sono i nostri capelli.

Però, come abbiamo già detto qualche riga sopra, ci sono delle pulci, come le pulci irritans, che adorano attaccare il nostro organismo e si possono riconoscere attraverso alcune caratteristiche fondamentali, tra cui:

  • La loro lunghezza varia da un millimetro a tre millimetri;
  • Il colore è nero oppure è di un marrone molto scuro;
  • Le setole che si trovano nelle circostanze della bocca sono poche rispetto alle pulci comuni;
  • Il loro corpo è allungato, ricorda quasi la forma di una lacrima.

Anche se le pulci si vanno ad annidare sulla nostra testa, quindi sui nostri capelli, non significa che le punture di questi insetti si troveranno solamente sul nostro cuoio capelluto.

Al contrario, se le pulci si sono annidate tra i nostri capelli, ce ne possiamo accorgere dal fatto che troveremo le punture negli arti inferiori e superiori, ossia sulle gambe e sulle braccia.

Tra i sintomi principali che fungono da campanello d’allarme per le punture di pulci citiamo soprattutto i seguenti:

  • Le pulci tendono a mordere svariate volte la stessa zona, quindi troverai più punture sullo stesso punto;
  • Esercitando una certa pressione sulla puntura noterai che il rossore tenderà a scomparire;
  • Sulla tua pelle compariranno delle papule eritematose che determinano il cammino che la pulce ha fatto sulla tua pelle;
  • La puntura non è determinata necessariamente da un gonfiore, come nel caso delle zanzare;
  • Di solito la puntura è circondata da un certo rossore e prurito.

Questi sono i sintomi principali che ti faranno pensare di avere delle pulci sulla testa. Non dimenticare che questi sintomi appaiono soprattutto sulle caviglie, sulle gambe e sulle braccia. Sarebbe necessario contattare il medico per risolvere al meglio questo problema.

Cosa succede se siamo stati punti da una pulce?

Visto che le pulci preferiscono quasi sempre l’organismo di un animale e non si annidano frequentemente sul nostro corpo, nel momento in cui siamo stati punti da uno di questi insetti è facile cadere in grandi allarmismi.

Immagine tratta dal sito webmd.com

Come prima cosa, in tal caso bisogna cercare di mantenere la calma, non andare nel panico e recati dal tuo medico per avere un’eventuale conferma del fatto che il morso che si è presentato sul tuo corpo sia stato effettivamente fatto da una pulce.

Una volta che sei certo di essere stato punto dalla pulce, ti consigliamo di controllare in modo meticoloso tutta la tua casa, concentrandoti sui seguenti complementi d’arredo:

  • Divani;
  • Cuscini;
  • Letti;
  • Tappeti;
  • Peluche.

Esistono molti prodotti per l’eliminazione delle pulci in casa, ma ci soffermeremo su questo argomento più avanti. Invece, nel prossimo paragrafo vedremo cosa bisogna fare per alleviare i sintomi della puntura di pulci sul nostro corpo.

Come bisogna comportarsi quando ci si rende conto di essere stati punti da una pulce?

Come prima cosa devi sapere che, se sei stato punto da una pulce, un bel bagno caldo potrebbe essere di gran giovamento. L’ideale sarebbe usare un sapone antisettico per disinfettare a fondo la zona in cui sei stato punto.

E’ indispensabile che eviti di grattare il punto in cui sei stato morso dalla pulce. Sappiamo che è un’impresa ardua e che, talvolta, il prurito può essere davvero insopportabile ma, grattandoti, puoi favorire l’insorgenza di un’infezione direttamente dalla puntura di pulce.

Per alleggerire i fastidiosi sintomi puoi chiedere al medico di prescriverti qualche farmaco da applicare nella zona interessata, ad esempio delle apposite pomate che, tra l’altro aiuteranno anche ad accelerare la guarigione.

In genere, si tratta di medicinali da banco e puoi acquistarli in farmacia senza la prescrizione del medico. Tra questi medicinali ricordiamo soprattutto creme a base di idrocortisone.

Se invece il prurito è molto forte e insopportabile il medico potrebbe ritenere opportuno prescriverti degli antistaminici che vanno assunti per via orale. Tra i principi attivi di questi farmaci ricordiamo soprattutto i seguenti:

  • Idrossizina (che necessita della prescrizione del medico);
  • Difenidramina;
  • Tripelennamina.

Anche se non si tratta di una fonte di preoccupazione, contattare il medico è anche importante per chiarire l’origine della puntura in quanto i sintomi possono essere ricollegabili ad altre condizioni, ad esempio la puntura di altri insetti.

Per ridurre il gonfiore delle punture di pulci puoi applicare del ghiaccio a cicli di dieci minuti, oltre a detergere accuratamente l’area che è stata morsa dalla pulce con dell’acqua tiepida.

Possiamo ricorrere anche a dei rimedi naturali per la puntura delle pulci?

Come spesso accade quando siamo stati punti da un insetto, possiamo ricorrere a dei rimedi naturali per ridurre i sintomi della puntura della pulce. Tra questi ricordiamo soprattutto i seguenti, facili da reperire in erboristeria anche se la maggior parte è già presente nella nostra cucina:

  • Il basilico: puoi prendere delle foglie di basilico e strofinarle nella zona interessata per ridurre il forte prurito determinato dal morso dell’insetto. Anche l’olio di basilico si è dimostrato particolarmente efficace per ridurre questo tipo di sintomo;
  • La farina d’avena: puoi fare un miscuglio di farina d’avena e acqua per andare a detergere la zona che è stata morsa dall’insetto. E’ importante usare acqua tiepida altrimenti la pelle andrebbe a seccarsi;
  • La calendula: è una pianta dalle proprietà lenitive e, così come il basilico, puoi strofinare delle foglie di calendula o una crema alla calendula sulla puntura per alleviare il prurito;
  • La noce di cocco: anche in questo caso puoi preparare un particolare composto, tagliando a piccoli pezzi la polpa del cocco e frullandola accuratamente. Per ridurre la sintomatologia fastidiosa della puntura di pulce basta strofinare il composto direttamente sulla zona interessata, ripetendo questa applicazione almeno tre volte durante tutta la giornata;
  • Il tè verde o il tè nero: puoi fare un infuso per lavare la zona colpita o semplicemente andare ad applicare le bustine umide direttamente sulla puntura dell’insetto, alleviando così i sintomi;
  • L’echinacea: anch’essa è una pianta dalle svariate proprietà benefiche. Applicando una soluzione di echinacea con acqua calda e fiori, o anche la tintura madre della pianta sulla puntura, puoi ridurre il prurito e il fastidio che ne derivano.

Come possiamo eliminare il problema delle pulci in casa?

Precedentemente abbiamo accennato al fatto che puoi utilizzare dei prodotti particolari per rimuovere le pulci dagli ambienti principali della tua casa.

Ricordati che questi prodotti non devono entrare in contatto con mobili e/o oggetti dove sono presenti alimenti, ma devi usarli solo per gli ambienti in cui solitamente si annidano questi insetti.

Se hai bisogno di disinfestare degli ambienti medio-grandi, ti consigliamo di acquistare un prodotto che si chiama Solfac Plus®. Questo prodotto arriva a coprire ambienti grandi fino a cento metri quadrati.

Il Solfac Plus® contiene piriproxifen, un principio attivo a bassa tossicità che andrà non solo ad eliminare le pulci adulte, ma anche le loro larve e previene la loro ricomparsa in un periodo piuttosto lungo che dura fino a sei mesi.

Per quanto riguarda la disinfestazione di ambienti piuttosto piccoli, ad esempio la macchina, o uno sgabuzzino, ti consigliamo il Solfac Spray Automatic Forte®.  

Questo prodotto è particolarmente indicato ad esempio nel caso in cui pensi di aver trasportato il tuo cane (o il tuo gatto) in macchina e che questo possa aver infestato di pulci la tua auto.

Infine, se l’ambiente è molto più grande o, ad esempio, se si tratta di un giardino da disinfestare, ti consigliamo di ricorrere ad un insetticida molto potente e concentrato. Stiamo parlando di Copyr Cipertrin .

Tuttavia, quest’ultimo va accuratamente diluito per essere irrorato nell’ambiente con un’apposita pompa a spalla. Questo tipo di insetticida rimarrà attivo per diverse settimane, per questo è importante usarlo in ambienti chiusi solo se strettamente necessario.

Ricordati che si tratta di prodotti più o meno tossici, quindi, soprattutto se non hai abbastanza conoscenza sull’argomento, ti consigliamo di rivolgerti a degli specialisti del settore, così da non mettere a rischio la tua salute o quella dei tuoi figli.

Ci sono dei rischi connessi alle punture delle pulci?

Le pulci sono quindi dei parassiti pericolosi per la salute dei nostri animali domestici, ma soprattutto per la nostra stessa salute. Come abbiamo visto in precedenza, la puntura di una pulce può creare dei sintomi molto fastidiosi per gli animali, così come per l’uomo.

Uno dei rischi più importanti che possono derivare dalla puntura di una pulce è la famosa Linforeticolisi benigna. Questa è conosciuta anche come malattia da graffio di gatto in quanto, oltre a poter essere causata dalle pulci, può derivare anche da un semplice graffio del nostro gatto.

Il principale responsabile di questa malattia è un particolare parassita ematico, chiamato Bartonella henselae. In genere la malattia in questione si manifesta con un certo gonfiore linfonodale regionale e l’infezione può essere anche molto dolorosa e purulenta.

Di solito questa malattia si risolve nel giro di poche settimane, a patto che ci rechiamo dal medico per trovare una soluzione immediata. La pericolosità della malattia è determinata soprattutto dal fatto che colpisce principalmente i più giovani, motivo per cui bisogna prevenirla.

Per quanto riguarda la prevenzione delle pulci, andiamo a vedere proprio nel prossimo paragrafo alcune norme di base per tenere lontani questi fastidiosi insetti dalle nostre abitazioni, dal nostro corpo e dai nostri animali domestici.

Come possiamo prevenire le pulci in casa?

Così come accade per tanti altri problemi, la prevenzione è sicuramente la strada migliore per evitare che le pulci finiscano sul nostro corpo o infestano la nostra abitazione.

Per prevenire questi tipi di problemi, quindi, ti consigliamo di dare uno sguardo ai seguenti punti:

  • Ricordati di prenderti cura dei tuoi animali domestici, soprattutto nel periodo estivo in cui le pulci si riproducono maggiormente. Per fare questo ti consigliamo di applicare dei prodotti specifici per animali che servono a tenere lontani questi insetti;
  • All’inizio dell’estate preoccupati di usare un prodotto anti-pulci per il tuo giardino e per gli ambienti che circondano la tua casa;
  • Affianca ai prodotti per le pulci anche un’accurata pulizia della tua abitazione, soprattutto per quanto riguarda complementi d’arredo come divani, tappeti, letti e cuscini in quanto sono spesso l’ambiente ideale per le pulci;
  • Mantieni pulite le zone preferite dal tuo animale domestico, soprattutto la lettiera, la cuccia o l’angolo della casa in cui ama fare dei pisolini.

Prendere questo genere di precauzioni è di fondamentale importanza per la salute del tuo cane o del tuo gatto, ma anche per la tua stessa salute e quella dei tuoi figli, quindi non devi mai sottovalutare un’infestazione da pulci in quanto, soprattutto nei casi più gravi, necessita di un intervento professionale.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice di Salutarmente.it. Laureata con lode in Farmacia ed esperta di salute, alimentazione e benessere.

LASCIA UN COMMENTO