Prurito ai Piedi: Cause, Sintomi e Rimedi

Il prurito ai piedi è un fastidioso sintomo che può colpire adulti e bambini e può dipendere da condizioni patologiche o non patologiche comuni.

In genere si tratta di un fenomeno passeggero e relativamente innocuo che non deve destare particolari allarmismi e preoccupazioni. Tuttavia, se il prurito ai piedi diventa un sintomo persistente ed esteso ad altre parti del corpo è sempre meglio consultare un medico, in modo da ottenere una diagnosi precisa sulle cause del bruciore ai piedi e curarsi con un trattamento medico specifico.

La sensazione di prurito può manifestarsi durante il giorno oppure accentuarsi di notte, creando difficoltà anche ad addormentarsi. Il disturbo può riguardare tutto il piede o solo alcune zone, come il dorso, le dita o la pianta.

Per far fronte a questo diffuso problema, esistono diversi rimedi naturali e farmacologici, differenti a seconda della causa scatenante, che potrà essere individuata in seguito ad un colloquio con un dermatologo o col medico di base.

Voltiamo pagina per approfondire quelle che possono essere le cause più diffuse di prurito ai piedi.

Le cause del prurito ai piedi

Il prurito ai piedi è un sintomo che è correlato a condizioni che possono essere patologiche, legate ad esempio ad infezioni cutanee, funghi, malattie sistemiche oppure può dipendere da cause non patologiche, dovute a particolari condizioni fisiologiche o dall’esposizione a determinate condizioni ambientali.

Prurito ai piediDi seguito analizzeremo nel dettaglio quelle che sono le cause più comuni di prurito ai piedi, ricordando sin da ora che la diagnosi deve essere effettuata da un medico senza affidarsi al fai da te:

  • Affezioni dermatologiche: alcune delle cause principali del bruciore ai piedi sono le malattie della pelle, come la psoriasi, la dermatite atopica, l’eczema, la dermatite seborroica e tutte quelle che si manifestano a livello cutaneo;
  • Allergie: piedi particolarmente sensibili possono subire una reazione avversa quando entrano in contatto con elementi allergizzanti. L’allergia può dipendere da diversi fattori, come ad esempio dai materiali con cui sono fatte le scarpe o le calze che avvolgono i piedi durante il giorno;
  • Malattia esantematiche: alcune malattie di questo tipo possono causare problemi di prurito ai piedi. Infatti, patologie come la varicella, la rosolia e il morbillo causano eruzioni cutanee e bolle su tutto il corpo, compresi i piedi, che possono generare prurito intenso;
  • Disidrosi: si tratta di un disturbo che può colpire piedi e mani e che porta all’insorgere di alcune vescicole sulla pelle molto pruriginose. In genere, si manifesta nel palmo delle mani e nella pianta dei piedi;
  • Micosi: i funghi possono essere una delle cause di prurito ai piedi, poiché sono in grado di attaccare la cute e generare un fastidio diffuso. Il Tinea pedis è uno dei principali responsabili della micosi ai piedi e determina una patologia comunemente conosciuta come piede d’atleta.

Oltre a queste cause patologiche, il bruciore o prurito ai piedi può dipendere anche da altre condizioni, come l’esposizione a temperature eccessivamente fredde. Infatti, il freddo può causare i geloni ai piedi che si manifestano come delle macchie rosse sulla cute che causano prurito e dolore.

Altre cause possono dipendere da una frequente sudorazione di notte che irrita la pelle (sudore acido) oppure dal contatto con l’acqua della piscina ricca di cloro oppure dormire su lenzuola colorate che possono causare fenomeni allergici.

É bene sottolineare che le cause qui riportate hanno uno scopo puramente informativo e non devono essere prese come strumento per l’autodiagnosi. Per ottenere una diagnosi sicura sulle cause del prurito ai piedi è necessario rivolgersi ad uno specialista che attraverso una visita approfondita potrà svelare le ragioni del disturbo.

Perché il prurito ai piedi viene di notte? e perché le donne in gravidanza ne sono particolarmente colpite?

Il prurito notturno ai piedi

Il prurito notturno ai piedi è molto diffuso e può causare non pochi fastidi poiché ostacola il normale riposo e peggiora la qualità della vita durante il giorno.

In genere, si manifesta a fine giornata quando ci liberiamo delle calzature indossate per molte ore. Queste possono essere causa diretta del prurito, se generano allergia, oppure indiretta, se non lasciano traspirare a sufficienza i piedi e provocano eccessiva sudorazione e secchezza.

Il prurito notturno può essere intenso e molto fastidioso, al punto da portare a grattarsi ripetutamente, col rischio di generare lesioni alla pelle che rappresentano una potenziale via d’accesso a patogeni che possono causare infezioni anche gravi.

Per cercare di arginare il fastidio, prima di andare a letto si possono mettere in pratica dei semplici rimedi che riguardano la propria igiene personale. Innanzitutto, è consigliabile non indossare calze di notte in modo da far respirare i piedi. Tuttavia se non si riesce a fare a meno delle calze, utilizzare solo quelle in puro cotone che aiutano la naturale traspirazione della pelle. Lavare i piedi con detergenti delicati e dermatologicamente testati, a base di estratti naturali con proprietà calmanti e idratanti della pelle.

Nel caso non si trovi giovamento dalle pratiche appena descritte sarà necessario rivolgersi al medico per un’analisi più approfondita del vostro caso.

Prurito ai piedi in gravidanza: quali sono le cause?

Il prurito ai piedi può colpire anche le donne in gravidanza, generando preoccupazione e fastidio. Può essere dovuto da diverse cause, analizziamole nello specifico.

Soprattutto verso le fasi finali della gestazione, l’aumento di peso e la ritenzione idrica possono portare a gonfiore e arrossamento dei piedi che può accompagnarsi a prurito. Altre cause possono essere dovute ai cambiamenti ormonali e fisici che colpiscono la donna in questo delicato momento della sua vita, basti pensare alle numerose oscillazioni ormonali a cui è soggetta.

Il disturbo, inoltre, tende ad accentuarsi soprattutto nella seconda fase della gravidanza e nel terzo trimestre, a causa della forte tensione dei tessuti cutanei. Seppure si tratti di un disturbo comune, il prurito ai piedi in gravidanza non va sottovalutato, soprattutto se dovesse manifestarsi nei primi momenti della gestazione, in quanto potrebbe dipendere da intolleranze alimentari o problemi epatici.

Se si avverte una frequente sensazione pruriginosa ai piedi, avvertire il proprio ginecologo ed effettuare tutti i controlli necessario ad individuarne la causa.

Cosa fare in caso di prurito ai piedi?

Cosa fare in caso di prurito ai piedi?

Il prurito ai piedi è un disturbo comune che nella maggior parte dei casi ha una durata transitoria e si risolve spontaneamente.

Tuttavia se il fastidio dovesse manifestarsi in modo persistente e frequente bisogna rivolgersi ad un medico che, attraverso un’analisi approfondita del caso, potrà stabilire con certezza la causa del disturbo e prescrivere la terapia più adatta. Il controllo medico deve essere effettuato soprattutto nel caso in cui sia presente una gravidanza o patologie come diabete, malattie del fegato e malattie sistemiche.

Ritardare eccessivamente il confronto con lo specialista può portare a maggiori complicanze del disturbo, mentre se trattato nelle fasi iniziali, il bruciore ai piedi può essere affrontato con risultati migliori e in minor tempo.

Condividere su:

Leggi Anche

mm
Autrice e fondatrice del blog Salutarmente.it. Laureata in Farmacia con lode, da sempre appassionata da tutto ciò che riguarda la salute, l'alimentazione e il benessere.

LASCIA UN COMMENTO